sabato 16 ottobre 2021

Noam Chomsky - La democrazia dello spettatore e il gregge smarrito

In una democrazia sana ci sono cittadini di diverse classi. 

La prima, che deve avere un ruolo attivo nella conduzione degli affari generali, è la classe specializzata, costituita da persone che analizzano, eseguono, prendono decisioni e gestiscono il sistema politico, economico e ideologico.
Naturalmente si tratta di una minoranza esigua, ma chi sostiene tali teorie ne fa sempre parte e si pone il problema di che cosa fare per gli altri, quelli che sono al di fuori del gruppo, cioè la maggioranza della popolazione, definita da Lippmann “il gregge smarrito”: dobbiamo guardarci “dallo scalpitio e dai belati del gregge smarrito”. 

Dunque in una democrazia ci sono due “funzioni”: quella dirigenziale, svolta da una classe specializzata, dagli uomini responsabili che pensano, pianificano e comprendono gli interessi comuni, e quella svolta dal gregge smarrito la funzione dello “spettatore”, di colui che non partecipa all’azione.
Anzi, poiché viviamo in una democrazia, le funzioni della maggioranza sono molteplici: di tanto in tanto le è concesso di dare il suo appoggio a uno o all’altro dei membri della classe specializzata, di dire: “Vogliamo che sia questo il nostro capo “, oppure “vogliamo che sia quello”.
Dal momento che il nostro non è uno stato totalitario, ci sono le elezioni. 

Ma, una volta che ha dato appoggio all’uno o all’altro membro della classe specializzata, la maggioranza deve farsi da parte e diventare spettatore dell’azione, rinunciando alla partecipazione. 

Questo è ciò che accade in una democrazia che funziona a dovere ... 

venerdì 15 ottobre 2021

Obbligo vaccinale, cosa dicono i numeri

 

Sebbene l’inusitata introduzione di un salvacondotto sanitario abbia di fatto realizzato una forma di obbligo vaccinale strisciante, se quest’ultimo fosse stabilito erga omnes con legge ordinaria, così come prescrive la Costituzione, ci troveremmo di fronte ad un provvedimento senza precedenti nella nostra storia repubblicana.

Finora sono stati resi obbligatori una dozzina di vaccini, in gran parte rivolti ai minori e a particolari categorie professionali, per malattie che comportano rischi ben più alti rispetto quelli che si corrono contraendo il Sars-Cov-2.

Tra questi vaccini ricordiamo quello per la poliomelite, la difterite, la pertosse, la meningite, l’epatite B, il tetano e la tubercolosi. Eppure con malattie che possono arrivare ad un tasso di letalità del 50%, come nel caso del tetano, nessun legislatore si è mai sognato di imporre il relativo vaccino all’intera popolazione. Ciò, evidentemente, sulla base del diverso tasso di rischio che tali malattie comportano tra le varie fasce di età e le diverse categorie professionali.

Ebbene, in estrema sintesi, adottando il medesimo, ragionevole criterio sanitario seguito finora, dovrebbe risultare chiaro come il sole che l’obbligo vaccinale per una malattia con un tasso di letalità apparente piuttosto basso non ha molto fondamento, se non quello di compiacere il partito unico del terrore e i suoi molti addentellati dell’informazione e della cosiddetta scienza ortodossa.

D’altronde basterebbe leggere con attenzione i numeri pubblicati dall’Istituto Superiore di Sanità per comprendere l’assurdità del medesimo obbligo vaccinale ...

giovedì 14 ottobre 2021

L’Università Stra-ordinaria

 

Questa è la storia di una particolare Università, che non ha esami, non ha aule, non ha professori. 

Una università le cui materie richiedono studi che durano una vita intera, con contenuti che vengono acquisiti in cammino senza orari prestabiliti, in cui gli studenti sono anche maestri gli uni degli altri oltre che compagni di viaggio, in cui i banchi sono prati, le cattedre alberi, i libri di testo sono ruscelli e ombre, in cui le tesi da difendere sono molte, ma tutte meravigliose. 

Una Università Stra-ordinaria, un viaggio personale alla scoperta del senso profondo della propria esistenza e del ruolo che assume nell’universo. 

