venerdì 3 agosto 2018

Che cosa succede dopo la morte, secondo Silver Birch (Betulla d’Argento)

Silver Birch ci descrive sinteticamente ciò che dobbiamo aspettarci dopo il “Passaggio”, e ‘come’ e ‘dove’ vivono i nostri cari che hanno già varcato la Soglia.

Silver Birch è uno Spirito-Guida che non si è mai incarnato sulla Terra. Per fornire un aspetto “umano” di se stesso al medium Maurice Barbanell, si presentò a lui sotto le spoglie di un Nativo Americano vissuto più di 3.000 anni fa.

I messaggi da lui trasmessi nei primi decenni del secolo scorso sono ancora attualissimi e trovano pieno riscontro con tutto ciò che oggi sappiamo sull’Aldilà, grazie a migliaia e migliaia di testimonianze dei cosiddetti “ritornati”, e a svariati medium e canalizzatori sparsi in tutto il mondo.

Il giorno dopo la tua “morte” sarai lo stesso individuo che eri il giorno prima, tranne per il fatto che avrai buttato via il tuo corpo fisico. In questa nuova condizione, potrai esprimere te stesso attraverso il corpo eterico, che è una replica di quello fisico, senza però alcuna delle sue imperfezioni.
Tutte le malattie e le infermità saranno state lasciate dietro di te: i sordi udranno, i muti parleranno, i ciechi vedranno e lo storpio non sarà più tale ...


È necessario cercare di capire che la vita nel mondo spirituale non è un sogno nebuloso. 

E’ invece piena di attività e altrettanto reale della vita che ognuno vive qui sulla Terra.
Siamo abituati a pensare al mondo materiale come reale e solido, anche se in realtà non è così, come la Fisica dimostra. Le cose della mente, o dello Spirito, ci sembrano oscure e vaghe, ma per coloro che vivono dall’Altra Parte, il mentale è il ‘vero’, mentre il fisico è l’ombra.

Questo, senza dubbio, sarà un po’ difficile da cogliere per voi, ma troverete una perfetta analogia se pensate ai vostri sogni. 

Quando si sogna, tutte le cose che si incontrano sono reali nel momento del loro accadere, e diventano sogni solo quando vi svegliate.

Ma se non vi svegliaste mai ed il sogno fosse lo stato perenne della vostra esistenza, allora quello stato onirico sarebbe la vostra realtà.

Il mondo degli Spiriti è intorno e su di noi.

Alcune persone lo vedono e lo sentono perché possono entrare in sintonia con le sue vibrazioni. Non si trova in qualche continente lontano, ma è una parte dell’universo, miscelato ed intrecciato con il mondo fisico.

È necessario allontanare dalla vostra mente la vecchia idea teologica che, dopo la “morte” c’è un sonno eterno ed indisturbato, sebbene ci possa essere, in un primo momento, un breve periodo di riposo per permettere allo Spirito appena arrivato, di adattarsi alla sua nuova vita. Questo richiede di solito un po’ di tempo, ma poi lo spirito incontra coloro che lo hanno preceduto. Le famiglie sono riunite e i vecchi legami vengono ristabiliti, come pure le antiche amicizie.

So che vi state chiedendo: “Come sarò in grado di riconoscere coloro che mi hanno preceduto?” Questa però non è una vera difficoltà, perché Essi vi conoscono bene, avendovi vegliati ed essendo rimasti in costante contatto con voi; poi, giacché il mondo degli Spiriti è un luogo dove il pensiero è realtà, essi saranno in grado di mostrarsi a voi per come li avevate conosciuti. Vi è, tuttavia, un fattore di grande importanza operante sempre nel mondo dello Spirito: la ‘Legge Eterna di Attrazione’.

Solo coloro che hanno qualità spirituali affini, possono incontrarsi nella nuova vita, sullo stesso piano. Per esempio, il marito e la moglie che sono stati insieme sulla terra, uniti solo da un legame giuridico e tra i quali il vero amore non è mai esistito, non vivranno insieme nella vita dello Spirito.


11 commenti:

  1. La morte non esiste è solo un cambio di stato,essa non è buio ma è luce,non è dolore ma è gioia,non è la fine ma è l inizio della vita eterna. E la certezza di tutto ciò è stata testimoniata dai Santi,dai Mistici,dai Sensitivi di ogni epoca e di ogni tempo e anche e soprattutto dalla centinaia di esperienze di Premorte che non sono come sostiene la Scienza ne sogni e ne allucinazioni ma solo uno sguardo fugace su ciò che ci attende tutti, nessuno escluso dopo la morte del nostro corpo.

