domenica 13 maggio 2018

Georges Ivanovič Gurdjieff - A proposito di Cabala

"La Cabala è incompleta, ed è impossibile ricavarne qualche cosa e fondare alcunché su di essa".
(G. I. Gurdjieff)

"A rigore, voi non avete ancora il diritto di parlare di sapere, perché non sapete dove incomincia il sapere. Il sapere comincia con l’insegnamento dei cosmi.

Conoscete l'espressione "macrocosmo" e "microcosmo". Significano "grande cosmo" e "piccolo cosmo", "grande mondo" e "piccolo mondo". L'Universo è considerato come "un grande cosmo" e l'uomo come un "piccolo cosmo", analogo al grande. Resta così stabilita, in qualche modo, l'idea dell'unità e della similitudine dell'uomo e del mondo. 

La dottrina dei due cosmi si trova nella Cabala e in altri sistemi più antichi. 

Questa dottrina è tuttavia incompleta, ed è impossibile ricavarne qualche cosa e fondare alcunché su di essa, perché questo insegnamento non è che un frammento, un resto di un insegnamento esoterico più antico, molto più completo, sui cosmi o mondi racchiusi gli uni negli altri, e tutti creati ad immagine e somiglianza del più grande tra essi, il quale contiene in sé tutti gli altri. 

"Ciò che è in alto è come ciò che è in basso" è un'espressione che si riferisce ai cosmi. Ma è essenziale sapere che la dottrina completa dei cosmi non parla di due, ma di sette cosmi contenuti gli uni negli altri ...


Solo una visione globale dei sette cosmi, nella loro reciproca relazione, può darci un quadro completo dell'universo. 

L'idea dei due cosmi analoghi, unica traccia, salvatasi per caso, di un grande e completo insegnamento, è tanto parziale che non può dare alcuna idea dell'analogia tra l'uomo e il mondo.


La dottrina dei cosmi considera sette cosmi

"Il primo è il Protocosmo — il "primo cosmo".
"Il secondo è l’Agiocosmo — il santo cosmo o Megalocosmo, il "grande cosmo".
"Il terzo è il Macrocosmo — il "vasto cosmo".
"Il quarto è il Deuterocosmo — il "secondo cosmo".
"Il quinto è il Mesocosmo — il "cosmo intermedio".
"Il sesto è il Tritocosmo — il "terzo cosmo".
"Il settimo è il Microcosmo — il "piccolo cosmo".

" Il Protocosmo è l'Assoluto nel raggio di creazione o mondo 1.
L’Agiocosmo è il mondo 3 ("Tutti i mondi" nel raggio di creazione). 
Il Macrocosmo è il nostro mondo stellare o Via Lattea (mondo 6 nel raggio di creazione). 
Il Deuterocosmo è il Sole, il sistema solare (mondo 12). 
Il Mesocosmo è "Tutti i pianeti" (mondo 24), o la Terra in quanto essa rappresenta il mondo planetario. 
Il Tritocosmo è l'uomo. 
Il Microcosmo è l'atomo. 

Come ho già spiegato - disse Gurdjieff - viene chiamato "atomo" la più piccola quantità di una qualsiasi sostanza che mantenga tutte le sue proprietà, fisiche, chimiche, psichiche e cosmiche. Da questo punto di vista, vi può essere, per esempio, un "atomo di acqua". 
Vedete che, nell'ordine generale dei sette cosmi, il Microcosmo e il Macrocosmo sono così lontani l'uno dall'altro che è impossibile vedere o stabilire tra essi qualsiasi analogia diretta.

Ogni cosmo è un essere animato che vive, respira, pensa, sente, nasce e muore. 

Tutti i cosmi risultano dall'azione delle stesse forze e delle stesse leggi. Le leggi sono ovunque le stesse. Esse non si manifestano però esattamente allo stesso modo nei differenti piani dell'universo, ossia sui differenti livelli.

I cosmi non sono dunque del tutto analoghi gli uni agli altri.
La loro analogia sarebbe stata completa se la legge d'ottava non esistesse; ma in ragione dell'esistenza di questa legge, non vi è completa analogia tra di essi, come non vi è completa analogia fra le differenti note dell'ottava. Solo tre cosmi, presi insieme, sono assolutamente analoghi a un altro qualsiasi gruppo di tre cosmi.

Fonte: quartaviagurdjieff.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento