lunedì 25 marzo 2013

Le scarpette rosse

« Dorothy: E come fai a parlare se non hai il cervello?
Lo spaventapasseri: Ah non ne ho idea... ma c'è un mucchio di gente senza cervello che chiacchiera sempre". »

Catherine

Ultimamente ho riletto "Il meraviglioso mago di Oz", il celebre romanzo per ragazzi di L. Frank Baum, distraendomi dalla quantità di parole che sento e leggo a proposito del nuovo Papa. ... Ma le scarpette rosse di Dorothy mi hanno riportato di nuovo al Papa!
In questi giorni sentir parlare del Papa sarà sicuramente normale visto che è fresco sfornato e che la sua figura desta particolare interesse soprattutto per l’alone di umiltà e di semplicità con il quale si circonda e il fatto, a dir poco eccezionale, che l’ex Papa sia ancora vivo ..
E fin qui tutto regolare.
Ciò che mi preoccupa un po’ è tutto questo fiorir di attese delle sue mosse che dovrebbero stupirci, ma anche di tutti questi giudizi, tutti questi pareri che spuntano ovunque, al bar e in rete, e che s’incrociano, si contraddicono: “Ma tu come lo vedi sto nuovo Papa? Ti piace? Come lo trovi? Simpatico? .. Hai sentito cos'ha fatto? E chissà cosa farà ancora! .. Speriamo che farà cose buone! .. Ma tu che dici? E’ buono o cattivo?” .. Ci si aspetta che alzi la bacchetta magica e faccia qualche mossa prodigiosa e si cercano i segni della sua bontà ovunque.

Secondo me non si tratta tanto di capire se quel Papa è "buono" o "cattivo", questi sono giudizi soggettivi e ritengo che, non avendo tutti i dati a disposizione ma soltanto indizi, non ci appartenga giudicare l'individuo in sé. Nessuno è tutto buono o tutto cattivo (tranne la Strega Buona del Nord ovviamente). Nemmeno Hitler era "cattivo", persino lui era convinto di agire per il bene di una causa che riteneva giusta .. Ci sono tanti politici e uomini di potere, ora e nel mondo, che sono  responsabili di stragi non meno efferate delle sue, ma quasi nessuno ne parla a livello mediatico, e non se ne parlerà fino al giorno in cui scoppierà qualcosa e i poteri della grande finanza riterranno utile farlo per demolire tale o tale altro personaggio scomodo (ved. Gheddafi ad esempio). Non per sminuire ciò che ha fatto Hitler ovviamente, ma rendiamoci conto che ci sono tantissimi Hitler in libertà o a piede libero, in questo momento preciso, sul nostro pianeta..

Nel romanzo di Baum le scarpette di Dorothy non sono rosse bensì argentate e c'è un probabile e parodistico riferimento al periodo di grave deflazione e conseguente crollo dei prezzi nonché arricchimento delle banche che conobbero gli Stati Uniti all'epoca della stesura della storia (1880 - 1896). Una delle soluzioni che venne proposta allora fu quella della libera coniazione dell'argento. Buffo no? ..

Dunque vediamo, dimentichiamo Dorothy e torniamo al Papa ..
Come faccio a sapere chi è Papa Francesco? Io non lo conosco, e mi meraviglio quando sento pronunciare giudizi entusiasticamente positivi su di lui solo perché ha la faccia “buona” (che cavolo significa avere la faccia buona? Mica è difficile avere una faccia buona dopo aver visto quella di Ratzinger per anni! Persino lo Spaventapasseri è più bello di Ratzinger!), o perché ha utilizzato l’elicottero bianco dell’Aeronautica Militare o perché ha rifiutato le scarpette rosse (magari teme che battendo per sbaglio i tacchi rischia di ritrovarsi sulla strada lastricata di giallo del Mondo di Oz, sai che risate!)..

