venerdì 17 marzo 2017

Disturbo cospirativo paranoide? ...

Chuck Giuliani è uno psichiatra italoamericano, nonché mio amico di infanzia. I suoi nonni paterni vivevano nella casa a fianco della mia, e lui ed i suoi genitori, che erano emigrati anni prima negli Stati Uniti, erano soliti far loro visita tutti gli anni, nel mese di luglio. E' stato così che ho conosciuto "Ciak", all'epoca un ragazzino un po' più grande di me.

Sono passati molti anni. Chuck, come preannunciavo, ha compiuto intensi studi universitari ed è diventato uno psichiatra abbastanza affermato anche se non famosissimo, iscritto all'American Psychiatric Association. Tale impegno non gli ha comunque impedito di continuare a far visita ai suoi amici italiani, né, qualche volta, di ospitarli nella sua dignitosa dimora, nel distretto di Washington. Io stesso gli ho fatto visita in un paio di occasioni. L'ultima volta è stato nel 2006.

Più volte, sia personalmente che via internet, abbiamo discusso, anche in modo animato, dei problemi della nostra società. Inutile dire che, da quando ho scoperto il signoraggio, e più che mai da quando tale argomento è diventato uno spinoso tabù, non ho mancato di parlargliene ogni volta che potevo, pur col rischio di annoiarlo. In cambio, lui cercava in ogni modo di annoiarmi con lezioncine sulle più disparate teorie psicologiche e novità nel campo del trattamento farmacologico delle patologie mentali....


Tutto questo fino a ieri sera, quando le nostre "passioni" si sono incontrate inaspettatamente in un punto. Dopo alcuni giorni di silenzio, Chuck ha risposto ad una mia e-mail per darmi un aggiornamento in merito ad un tema a lui abbastanza caro, ossia il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM). Da qualche tempo è infatti in circolazione una bozza della prossima edizione, la quinta, la quale si prevede che uscirà nella sua versione definitiva alla fine del 2013.

Chuck mi ha riferito che, sebbene non presente in bozza, è tuttora in discussione la possibilità di inserire fra i disturbi mentali riconosciuti il cosiddetto "Disturbo cospirativo paranoide".

E che cos'è questo disturbo cospirativo paranoide?

Non si tratta d'altro che non della credenza in quelle che spregiativamente vengono definite "teorie del complotto"!
E così, la comunità psichiatrica si sta preparando al passo successivo verso l'edificazione di quello che, ormai, non ho alcun problema a chiamare il Nuovo Ordine Mondiale: dichiarare insano di mente ogni possibile oppositore a tale aberrante linea politica.

Chuck, che è una persona fidata, per bene, si è detto ovviamente contrario ad una tale presa di posizione da parte della comunità medica. Ma non si è astenuto dal manifestare la sua preoccupazione, in quanto, a suo dire, da parte dell'APA si sarebbe recentemente raggiunta una quasi unanimità nell'accettare l'esistenza del Disturbo Cospirativo Paranoide. Io sono basito.
Cosa possiamo fare?

7 commenti:

  1. É come credere al sole perché ogni tanto si vedono spiragli di luce ma vivere in una stanza buia. Si impazzisce per difetto anziché d' eccesso di stimoli..!


    Dal momento che la versione ufficiale si scontra con le teorie del complotto,servirebbe un ente ufficiale che a piccole dosi dia credito al sostegno psicologico ai casi più alienati...

    Non servirebbe una immediata divulgazione e smantellamento del cover up ma piccoli gruppi di sostegno Ufficializzati...!

    Stiamo parlando di una valanga troppo grande per non travolgere le menti impreparate,pertanto almeno quelle più bisognose dovrebbero venir salvaguardate!

    Oltretutto motiverei tali centri di recupero di credibilità con l'aggravante che la natura delle tossico dipendenze deriva propio dal fatto che, una erronea visione della vita porta al rifugiarti in qualcosa di piacevole ed immediato come le droghe.

    Pertanto dal momento che il populismo si sta facendo strada e la voce del popolo é unanime, i tempi del post truth richiedono una adeguata e congrua profilassi ed attuazione del credo di ognuno che (religione a parte) necessita di una dose di verità da sempre mai data ed anzi,screditata!

    Ora é il momento che si ufficializzi tale bisogno e che le persone possano curarsi con le informazioni giuste , così facendo si migliorerebbe la salute psico emo fisica e si accompagnerebbe lo stato di risveglio a queste informazioni in maniera sicura anziché traumatica come é destinato ad avvenire.

    RispondiElimina
  2. Io sinceramente penso che non possiamo farci nulla, io intimamente non ho più speranza per una ripresa da parte delle persone della loro umanità. Non sì ha più considerazione dell'etica e della morale, nessuno ha più nemmeno la propria bussola interiore, per la grande maggior parte privi del proprio sé. Io sento d'esser venuto qui per parlare alle persone, ma queste non hanno più ne orecchie per ascoltare ne cuore per sentire; essendo privi del sé, quindi vuoti, per riempirsi hanno tutti dato ampio spazio all'ego, ai condizionamenti della società, dell'educazione, di una falsa cultura, e tutti questi elementi sono diventati senzienti nelle menti delle persone, e filtrano tutto ciò che di semplicemente buono potrebbe giungere loro. É una condizione avvilente, la società é profondamente marcia, malata e perversa, e non penso esista qualcosa che possa far ritornare la "normalità" da questa condizione, é troppo in fondo per risalire, troppo malata per guarire, l'unica "salvezza" é il fuoco, e ricominciare da zero.

    RispondiElimina
  3. In fondo sai di non pensarlo.
    Hai giustamente espresso la reazione di pancia ma non hai ben dato sfogo ai desideri del tuo cuore positivo,non ti dai la possibilità al tuo cervello di essere creativo e non tieni conto della solidarietà e del sostegno fra persone che invece la pensano propio come te (armagheddon a parte)e ne gioverebbero dal parlare con te! Semplicemente hai parlato alle persone sbagliate fino ad adesso!!
    Si sente da come parli che sei ad un passo dal suicidio ma é propio ora che devi reinventarti e smetterla di arrivare a facili grigiori conclusioni fra l'altro banali e di nessuna utilità! La vecchia patetica visione nichilista che proponi non ha nulla a che fare con un mondo che si sta appena solo oggi risvegliando dalla supremazia del CoverUp. C'è tutta la strada appena da percorrere e servono persone come te che cambiano il loro punto di vista per sollevare anche quello degl'altri per fare i primi passi nella nuova direzione!....
    Meno cazzate,qua ci hanno preso per il culo per centinaia di anni é ovvio che i meno attenti sono come li hai descritti tu ! Ma non per questo la fine del mondo e il ripartire da zero sono un opzione,non siamo mica in un cazzo di videogioco porco****!

    RispondiElimina
  4. una forma di "speranza" in un qualche cosa di superiore che metta ordine nel caos del mondo. Il panico generato da tutti gli episodi violenti che "bombardano" il quieto vivere, porta a credere fermamente in qualche cosa di invisibile ed immateriale; un Dio? Un NWO? qualunque cosa.

    RispondiElimina
  5. Il pane quotidiano potrà anche essere il panico ma tu sai che non é quello che ti fa bene. Sai che il caos dentro e quello fuori sono interscambiabili e sai che il NWO non si attuerà più,hanno i giorni contati. E poi non qualunque cosa ti fa credere in Dio, come neanche nel sole nero... Devi servire una energia per desiderare che si espanda! Quindi bando alla depressione perché servono persone come te dire: Basta . E a capo!

    RispondiElimina
  6. Non era una visione Armageddon, era una visione razionale, il fuoco purifica, tutto qui. Comunque condivido tutto il resto, ma leggere questo articolo mi ha proprio fatto girare. Non credo in nessuna forza esterna a noi che arriverà e sistemerà tutto come io meglio credo che sia, semplicemente il toroide del nostro pianeta segue il ciclo dei cinque elementi ordinati secondo il pentacono, ed essendo che abbiamo finito la fase "terra", ora tocca al fuoco e poi si ripartirebbe con lo spirito. É un sistema toroidale di bassa evoluzione, ma che noi ancora sosteniamo, ed essendo che una cosa consegue all'altra, io vedendo la condizione umana di oggi, vedevo anche normale l'arrivo del "fuoco" intenso come fase. Io ho 19 anni, e negli ultimi 7 ho incontrato tantissime persone che hanno saputo ascoltarmi, e che hanno saputo trarre beneficio personale da ciò che ho da dire, ma adesso incontro solo persone talmente ignoranti da sembrarmi di una specie totalmente diversa da quella dell'essere umano, sono un' ignoranza, una stupidità, una cattiveria, talmente insite e ben formate che li caratterizzano al di fuori di quel che dovrebbe essere la natura umana, sembrano alieni, e sono queste persone che mi fanno dubitare, io so che c'è possibilità di redenzione per tutti, ma quelli mi sembrano troppo persi in giro che non é più il problema fargli trovare la giusta strada, ma fargliela accettare.

    RispondiElimina
  7. Sono d'accordissimo con te ma trovo che il piano d' esistenza della forma toroidale sia quello spirituale perché.... All inizio della creazione il pianeta era prettamente spirituale energetico di bassa densità e fino ad adesso si é strutturato fino a terraformarsi. Adesso segue la purificazione focale come hai spiegato bene tu,ma che spiritualmente, dividerà chi come te ha ricercato lo spirito nella materia da quelli che su descrivi...
    Nulla di catastrofico per te e quelli come te quindi.. Per gl'altri forsee un pochettino..
    Ciò non dimeno va sempre specificato il lato positivo oltre a quello negativo perché dal tuo commento sembrava una strada a vicolo chiuso per tutti...!
    Soprattutto quello che hai ben notato non é appunto una catastrofica caduta verso il baratro benché sembra esserlo,il perché é che visto l'aumento esponenziale che sta avendo la luce(accendendosi nelle persone o aumentandone la radianza), l'oscurità negl'ultimi anni si sta facendo sempre più concentrata(bruciando la cattiveria e creando autocombustione incenerente) e marcata..((solito discorso che prima di sorgere del sole fa sempre piu buio))
    Chi ha un percorso interiore ha da star sereno diciamo...

    RispondiElimina