Una chiave di lettura degli elementi non visibili e non percepibili con i sensi ordinari ...

mercoledì 13 ottobre 2021

Il sole artefice di rivolte

Sapete quando si dice che il sole ci ha dato alla testa? Beh, pare che a seconda dei suoi massimi e minimi, l’attività solare non sia solo capace di innescare terremoti ed eruzioni vulcaniche, per non dire poi tempeste tropicali e perturbazioni atmosferiche, ma addirittura i meccanismi del nostro cervello con i loro impulsi elettrici etc ... abbiano dei sovraccarichi che possono portare a provvisori cambiamenti mentali e di pensiero, e a rivoluzioni. 
(Un articolo scritto durante il periodo dell'ultimo massimo solare iniziato nel 2011)

Secondo lo scienziato A.L. Tchijewsky, i grandi cambiamenti sociali, guerre, rivoluzioni ecc erano strettamente legati all’attività solare, nel 1926, disse: “Dobbiamo pensare che esista un potente fattore esterno alla nostra Terra che governa lo sviluppo degli eventi nelle società umane e li sincronizza con l’attività del sole; e dobbiamo anche pensare che l’energia elettrica del sole è il fattore extraterrestre che influenza i processi storici”. 

Sembra un’affermazione alquanto azzardata, quella dello scienziato, eppure, con le sue ricerche, trovò ed elencò tutta una serie di fatti che gli danno ragione.

Eccone alcuni riportati da G.L. Playfair e S. Hill: ...

martedì 12 ottobre 2021

La terra impreparata in caso di forte tempesta solare

L'allarme di un ricercatore

Il Sole è la nostra fonte di calore e di vita, ma periodicamente può essere causa di forti tempeste in grado di mettere in serio pericolo la nostra tecnologia. 

A questo scopo un ricercatore del Rutherford Appleton Laboratory, Mike Hapgood, avverte che l’umanità ha necessità di prepararsi al meglio nell’eventualità che questo accada. A sostegno di questa idea c’è la storia, dal momento che la nostra stella in passato ha scatenato tempeste molto più violente di quelle attuali, e con tutta probabilità tornerà a farlo. 
Ma al momento la nostra capacità di prevedere questi eventi è molto flebile. Hapgood ha proposto sulla rivista Nature di costruire una banca dati storica dell’attività solare. 

"Anche se la Nasa ed altre organizzazioni stanno sviluppando sistemi sempre più accurati per prevedere l’arrivo di tempeste geomagnetiche, fino a poche ore o giorni prima che colpiscano la Terra, non è ancora possibile stabilire quanto potenti potrebbero essere questi eventi", commenta Hapgood.
"Abbiamo necessità di comprendere meglio il rischio che potrebbe apportare una tempesta di questo genere e svilupparne le conoscenze adeguate in modo rapido", sostiene il ricercatore sulla rivista. Le tempeste solari che fanno più paura sono le espulsioni di massa coronale, enormi nubi di plasma incandescente espulse nello spazio a 5 milioni di Km/h, o anche più. All’interazione con il nostro campo magnetico, possono danneggiare i segnali GPS, le comunicazioni radio e le reti elettriche per giorni...

lunedì 11 ottobre 2021

ROSWELL - Einstein avrebbe esaminato il relitto ...

5 ottobre 2021 - Secondo l'ufologa americana Sheila Franklin che nel 1993 intervistò la dott.ssa Shirley Wright sul suo lavoro con Einstein nell'estate del 1947, il famoso fisico avrebbe partecipato a quella che fu chiamata una "conferenza di crisi" che si sarebbe tenuta in fretta e furia nel Luglio di quella stessa estate in una base aerea dell'esercito nel sud-ovest degli Stati Uniti. 

Dalle registrazioni dell'intervista della dottoressa Shirley Wright, sarebbe riferito che al loro arrivo, entrambi sono entrati in un hangar sotto stretta sorveglianza. 

Una volta varcata la porta, avrebbero scoperto un congegno piuttosto curioso che sembrava aver subito danni significativi. 

“Era a forma di disco, in qualche modo concavo”, ricorda Shirley Wright, “copriva circa un quarto del pavimento dell'hangar”.
Mentre provava, ricorda, sia in un senso di meraviglia, che di curiosità e paura ", sottolinea che Einstein "non era affatto turbato da ciò che stava vedendo" ma piuttosto interessato al tipo di propulsione e alle informazioni sull'universo che potevano essere ricavate dal congegno ...

domenica 10 ottobre 2021

TERRA-FORMING - ne parlavano già gli Egizi e la Bibbia.

di Tiziana Acerbi Saderi

Con il neologismo terra-forming si intende un processo artificiale atto a rendere abitabile per l’uomo un pianeta, intervenendo sulla sua atmosfera in modo da renderla simile a quella della Terra ed in grado di sostenere un ecosistema.

Ed è proprio quello che la comunità scientifica sta progettando di fare sulla prossima meta dei viaggi dell’uomo: Marte.

