martedì 21 giugno 2011

Alex di tokyo


Catherine

Alex è francese e vive a Tokyo da 10 anni.

Dall'inizio della crisi nucleare in Giappone pubblica su Youtube dei video di aggiornamento, a testimonianza di ciò che sta vivendo lì.
I suoi messaggi finora erano tutti in lingua inglese, struggenti, accorati.
Alex ci racconta un inferno che non finisce mai, ma che sembra anzi peggiorare sempre di più ogni giorno che passa.

Ogni suo video in inglese comincia con il suo solito « Hello to all! » che cambia tonalità a secondo del suo umore, alternandosi tra la speranza, la rassegnazione, la rabbia, il disgusto ..


Alcuni dei suoi video in inglese:

12 aprile 2011 http://www.youtube.com/watch?v=e1GrmZ1_szs

13 aprile 2011 http://www.youtube.com/watch?v=c_NxGnIkRs0

18 aprile 2011 http://www.youtube.com/watch?v=4xrllITsnVs

5 maggio 2011 http://www.youtube.com/watch?v=3DMMVaqG6sw


L'ultimo, del 15 giugno, tre mesi dopo il terremoto, lo ha registrato in francese ... http://www.youtube.com/watch?v=6uj_l_tmuhc&feature=share Questo filmato era scomparso dalla rete ma qualcuno lo aveva scaricato ed è di nuovo visibile, per ora ..

Un riassunto delle sue parole ...

“La crisi qui in Giappone non è affatto controllata.
Ecco alcune informazioni trovate nella stampa:

Sabato un contadino si è impiccato nella sua stalla dopo essere stato costretto a uccidere le sue 30 mucche e a buttare il latte contaminato.

Ed ecco una fotografia sulla prima pagina del Japan Times che mostra gli italiani che festeggiano i risultati del referendum … avrei voluto che su quella foto ci fossero stati i francesi a festeggiare.

Qui si parla di un piano di distribuzione di piccoli apparecchi ai bambini di Fukushima, dosimetri per misurare quanta radioattività assorbono al giorno. Al solito vengono usati dalle persone che lavorano negli impianti. Il governo è pronto a distribuirne 35.000 per i bambini di Fukushima!

E poi continueranno a andare a scuola e, alla sera, le mamme potranno controllare quanti beckerel i loro corpicini hanno assorbito.. La media lì è di 2.6 microsievert all'ora. Il Giappone sarà il primo paese al mondo a mandare a scuola 35.000 bambini con un rilevatore di radiazioni!

Sullo stesso quotidiano la scusa in prima pagina è: se abbandoniamo il nucleare la bolletta sarà aumentata!!!! Quella è la scusa!

L'aumento è stato calcolato a 1000 yen al mese, ossia 9 euro .. Quella è la mafia del nucleare! Ma paghiamoli tutti, questi 10 euro in più, ma loro devono smantellare tutti gli impianti del mondo!

Anche voi volete forse che i vostri bambini vadano a scuola con un dosimetro attaccato sul grembiule? Volete controllare ogni sera quanto plutonio hanno ingurgitato?

In Francia vi dicono che la situazione sta per essere sotto controllo, tutte menzogne!
Nella seconda pagina del quotidiano è scritto: Tepco comincia a pulire l'acqua radioattiva.

Si dice nell'articolo che sono stati rilasciati nell'oceano 720.000 miliardi di beckerel dall'inizio dell'incidente. 770.000 miliardi di beckerel sono stati rilasciati nell'atmosfera, cioè il 15% della quantità rilasciata durante l'incidente di Chernobyl. Aggiungendo i due arriviamo a 30% ..

E poi vi dicono, ci dicono, che non ci saranno rischi per la salute! Qui ci saranno delle leucemie, dei tumori ossei, dei tumori al cervello, prima alla popolazione locale e poi si estenderà agli animali nell'oceano!

Perché in Francia vi dicono che va tutto bene? Perché siete il primo paese nuclearizzato nel mondo!

Vi raccontano baggianate da 30 anni, vi parlano dell'Iran, vi dicono che vi sta per buttare una bomba atomica in testa! Dicono di tutto e di più per fabbricare dei colpevoli e per far dimenticare ai francesi che sono loro i primi colpevoli con tutti i loro reattori impiantati nel paese.