Giudicare è (sbagliato ma) umano, certo, ma è un po' come parlare degli ultimi sviluppi della soap opera o della serie di turno, analizzando le azioni di tale o tale personaggio come se fosse una persona reale.
La verità è che la massa non sa proprio chi sia quel Papa ma tenta lo stesso di far combaciare la sua funzione ufficiale con la sua personalità umana. Ma non è possibile farlo, ogni giudizio rimane necessariamente soggettivo e quindi inutile, e soprattutto potenzialmente pericoloso, come lo sono tutti i giudizi veicolati per sentito dire e accettati per istinto di aggregazione... E sappiamo bene che non è difficile manipolare i pensieri della gente come se fosse un alveare.
Quelle recite papali che ci vengono servite tramite i media fanno a me lo stesso effetto di un film, o di una fotografia piatta e senza anima. E come si potrebbe avere la più pallida idea di chi sia la persona che incarna il personaggio del film? Com'è davvero quella persona nella vita? Nessuno lo sa.
Idem per il Papa e simili ..

Per me un'unica cosa rimane fuori da ogni dubbio: chi arriva al potere non farà nel futuro che gli interessi del potere stesso, sennò al potere non ci arriva.
E se ci è arrivato "per sbaglio" o per "complicanze diplomatiche" (capita ... ), allora le cose devono essere “aggiustate” prima di sfuggire completamente al controllo: il soggetto viene comprato oppure viene eliminato..

Nessun umano al potere ha mai lavorato per gli interessi della massa, ma soltanto per quelli della propria casta e di quelle superiori, e tanto meno il clero .. figuriamoci!
Certo che un gesuita alla testa del Vaticano fa una certa impressione: è come se il Presidente della Banca Centrale Europea fosse ufficialmente e apertamente messo a governare gli Stati "sovrani" europei …



Questo Papa è come tutti i politici all'inizio dei loro mandati, tutti danno in pasto qualcosa per farsi ben volere, una riduzione dell'IMU di qua, un qualche contentino di là, un'auto di lusso in meno di qua, una croce di ferro e una stretta di mano in più di là .. 
Noi possiamo soltanto giudicare i fatti, e i fatti sono che il potere economico e politico del clero, in contraddizione con tutto ciò che va ipocritamente predicando da due secoli, non ci aiuta e non ci ha mai aiutato.
E se questo Papa Bergoglio vuol far vedere che è umile come il santo poverello (nonché Patrono d’Italia) dal quale ha preso il nome, non possiamo escludere che si tratti soltanto di fumo negli occhi, nel migliore stile "political show" in auge da decenni.
Le domande genuine sono spesso quelle più scomode (ved.: "Papà, come si fanno i bambini?"), allora facciamone una semplicissima: perché il Papa non tira fuori i soldi dalle casse del Vaticano, (nonché i farmaci che custodisce gelosamente) e faccia in modo di dare una mano al pianeta intero, visto che i soldi ci sono e avanzerebbero anche?
Forse per le stesse ragioni per le quali lo stato italiano non è in grado di riprendere il controllo della propria moneta? ...
Non è che queste mosse siano l'ennesimo trucchetto per farci stare buoni, no.. ?
La risposta è che, anche se quel Papa lì fosse davvero "buono" e volesse (per miracolo!) cacciar fuori i soldi, è il sistema stesso che non glielo permetterebbe. 

L'eggregora Denaro è ormai l'unico dio in carica e l'unica Autorità Suprema in questo mondo senz’anima.

Tante speranze, tante illusioni, tante attese, sui visi di tutte quelle persone, tanti spaventapasseri, boscaioli di latta e leoni codardi  accalcati in Piazza San Pietro o incollati davanti al televisore. Mi dispiace molto, so che vi è un gran bisogno di speranza nei loro cuori, ma quella gente sta fuggendo dalle proprie responsabilità e si aspetta, come sempre, le soluzioni dall'alto .. 
Ed è così che finisce puntualmente per ottenere esattamente ciò che si merita: il cappio al collo che si restringe.
Quando impareremo che le soluzioni non arrivano mai dall'alto?

Ma basta pensare male, sennò mi do' la zappa sui piedi e faccio come quelli che critico. Alla fine solo le azioni parleranno. E nel frattempo tutti gli spaventapasseri, boscaioli di latta e leoni codardi del mondo chiacchierano chiacchierano … sulle scarpette rosse del Papa, forse aspettando che magicamente sia lui a dare loro cervello, cuore e coraggio.


4 commenti:

  1. Se chiedi perchè non tira fuori i soldi, ti risponderanno che già ne tirano fuori tantissimi per mantenere tutte le Chiese e Congrega nel mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara, ti dice quello che vuole, tanto è tranquillo, la maggior parte delle persone si accontenta di chiacchiere .. ;)

      Elimina