Curiosamente troviamo tracce di questo progetto e della sua attuazione sia nel mondo egizio che nell’Antico Testamento ...

sabato 9 ottobre 2021

Aldous Huxley e quel mondo nuovo che non è mai stato così attuale

Risale a quasi sessanta anni fa la morte dell'autore de "Il Mondo Nuovo" e "Le Porte della Percezione": "Nella sua distopia, pur nei toni moraleggianti, si annidavano spettri che sembrano riaffacciarsi"

Il 22 novembre 1963, lo stesso giorno dell'assassinio del presidente Kennedy, moriva a Hollywood Aldous Huxley, lo scrittore che meglio di qualsiasi altro aveva immaginato il futuro.
Quel giorno, il 22 novembre, era arrivato dopo anni difficili. Nel 1961 un incendio divampato nella sua casa aveva distrutto la sua libreria. Sembra che in quell'occasione Huxley abbia confidato a un amico: "Vedi un uomo senza passato". Non era affatto una frase qualunque, perché legava i libri, la cultura, alla costruzione dell'identità.

Ma andiamo indietro, per capire l'importanza simbolica di quel fuoco devastatore. Huxley, nato nel 1894 a Godalming, città dell'Inghilterra meridionale, nella contea del Surrey, aveva avuto una vita piena. 
Veniva da una famiglia illustre, suo nonno era il biologo Thomas Henry Huxley, grande sostenitore delle teorie darwiniane, mentre suo padre Leonard aveva a lungo diretto la prestigiosa rivista vittoriana Cornhill Magazine, fondata da William Thackeray. La madre era invece nipote del poeta Matthew Arnold ...

venerdì 8 ottobre 2021

Un giorno troverai chi ti presenterà la versione migliore di te e la tua vita non sarà più la stessa

 

Durante la nostra vita faremo centinaia di incontri, alcuni saranno fugaci e ce ne dimenticheremo in fretta, altri, invece, diventeranno punti fermi e sempre presenti. Ci saranno poi delle conoscenze che diventeranno tra le più importanti della nostra esistenza e che, letteralmente, ce la cambieranno.

Non sappiamo se vi sia già successa una cosa simile ma scommettiamo che, se al contrario l’avete già conosciuta una persona del genere, vi sarà subito venuto in mente il suo nome. 

Come vi accorgete che quella persona in particolare è così speciale? Non vi possiamo dare delle risposte precise ovviamente, è una cosa che varia per ognuno di noi, ma potreste avere la sensazione di conoscerla da sempre, anche se, effettivamente, sono magari poche settimane. 

Potreste notare un cambiamento in positivo dopo un periodo particolarmente brutto oppure dopo una vita statica e passiva. Una persona che entra come un uragano nella vostra vita e la sconvolge non passa di certo inosservata comunque, non trovate? E non è nemmeno detto che rimanga per sempre accanto a voi ma, in quel lasso di tempo, farà sicuramente più di chiunque altro ...

giovedì 7 ottobre 2021

L'intreccio di corruzione che lega FDA e Big Pharma

 

di Liam Cosgrove

Il nostro sistema sanitario è a pezzi, un fatto che nessuno avrebbe contestato nei giorni pre-Covid. La deriva burocratica è una realtà e l'industria farmaceutica è piena di esempi. Eppure ci siamo fidati delle partnership pubblico-privato per trovare una soluzione ottimale ad un'epidemia globale, supponendo che una crisi avrebbe tirato fuori il meglio dalle istituzioni storicamente corrotte.
Ecco un breve elenco di comportamenti tutt'altro che virtuosi dimostrati dai nostri titani della sanità:

• Pfizer e Johnson & Johnson si dichiarano colpevoli di "marchiatura errata con l'intento di frodare o fuorviare" e di aver pagato "tangenti agli operatori sanitari per indurli a prescrivere i [loro] farmaci", con conseguente multa di $2,3 miliardi nel 2009 e $2,2 miliardi nel 2013;

• Pfizer è stata condannata in un'altra causa per "manipolazione di studi" e "soppressione di risultati negativi" solo pochi anni dopo;

• Moderna non ha mai sviluppato un farmaco approvato, eppure uno dei membri del suo consiglio è stato incaricato dell'operazione Warp Speed. Questo certamente non è correlato al fatto che ha ricevuto la maggior parte dei finanziamenti federali per la ricerca e lo sviluppo di vaccini e ha ricevuto oltre $6 miliardi dal nostro governo dall'inizio della pandemia ...