martedì 24 luglio 2018

I Manoscritti di Takenouchi e la vera storia del genere umano

I manoscritti di Takenouchi sono una serie di misteriosi documenti trascritti 1.500 anni fa, da testi ancora più antichi, da un uomo di nome Takenouchi Matori in un misto di caratteri giapponesi e cinesi.

Secondo la leggenda, i documenti originali sono stati redatti in caratteri divini molti millenni fa dagli stessi dei.
Gli insoliti testi raccontano una storia dell'umanità in un modo mai raccontato prima, dall'inizio della creazione fino alla nascita del cristianesimo.
Si parla di un'epoca nel nostro antico passato in cui l'uomo viveva in pace e in armonia, uniti sotto il governo del figlio di un Dio Supremo.

I documenti Takenouchi sarebbero stati custoditi dai discendenti di Takenouchi Matori, figlio dell'eroe leggendario giapponese Takenouchi no Sukune. Secondo Yamane Kiku nel suo libro "La storia autentica del Mondo Secreted Away in Japan", i manoscritti originali sono stati tramandati di generazione in generazione e mantenuto nel Santuario Koso kotai jingu situato nella prefettura di Toyama.

Secondo l'autore Kiku Yamane nel suo libro "Authentic History of the World Secreted Away in Japan" afferma che i manoscritti originali sono stati tramandati di generazione in generazione e custoditi all’interno del Santuario Kosokotaijingu in Mount Omijin nella prefettura di Toyama. Non è chiaro come Takenouchino Matori abbia tradotto il presunto 'linguaggio divino', ma secondo le trascrizioni moderne, i documenti Takenouchi descrivono la storia di tutte le nazioni dell’Era 'Divina' ...


I manoscritti parlano di un mondo antico che si è evoluto in quattro differenti periodi di tempo a partire da 300 miliardi di anni fa.

Sette generazioni di "divinità celesti" nell'era Tenjin, [Ogni generazione ha sotto-generazioni nell’era Tenjin (7 generazioni),

- L'era Joko / Koto composta da 25 generazioni
- La dinastia Fukiaezu composta da 73 generazioni
- La dinastia Kanyamato, che comprende 125 generazioni, a partire dal 660DC e continua fino a oggi.

In principio, raccontano questi documenti, il mondo era costituito da un mare di fango e sono occorsi 22 miliardi di anni per formarsi così come lo conosciamo oggi.


Il primo Dio emerse, e i cieli e la terra vennero separati e venne creato il Sole e la Luna mentre a poco a poco, la Terra prendeva forma nel corso di un periodo di 6 generazioni. 
Nella quinta generazione, gli Dei hanno dato vita al Creatore delle Nazioni, che è disceso al Monte Kurai in Giappone, vestito in un corpo 'brillante'. 
Durante il periodo della settima generazione, vari esseri svilupparono tecnologie compreso il trasporto e la scrittura, il controllo del tempo, la tecnologia agricola e computer. Questa settima generazione ha favorito l'inizio del lignaggio dei più grandi imperatori del mondo a partire da Sumero-Mikoto, una antica parola giapponese. I documenti Takenouchi riferiscono che Sumero-Mikoto era considerato come il 'Figlio del Sole', dal momento che è disceso dal dio del sole. 

I figli del Dio Sole hanno dato inizio a una antica ed elevata dinastia e dopo 8.000 milioni anni, i loro figli e figlie sono stati inviati in tutto il mondo per creare le proprie nazioni.

Nei documenti Takenouchi, il racconto della creazione umana non segue il sentiero dell'evoluzione. 

Piuttosto, erano gli Dei quelli che hanno creato gli esseri umani, e i figli degli Dei a loro volta hanno creato cinque tipi di persone di colore (bianco, rosso, blu, giallo e nero) che si sono dispersi su tutta la Terra.

In quel periodo il Giappone era diventato il centro del mondo, da dove gli dei crearono razze che si sono disperse verso l'esterno.

Il Koto era stato il grembo della creazione di un governo mondiale unificato sotto il regno del primo imperatore dio, la Sumera-Mikoto che aveva diviso il mondo in 16 regioni con il Giappone al centro, alla nomina di un re che doveva governare su ogni regione. 



Il sedicesimo petalo del crisantemo, simboleggia il mondo e le sue 16 regioni. 


Questo stemma, oggi conosciuto come il Sigillo floreale del crisantemo è ancora oggi utilizzato come il Sigillo Imperiale del Giappone, uno stemma usato dai membri della famiglia imperiale giapponese. 


Secondo la Costituzione Meiji (1890-1947), a nessuno era permesso di usare il Sigillo Imperiale, tranne all'imperatore del Giappone.

8 commenti:

  1. Il passato è nebbioso
    Questo documento non lo conoscevo, lo trovo molto intrigante.
    Non è l'unica fonte della storia del genere umano, i Sumeri avevano una storia molto antica, gli indiani delle praterie USA idem, in oriente idem, persino i Romani avevano una storia del genere molto simile a quella orientale, le tradizioni sciamaniche andine e messicane idem.
    Se si mettono insieme tutti i pezzi risulta che la storia umana arriva da molto ma molto lontano, di certo non è la storia totalmente artefatta dei libri.

    Daltronde viene detto che, chi controlla il passato controlla il presente e chi controlla il presente controlla il futuro.

    RispondiElimina
  2. RH negativo - 46 cromosomi bastano come evidenze biologiche che Sapiens non discende da Cita?

