mercoledì 23 gennaio 2019

L' origine evoluzionistica della vita è impossibile

Non ci sono testimonianze umane sulla origine della vita e non esiste alcuna evidenza geologica e fisica della sua origine. 

Parlando dell'origine di una ipotetica molecola autoreplicante e della sua struttura, Pross ha ammesso che “La semplice risposta è che non sappiamo, e forse non sapremo mai”. 

Più tardi, in merito all' origine di tale molecola, Pross ha detto, “…si potrebbe rifare la domanda nel modo seguente: dato un miscuglio reagente sconosciuto, sotto effettive condizioni sconosciute, reagenti per dare un prodotto sconosciuto tramite uno sconosciuto meccanismo, può un particolare prodotto con specifiche caratteristiche…essere stato incluso tra il prodotto della reazione ?”

Questo riassume molto bene il progresso fatto dagli evoluzionisti per stabilire uno scenario ateo e meccanico dell'origine della vita dopo più di mezzo secolo di ricerca fisica, chimica e geologica. 

Comunque è possibile trarre fatti che stabiliscano oltre ogni dubbio che una origine evoluzionistica della vita su questo pianeta sarebbe stata impossibile. L' origine della vita avrebbe potuto risultare solo dall'azione di un agente intelligente esterno indipendente dall'universo naturale. 

C' è spazio sufficiente solo per descrivere poche delle barriere insuperabili per una origine evoluzionistica della vita: ...

martedì 22 gennaio 2019

I bambini hanno bisogno di essere felici, non di essere i migliori

Viviamo in una società altamente competitiva, in cui sembra che nulla è abbastanza e abbiamo la sensazione che, se non ci aggiorniamo costantemente, resteremo indietro superati dalla modernità.

Pertanto, non è sorprendente che negli ultimi decenni molti genitori hanno assunto un modello educativo basato nella iper-genitorialità. Si tratta di genitori che vogliono che i loro figli siano preparati per la vita, ma non nel senso più ampio del termine, ma nel più limitato: vogliono che i loro figli abbiano le conoscenze e le competenze necessarie per diventare un buon professionista, ottenere un buon lavoro e guadagnare abbastanza, nulla di più di questo.

Questi genitori hanno un solo obiettivo: vogliono che i loro figli siano i migliori. Per raggiungere questo obiettivo non esitano a iscriverli a diverse attività extrascolastiche, spianare loro la strada oltre ogni limite e, naturalmente, spingerli al successo ad ogni costo. E la cosa peggiore è credono di farlo “per il loro bene”.

Il problema principale di questo modello educativo è che aggiunge inutile pressione sui bambini, finendo per togliere loro l’infanzia e creando degli adulti emotivamente disastrati ...

lunedì 21 gennaio 2019

Il ricordo di sé (parte I)

"Non c'è altro modo per sfuggire alla morte, all'infuori del ricordo di sé."
Robert Earl Burton


Il segreto degli alchimisti consiste nel « ricordo di sé », la PRESENZA. Lo sforzo di restare presenti produce il « fuoco alchemico » necessario per l'Opera.

Il primo passo verso l’acquisizione della liberazione e dell’immortalità consiste in un accurato lavoro di « risveglio »; l’individuo deve cioè rendersi pienamente conto che allo stato attuale sta dormendo.

Quando ci destiamo al mattino in realtà non ci svegliamo, ma passiamo da uno stato di sogno a un altro: è il sonno verticale; un sonno, cioè, che permette la posizione verticale, il movimento, il parlare, lo studiare... pur tuttavia è ancora ben lungi dall'essere un reale stato di veglia. Si tratta di una condizione di perpetuo rintronamento nella quale non si pensa, ma si è pensati, non si provano emozioni, ma si è da esse trascinati, non si gestisce il proprio corpo, ma si subisce la sua fisiologia.

Se vogliamo lavorare per evadere dalla prigione è imperativo innanzitutto che sappiamo di essere all'interno di una prigione. Il più grande ostacolo al risveglio è che l'uomo pensa di essere già cosciente e pienamente libero! Per avere la certezza di essere in uno stato di prigionia è necessario vederlo con i propri occhi e, magari, rimanerne scioccati. L'ideale sarebbe riuscire a SENTIRE EMOTIVAMENTE l'addormentamento. Questo fornisce l'energia occorrente per iniziare a lavorare su di sé ...

domenica 20 gennaio 2019

Perché Avi Loeb pensa che ‘Oumuamua sia un oggetto artificiale

Avi Loeb, astronomo ed astrofisico, presidente del dipartimento di astronomia dell’Università di Harvard e autore di uno degli articoli più controversi nel campo della scienza dell’anno scorso difende con passione la sua affermazione in base alla quale ‘Oumuamua potrebbe essere un oggetto artificiale di origine aliena.

Avi Loeb, astronomo ed astrofisico, presidente del dipartimento di astronomia dell’Università di Harvard e autore di uno degli articoli più controversi nel campo della scienza dell’anno scorso difende con passione la sua affermazione in base alla quale ‘Oumuamua potrebbe essere un oggetto artificiale di origine aliena.

In una recente intervista apparsa sul web sul sito del quotidiano israeliano Haaretz, Loeb ha difeso le ipotesi contenute nell’articolo.

“Non mi interessa cosa dice la gente, dico quello che penso, e se il vasto pubblico si interessa a quello che dico, questo è un risultato positivo per quanto mi riguarda, ma un risultato indiretto. La scienza non è come la politica: non si basa su sondaggi di popolarità“...

sabato 19 gennaio 2019

Hy Brazil: L’isola degli Dei

Hy Brazil o Brazil o Brasil è il nome di un’isola leggendaria che si pensava esistesse nell’Oceano Atlantico.
Plinio il vecchio la chiamò "Insulae purpuraricae" e per secoli si ritenne la sua esistenza certa tanto che i geografi la disegnarono sulle loro carte fino al 1853.

