lunedì 27 giugno 2011

No Tav - La resistenza

Per ascoltare aggiornamenti su Radio Black Out clicca QUI
Ore 12.30 Il sito NoTav.eu ringrazia tutti coloro si ritroveranno a manifestare solidarieta al movimento nelle varie piazze italiane, da Torino a Bologna, ma anche a Vicenza e Siena, tutti insieme per urlare NO TAV.
Ore 11.30. Le donne di Chiomonte hanno occupato il Comune
Ore 11.14. Nei boschi di Giaglione e Chiomonte militari in mimetica pattugliano il territorio al fine di non fare avvicinare nessuno. 
Ore 11.13. All’Iprebeton di Salbertrand preparano il cemento per gettere (si presume) il ponticello dall’autostrada verso il presidio. 
Ore 10.48. I No Tav intossicati dai lacrimogeni incomnciano a scendere dalla montagna. Alcune automobili fanno la spola per trasportarli in Chiomonte.... 

Ore 10.32. Notizie di almeno quattro feriti tra i No Tav. (seguiranno aggiornamenti)
Ore 10.05. Blocchi spontanei in tutta la Valle di Susa. Bloccate le statali, centinaia di TIR ammassati sulle strade della Valle. La gente scende in strada, e gli operai escono dalle fabbriche. 
Ore 9:52. Importantissimo: Punto di ritrovo a Bussoleno, ss 25 bloccata
Ore 09.32. FIOM conferma sciopero di 8 ore in Valle di Susa.
Ore 9:30. I manifestanti ripiegano per i boschi inseguiti dalle forze dell'ordine, si segnalano due feriti
Ore 9:20. Sembra che alcune tende e la barricata centrale abbiano preso fuco a causa dei lacrimogeni
Ore 9:10. Continua incessante il lancio di lacrimogeni, nonostante la richiesta di mediazione. Diversi gruppi di manifestanti si stanno radunando nei vari paesi della valle.
Ore 8:50. La barricata abbandonata, le forze dell'ordine stanno lanciando fumogeni sul piazzale del presidio e cercano di passare passando anche dal parco archeologico
Ore 8:40. Sotto attacco la barricata Stalingrado, stanno usando lacrimogeni e idranti. La statale 24 è ancora aperta, servono rinforzi
Ore 8:00. Lancio di lacrimogeni alla barricata Centrale
Ore 7:50. La ruspa sta spaccando tutto, gli idranti hanno cominciato a sparare dalla galleria per proteggere l’operato della ruspa.
Ore 7:30. Assembramento forze dell’ordine alla centrale. Proposta indecente:” vi lasciamo prendere le vostre cose e andare via”. Rifiutata.
Ore 7:15. La ruspa alla centrale si ferma. inizia la trattativa tra i sindaci e la polizia.
Ore 7:10. Sparati i fuochi dell’allarme generale alla barricata Centrale la ruspa è già al lavoro.
Ore 6:55. Uomini e mezzi in arrivo alla barricata centrale mentre uomini in divisa scendono a piedi da Giaglione(paese).
Ore 6:50. Turi Vaccaro,noto attivista non violento, è stato trascinato fuori dalla barricata sull’autostrada e picchiato duramente. In questo momento è in stato di fermo.
 Ore 6:40. Colonna di mezzi in arrivo anche dalla Ramats.
Ore 6:30. La polizia raggiunge anche la Maddalena. Una ruspa cerca di aprire un varco alla barricata Stalingrado, i NO TAV pronti a mettere i corpi di mezzo.
ore 6.05 - le forze dell'ordine cercano di tagliare il cancello che chiude lo svincolo di Giaglione
ore 6.00 - avvistate circa 80 camionette accompagnate da draghe con pinze, spalaneve e ruspe, un elicottero sorvola la zona
ore 5.45- la Cub conferrma lo sciopero generale del settore privato per oggi 
ore 5.30 - Gli uomini in unforme sono arrivati!
Iniziano ad arrivare mezzi e uomini dalla parte dell'autostrada: draga con pinza e altri mezzi meccanici... molti uomini al seguito
Chi può salga in valle o si tenga pronto...!

-------------------------------------------------------------------

Ore 00.30. L’assemblea sul prato della Maddalena è terminata. Tanta la determinazione espressa nel voler resistere fino in fondo in una notte che potròà rivelarsi decisiva per questa lotta.
Ore 23:45. Migliaia di persone sul prato della Maddalena ascoltano gli interventi di tanti amici e compagni giunti in aiuto della Libera Repubblica.
Ore 23:20. La fiaccolata è oramai al presidio della Maddalena.
Ore 22:50. La testa della fiaccolata è oramai arrivata alla Libera Republica della Maddalena. “Da sopra” si vedono ancora fiaccole in paese. Ralistico quantificare le presenze no tav in 10000 persone!
Ore 22:20. La composizione del corteo è quella delle grandi occasioni con il Tav, tantissimi in marcia, donne e uomini, giovani e anziani.
Ore 22:18. Fiaccolata partita!
Ore 21:30. Sono migliaia e migliaia le persone in attesa di partire dalla stazione di Chiomonte. Movimento No Tav presente, pronto a ‘resistere, con coraggio e determinazione’.

Questo l’appello che nelle ultime ventiquattro ore ha fatto il giro della rete, sui social network e via mail, spammato via sms. Ripartire da Chiomonte.
Ripartiamo da Chiomonte con una fiaccolata per resistere al presidio della Maddalena da domenica notte in maniera continuata nei giorni successivi. L’appuntamento è nel piazzale della stazione ferroviaria di Chiomonte alle 21 per poi dirigersi al presidio della Maddalena e resistere per quelli che ormai sono i giorni decisivi.
Abbiamo fondati e seri motivi per aspettare un intervento di sgombero dalle prime ore della notte tra domenica e lunedì. Prepariamoci però a rimanere al presidio per alcuni giorni. E’ l’ultimo sforzo, le volontà politiche del governo si sono espresse e non lasciano ormai spazio ai dubbi, ci siamo e ci saremo.
Oggi un’assemblea popolare molto partecipata ha lanciato questo appello, resistere, con coraggio e determinazione.

Nessun commento:

Posta un commento