    RispondiElimina
  3. CITA???? SAREBBE GIA' UN QUALCOSA DI CERTO
    Considerando, che sia noi che Cita, condividiamo la quasi totalità del DNA con il moscerino della frutta, Cita sarebbe già una certezza.
    Dal momento che la teoria di Darwin è ampiamente provato essere errata da dove arriviamo non è dato sapere.

    IMPRONTE IMPOSSIBILI
    Sono state trovate impronte umane fossilizzate vecchie di centinaia di milioni di anni, un'impronta di un sandalo con una trilobite schiacciata sotto il tacco, sapendo che si sono estinte circa 200 milioni di anni fa l'impronta ha almeno quell'età.
    Poi nei giacimenti di carbone manufatti vari, un martello, ciotole e altro.
    E...a quel tempo non c'era nè Cita e neppure i moscerini della frutta, per cui è legittimo affermare che delle nostre origini nessuno può dire nulla, chi pontifica sapendola lunga,o è incredibilmente stupido o è pagato per mentire.

    RispondiElimina
  4. Sono sempre più convinta che la verità o qualcosa che ci va molto vicino sulle origini del genere umano, si trovi solo ed esclusivamente negli antichi testi orientali come questo, i Veda, le tavolette sumere eccetera.

    E a dar credito a Biglino anche la Genesi parla molto chiaro di clonazione umana ed ingegneria genetica operata da civiltà extraterrestri assai più evolute di noi.
    Di sicuro non avremo mai nulla che si avvicini lontanamente alla verità fa parte della NASA e dei buffoni pseudo scienziati alla Hawking servi del sistema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Hawking e compani la vediamo uguale, ha fatto i soldi e diventato famoso con un libro patacca, "Dal Big Bang ai buchi" neri ma sostenuto dai Baroni della scienza.
      Pochi sanno che i buchi neri sono un'invenzione di uno scienziato e religioso, che poi ebbe a dire che i buchi neri da lui teorizzati sono stati un tentativo di conciliare Dio con la scienza
      E il Big Bang? Proposto nel 1927 da Lemaitre un prete e gesuita (una certezza di porcherie) dell'universita cattolica di Louvain, Belgio.
      Quindi siamo al credere per fede.

      Il problema degli antichi testi è che in parte la conoscenza è stata criptata con argomenti metaforici o leggendari, in cui è difficile venirne a capo a meno di conoscere il codice che pare andato perso.
      Santillana nel suo illeggibile (un tomo molto tecnico e tedioso), "il mulino di Amleto" ha raccolto in tutto il mondo un numero enorme di miti, leggende, religioni, tradizioni orali, in tutte le culture antiche risulta che tutte le culture per quanto diiverse conservano il ricordo di antichi tempi molto diversi dagli attuali e tutti basati sul numero 72 che è il numero della precessione.



      Elimina
    2. Si, sto leggendo da molto tempo il libro di Santillana e Von Dechend, nel senso che come hai giustamente puntualizzato tu è molto pesante come lettura, quindi lo riprendo ogni tot di settimane o mesi e rileggo spesso alcuni passi poiché non scorrevole o adatto a essere letto tutto d'un fiato.
      Il numero 72 ricorre tantissimo in esoterismo, basti pensare alle famose 72 vergini in attesa del martire islamico, o le 72 eggregore che compongono Yahweh e Satana, e ci sono tantissimi altri esempi.
      Hai ragione, i testi antichi sono criptati, lo è anche la Bibbia d'altronde.
      La verità è che sono tutti testi per iniziati che hanno più livelli di comprensione e interpretazione, e non è un caso che le persone religiose che non siano rabbini esperti di Cabala o studiosi seri si attaccano alla comprensione letterale di quei testi, non avendo le basi culturali e nemmeno psicologiche per accettare la realtà, che è tutt'altra cosa dalle loro illusioni e dai loro fanatismi di basso livello.

      Elimina
  5. Io mi soffermerei sulle datazioni.
    Si parla di 300 miliardi di anni e 22 per la formazione della terra.
    Attualmente le teorie scientifiche più accreditate danno il big bang intorno a soli 14 miliardi di anni e la formazione della terra a poco più di 4...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le datazioni non valgono nulla.
      Il pianeta è stato spesso teatro di eventi elettrici estremamenti intensi a livello planetario. Questo ha modificato profondamente ogni possibile datazione rendendole inutili.
      Recentemente anche l'ufficialità ha ammesso che le datazioni sono errate.

      E' provato che oltre il 99% delle ricerche pubblicate sono fasulle e definite speudoscienza politicamente motivate.

      Quelle che nomini teorie scientifiche più accreditate sono solo spazzatura, il sistema del peer review (revisione tra pari)è definito una frode.
      Government agencies fabricate science data all the time, un articolo recente.
      La NASA è una fabbrica di falsi ben provati.
      L'astronomia è provato con fatti provati e provabili essere totalmente un mucchio di fantasie spacciate per scienza, spazzatura e basta.
      E' provato che quello che non può essere visto, fotografato, misurato è scienza con premi e fondi, quello che invece viene fotografato, misurato, analizzato spettrograficamente, riprodotto in laboratorio è definito fantasie dagli astronomi. La NASA evita di fotografare certi particolari delle galassie che sono imbarazzanti, ma che altri fotografano.
      Non esiste una sola ricerca sul cancro che sia replicabile (dati ufficiali).

      Chi comanda il fortino della scienza impedisce ogni pubblicazione contraria al politicamente corretto e accettato.
      Uno scienziato ebbe a dire: Questo periodo storico verrà ricordato come il più buio per la scienza
      In definitiva viviamo immersi in una bolla di falsi a livello globale in tutti i settori.

      Elimina