Generalmente si ritenne che Hy Brazil si trovasse nel mezzo dell’oceano, a centinaia di miglia a ovest dell’Irlanda, anche se non mancò chi ne segnò la posizione a poca distanza dalle Azzorre.
Nei miti irlandesi si narra fosse avvolta perennemente nella nebbia, tranne un giorno ogni sette anni.

L’etimologia di Hy-Brasil sono sconosciute, ma nella tradizione irlandese, si pensa provenga dal Breasail Uí, “discendenti (clan) di Breasal”, uno dei più antichi clan del nord-est dell’Irlanda. 
Carte nautiche identificano un’isola chiamata “Bracile”, al largo dell’Irlanda occidentale, nel lontano 1325, in una mappa di Angelino Dulcert. 

In seguito appare come Insula de Brasil nella mappa veneziana di Andrea Bianco (1436), come una delle isole più grandi di un arcipelago dell’Atlantico...

venerdì 18 gennaio 2019

La mappa di Kobayashi

Terra piatta non saprei, per quello aspetto ancora le prove ...ma questa mappa (se si rivelerà mai autentica), mi ha molto incuriosita. Chissà cosa rappresentano questi disegni? Ecco alcuni indizi di stampo "terrapiattista", ma ognuno può provare a formulare ipotesi.
Catherine


Un indizio particolarmente interessante è quello pubblicato il 18 Giugno da Julie Mitchell su Facebook; segue la mia traduzione:

"Allora la giustizia creò il Paradiso. Il Paradiso è meraviglioso ed è AL DI FUORI DEL CIRCUITO DELLA LUNA E DEL CIRCUITO DEL SOLE nella terra del piacere, che è ad Est della regione rocciosa."
~Sulle origini del mondo, dagli scritti di Nag Hammadi .

Sulla Terra piana, "fuori dal circuito della luna e del sole" sarebbe al di fuori dell'anello di ghiaccio. Una volta compreso lo scritto, questa mappa ha più senso...

Thoth parlò anche del "mondo" e di tutti i "mondi" contenuti in esso.

Tanto più ci si avvicina ai margini della "matrix", che si parli della terra o del cielo, quanto più ci si avvicina alla parte "eterica" di essi. Quand'era in Paradiso, Adamo era ancora nella sua forma di anima. In quella forma, gli arconti potevano letteralmente vedere la "ombra di Luce" dentro di lui, la sua Epinoia/Eva/Zoe. Essi cercarono di rimuoverla, ma riuscirono soltanto a toglierne una porzione, dalla quale trassero la forma femminile."

Indizi genetici: https://it.wikipedia.org/wiki/Adamo_cromosomiale-Yhttps://it.wikipedia.org/wiki/Eva_mitocondriale -- dei quali è lecito dubitare infinitamente.

L'articolo originale sul ritrovamento dell'antica mappa è pubblicato qui:
http://www.exohuman.com/wordpress/2016/01/the-earth-is-flat/

Segue la (mia) traduzione:

giovedì 17 gennaio 2019

Gli strani capricci del campo magnetico terrestre

I movimenti erratici del polo Nord magnetico, che si è allontanato dal Canada e sta puntando verso la Siberia, hanno costretto gli esperti a modificare il modello usato per gestire tutti i sistemi di navigazione a livello globale.

di Alexandra Witze

Qualcosa di strano sta succedendo in cima al mondo. Il polo magnetico Nord della Terra si è allontanato dal Canada e si è spostato verso la Siberia, spinto dagli sballottamenti del ferro liquido all'interno del nucleo del pianeta. Il polo magnetico si muove così velocemente che ha indotto gli esperti di geomagnetismo di tutto il mondo a una mossa inconsueta.

Il 30 gennaio è previsto l'aggiornamento del World Magnetic Model, che descrive il campo magnetico del pianeta e sta alla base di tutti i sistemi di navigazione e geolocalizzazione moderni, dai quelli che guidano le navi in mare a Google Maps sugli smartphone.

La versione più recente del modello è uscita nel 2015 e doveva durare fino al 2020 - ma il campo magnetico sta cambiando così rapidamente che i ricercatori devono correggerlo ora. "L'errore è in continuo aumento", dice Arnaud Chulliat, esperto di paleomagnetismo dell'Università del Colorado a Boulder, della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAAA) e dei National Centers for Environmental Information ...

mercoledì 16 gennaio 2019

Kennedy predisse che le banche avrebbero creato una grande crisi globale. Poi morì.

Il 4 Giugno del 1963, un decreto presidenziale di John Fitgerald Kennedy, detto Ordine Esecutivo 11110, fu firmato impedendo alla Federal Reserve Bank di prestare soldi a interesse al Governo Federale degli Stati Uniti.La FRB sarebbe presto fallita e l’America sarebbe tornata l’unica vera detentrice del proprio debito.

John Fitzgerald Kennedy fu il primo presidente della storia a comprendere quanto lo strapotere delle banche private avrebbero ben presto creato un collasso dell’intero sistema economico e decise di combatterlo.

Secondo JFK, le banche private, non potevano esseri i creditori di un’intera nazione e, cosa più importante, non potevano avere il potere di stampare moneta. 
Le somiglianze fra la Federal Reserve e la BCE, nonché la nostra cara Bankitalia, sono a dir poco imbarazzanti.

JFK fu il primo ad opporsi alle banche private ma purtroppo anche l’ultimo. Il suo assassinio fece desistere qualsiasi altro presidente, americano e non, dal dichiarare guerra alle banche private ...