lunedì 27 giugno 2011

No Tav - L'attesa

Catherine

Ed è ancora attesa lassù a Chiomonte in Val di Susa. 
Sono anni che i valsusini aspettano. 
Aspettano che il progetto assurdo del treno ad alta velocità sia cestinato, che ritorni nel posto dal quale non sarebbe mai dovuto uscire, nel bidone dell'immondizia. Un progetto che, dopo essere stato studiato e ristudiato a fondo e dopo che la sua inutilità e dannosità sembravano ormai dimostrate, avrebbe dovuto essere abbandonato.
Si è sperato che la macchina - molto più pesante di un treno - politica e d'interesse si sarebbe fermata. Ma no, chi può fermare il progresso!
Ed è di nuovo nella totale indifferenza dei media che 4000 persone questa sera si sono ritrovate in una fiaccolata delle ultime ore di questa lunga attesa. Ricordano ancora, i valsusini, quando nel 2005 sono stati caricati e aggrediti dalle forze dell'ordine e ora tutto sta per ricominciare. Ma adesso dovrebbe essere un'attesa di ancora poche ore. E io scrivo per ingannare quest'attesa...
Dopo la fiaccolata i più piccini sono tornati a casa e ora si aspettano le forze dell'ordine, i difensori dei cittadini...
Certo loro saranno pure convinti di fare il loro dovere, dopo tutto questi valsusini, sicuramente dipinti come aggressivi, forse armati e fuori di testa, dovranno pure capire che stanno sbagliando a resistere! Certo che bisogna essere proprio fuori di testa per osare impedire il progresso, per voler fermare le tecnologie del futuro, si, quelle tecnologie miracolose che portano occupazione, benessere, consumo, insomma bisogna essere pazzi per rifiutare ciò che viene deciso per il nostro bene!
Loro sono pronti, sono uomini donne e anche anziani questi pericolosi ribelli, e sono pronti non per l'attacco, ma a difendersi, e a difendere nello stesso tempo tutti gli italiani, che pagano per opere che servono soltanto a riempire le tasche dei promotori e che a loro non ritornano mai come vantaggi reali.

E mentre scrivo ho appena saputo che da Torino le forze dell'ordine si stanno muovendo … Forse l'attesa sta finendo
Forza ragazzi, siamo con voi.

Nessun commento:

Posta un commento