Bisogna smettere di pensare che gli incidenti succedono solo a casa degli altri. Dopo un disastro nucleare la sopravvivenza porta alle guerre civili, se capita a casa vostra che farete? Ognuno lotterà per difendere la propria famiglia, andrete a sparare sul vicino per un po' d'acqua, per un pacco di pasta da dare ai vostri figli …

I paesi come l'Italia e la Germania, Svizzera etc (8 in tutto) che interrompono il programma nucleare in questo momento sono coraggiosi, ma bisogna sapere che lo fanno perché sarà la Francia a fornire loro l'energia nucleare .. E a voi francesi saranno imposte altre centrali, ai confini con questi paesi che non vogliono più il nucleare, e il giorno in cui una centrale esploderà (perché le centrali nucleari esplodono), cosa farete?

E' successo a me, che sono come voi, ho la stessa faccia vostra, sono francese, parlo francese, ed è successo a 200 km da cui! Qui, non sanno più cosa fare, se il plutonio cade siamo tutti morti.

E se un incidente succede dalle parti vostre? Sarà esattamente la stessa cosa. Anche i vostri figli avranno i rivelatori di radiazioni, ma questi non li proteggeranno.

Pregate contadini, agricoltori, che non succeda da voi. Se ci fosse un Fukushima nelle vicinanze di Bordeaux, finito il vino!! Qui s'impiccano …

Il nucleare che avete in Francia è lo stesso che abbiamo qui, il mox fuel che stava nel reattore n.3 veniva dalla Francia! I bambini qui saranno contaminati da un mox fuel francese! Non dico che è colpa dei francesi ma qui o lì è la stessa cosa. I reattori sono uguali, il mox fuel è uguale, e anche le radiazioni, in caso d'incidente, saranno uguali!

La Francia diventerà la batteria dell'Europa, adesso sta bombardando la capitale della Libia. Queste persone si vendicheranno. E quando si vendicheranno che pensate che faranno, credete che lanceranno un aereo sulla Torre Eiffel? Ci credete ancora a queste stupidaggini di terroristi musulmani che lanciano aerei sulla torre Eiffel? No, quando si vendicheranno sapranno dove colpire .. Un paese che ha 50 reattori è un paese debole. Guardate il Giappone, il paese più avanzato tecnologicamente e economicamente, 50 anni avanti sul resto del mondo .. guardate .. una piscina di plutonio! Che ammazzerà tutti qui. E ci sono altri 53 reattori!

Se fermiamo il nucleare sarà la mafia del nucleare a rimetterci, non voi. Voi rimarrete in vita!

E' adesso che sta succedendo! La rivoluzione mondiale contro il nucleare è stata innescata il giorno dell'esplosione della centrale di Fukushima, il punto di non ritorno per questa umanità!

Abbiamo la scelta. O si continua con il nucleare e crepiamo tutti oppure fermiamo tutto, e possiamo guardare le nostre viti in Francia, continuare a bere il nostro vino e a mangiare il nostro formaggio.

Se scoppia una sola centrale poi non c'è più niente, niente latte, niente uva, niente terra, niente bambini. Più niente! Soltanto dosimetri che fanno bip bip bip bip ….

Svegliatevi i francesi, abbiamo bisogno di voi!

Basta con le stronzate, dite al nucleare: no grazie!”

Scandisce le parole Alex, intende farsi capire bene dai francesi ai quali è rivolto questo messaggio.

L'invito finale è di firmare le petizioni ...

Tradotto da Catherine.

Petizione mondiale Fukushima contro il nucleare

La petizione internazionale in inglese

2 commenti:

  1. Ciao Catherine,

    grazie mille per aver tradotto questa tragica testimonianza, farò il possibile per diffonderla, intanto l'ho messa sul mio blog Dietro il Sipario.

    Ti segnalo intanto la petizione mondiale contro Fukushima sperando possa aiutare

    http://www.mainfatti.it/nucleare/Fukushima-parte-la-Petizione-Mondiale-Obiettivo-1-mln-di-firme_037062033.htm

    Ciao
    Barbara

    RispondiElimina
  2. Ciao Barbara, lieta di "conoscerti"! Ti ringrazio per l'apprezzamento e per la condivisione.
    Questa testimonianza potrebbe avere più impatto e più valore di tante chiacchiere .. Ti ringrazio anche per la petizione che firmerò e diffonderò dovunque. Ciao.

    RispondiElimina