martedì 20 settembre 2016

Montagne o antichi alberi fossilizzati? Una strana teoria gira nel web...


Di Daniele Reale

Quello che vi riporto è quanto sta girando ultimamente nel web, ovvero la strana teoria che vuole che in un antico passato abitato da Giganti e Dei, come narrano anche gli testi sacri di tutto il mondo, anche gli alberi fossero giganti, estremamente giganti...

Non voglio professare questa teoria come verità, poiché ho numerosi dubbi al riguardo, ma pubblico ugualmente questo articolo per "curiosità", poiché alcuni punti sono interessanti, mentre altri appaiono assai banali.

Questa teoria sostiene che allora sulla Terra esistevano esseri giganti e alberi giganti e che questi vennero tagliati quasi tutti, poi un giorno scoppiò la guerra nucleare, forse la nota guerra tra Titani o l'affossamento di Atlantide, questa nucleare sconvolse rapidamente e drasticamente la vita sulla terra, letteralmente fossilizzando tutto in pochi minuti, ed ecco che gli alberi tagliati si pietrificarono nelle montagne che oggi conosciamo, mentre gli alberi che stavano ancora in piedi si spezzarono trasformandosi nelle montagne di roccia aguzza che oggi conosciamo...


Come prova di questo, prendono come esempio la struttura perfetta di certe formazioni rocciose, troppo perfetta per essere ottenuta dalla semplice erosione di acqua e vento.

Secondo questa teoria poi, il grand canyon come altre formazioni rocciose simili, non sarebbero altro che il resto di cave utilizzata dai Giganti del passato, che la utilizzavano per estrarre le risorse minerarie e tagliare alberi.
Tuttavia per quanto a prima vista questa teoria appaia affascinante e sensata, molte domande rimangono per ora senza risposta e quindi non posso che considerare il tutto come "fantasioso", simpatico, ma fantasioso.

Se le montagne fossero davvero i resti degli alberi taglia e spezzati di un lontanissimo passato abitato da Dei Titani e Giganti, dove sono le loro radici?

E dove sono ora i resti degli attrezzi utilizzati all'epoca per tagliare questi immensi alberi?

Ora non vi resta che visionare il documentario in questione e trarne le vostre personali conclusioni:



Alcune foto tratte dal documentario:




Fonte: ilnuovomondodanielereale.blogspot.it

6 commenti:

  1. Trovo la teoria molto affascinante e suggestiva, ma, come l'autrice dell'articolo, mi sento di affermare che, senza un adeguato supporto di ulteriori e più approfondite indagini scientifiche, non bisogna correre troppo in avanti. E' bene che si osservi e ci si documenti ancora per avallare simili ipotesi, ma è, tuttavia, importante non gettare all'aria concezioni ben esposte. Un sano equilibrio è fondamentale!!! Mente sgombra da preconcetti e attenzione indagatrice equilibrata!!!

    RispondiElimina
  2. Leggendo questo articolo e guardando il video (lo ammetto, non ho avuto tempo di finirlo) mi è venuto un sospetto. E' possibile che l'uranio e le altre sostanze radioattive presenti nel suolo siano una prova della guerra nucleare tra Titani? Dopotutto, anche dopo la seconda guerra mondiale la radioattività dell'atmosfera è aumentata, quindi se noi abbiamo potuto alterare l'aria, i Titani, ben più avanzati di noi, avrebbero potuto modificare anche il suolo profondo. Sto dicendo delle sciocchezze?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo proprio che non sei il primo a porti quella domanda! E' una domanda lecita in ogni caso. Ecco, qui ad esempio:
      "Spesso, leggende criptiche o antichi testi nascondevano possibili allusioni ad armi nucleari e ai loro effetti. In Cina, l’opera letteraria Feng–Shen–I conteneva il racconto d’una guerra dei Quattro Giganti Celesti di Ching–chang con Chiang–Tzu–ya e il Generale Huang–fei–hu di Hsich’I. E. T. C. Werner riferisce come, durante la guerra, uno dei Giganti, Mo–li ch’ing, usasse una lancia magica chiamata “Nuvola Blu”, e quali fossero le conseguenze.
      “Generò un vento nero che produsse decine di migliaia di lance che perforarono i corpi degli uomini e li trasformarono in polvere. Il vento fu seguito dalla ruota di fuoco, che riempì l’aria di feroci serpenti. Il denso fumo si chiuse sugli uomini bruciati e nessuno poté sfuggire”.
      Non appare questa, in un racconto mitizzato, come la descrizione di un’esplosione nucleare? "...
      http://www.liutprand.it/articoliMondo.asp?id=345

      Elimina
    2. Le somiglianze sono notevoli, ma la precisione con cui sembra agire questa "lancia magica" lascia intendere una tecnologia molto avanzata, lontana dalle "nostre" bombe. Possibile che si tratti di sistemi più complessi, come ad esempio oggi potrebbe essere l'HAARP?

      Elimina
    3. Intanto su HAARP non abbiamo certezze, non sappiamo nemmeno se è stato chiuso e quanti siano esattamente gli impianti di tipo HAARP nel mondo.
      Che fossi esistita una civiltà avanzata nel passato remoto è possibile secondo me, anche se non ne troviamo le tracce, ma potrebbe essere che, sempre che fosse esistita, abbia usufruito di tecnologie molto diverse dalle nostre tecnologie meccaniche. Penso ad esempio all'utilizzo del suono, alla levitazione e altre "stregonerie" del genere.
      In questo campo tutte le fantasie sono concesse ma se ci fosse qualcosa di vero alla base non è detto che prima o poi non si riesca a scoprirlo.

      Elimina