    RispondiElimina
  2. Verrebbe voglia di chiudere le finestre e aprire il gas...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di aprire il gas è meglio pensarci una seconda volta.

      Il quadro dopo la vita è molto più complesso di quello che viene detto e non così idilliaco. Con la mia compagna, passata oltre, nelle canalizzazioni io in trance e lei a gestire chi veniva, subito veniva un morto da fare passare oltre, poi entità varie. Spesso ci volevano due o tre canalizzazioni prima di riuscire.

      Viene detto che la morte non è la cura della stupidità, confermo, dall'altra parte è una replica di quello che si era di qua, centinaia di morti fatti passare oltre ce lo confermano, quasi tutti convinti di essere vivi e che i morti eravamo noi, che palle.
      Ci sono anche quelli che sanno di essere morti e gli va bene così, ci sono anche brutte persone che non vogliono passare oltre, cosa ci sia nell'oltre non lo so.

      Nei viaggi sciamanici, come altri che fanno queste cose, di morti nel mondo superiore ne ho visti a iosa, li sono già quasi pronti a rinascere e non sono insopportabili, li evito nel limite del possibile.

      E il mondo dei morti in espiazione?
      Nessuno ne parla ma esiste. I praticanti di sciamanesimo sanno molto bene che esiste, andarci è un altro discorso, perchè è estremamente pericoloso. Bisogna essere portati dagli alleati al suo ingresso e poi un guardiano ti ci deve portare dentro, allora si è totalmente al sicuro.
      Io ci sono andato tre volte, per prendere dei frammenti dell'anima e riportarli alla proprietaria viva, senza permesso e senza il guardiano, lo si può fare ma a proprio rischio e pericolo, la prima volta e a momenti ci lascio la pelle.
      Non è un bel posto, brullo, scuro, i morti si aggirano senza sosta e senza meta, tutti i praticanti di sciamanesimo che ci sono stati vedono le stesse cose, e alcuni come me hanno fatto feroci lotte per uscirne vivi, un gran brutto posto.

      Ho trovato dei morti fuori posto, questo significa che le regole vere che vigono dopo la morte non le conosce nessuno, eppure su internet si trovano istruzioni dettagliate che paiono il manuale del novello deceduto, da ridere.

      E i Paradisi?
      Esistono, sia io che altri ci siamo stati, ma solo se ti ci portano gli alleati. Sono stato nel paradiso islamico delle 72 mogli vergini, nel paradiso della razza superiore con Odino, Valchirie e tutto il resto, in alcuni paradisi cristiani, nella terra paradisiaca dei Testimoni di Geova e che cosa ci ho trovato?
      Il paradiso promesso naturalmente, che dopo poco tempo diventa un inferno.
      insopportabile.
      Un Pardiso cristiano era molto bello, angeli o simili che suonavano armoniose musiche, un bellissimo posto e il morto a godersi lo spettacolo. Poi lo spettacolo ricominciava da capo e sempre lo stesso spettacolo all'infinito. L'agognato Paradiso molto brevemente diventava di una noia mortale con il morto che voleva solo fuggire. La stessa con altre tematiche negli altri Paradisi

      Elimina
    2. Non so se lo conosci, ma potrebbe aver vissuto esperienze simili alle tue.
      E oltre a descrivere un'universo pullulante di vita (nel 700!) anche lui dice che nella dimensione successiva ci ritroviamo in un ambiente adatto, abbiamo ciò che meritiamo .. ;)
      https://crepanelmuro.blogspot.com/2017/05/emanuel-swedenborg-cielo-o-inferno.html

      Elimina
    3. Non lo conoscevo grazie per il tuo link ho scaricato il suo libro CIELO
      E INFERNO che me lo leggo con piacere.
      Pare che spesso chi fa cose fuori dall'ordinario ci arriva tardi.
      Io sono un progettista in pensione, ho girato il mondo, ho avuto una vita molto avventurosa e assolutamente sregolata.
      A dire il vero fin da piccolo ho avuto potenti capacita paranormali, telepatia, vedevo i morti, viaggio astrale, non sapevo che erano doni e li ho rifiutati perchè ne ero terrorizzato, tutti gli specchi di casa li hanno dovuti coprire, ci sono voluti mesi per estirpare quelle cose terrorizzanti, e se ne sono andate.
      Poi dalla metafisica ci sono stato molto alla larga, fino a 25 anni fa e improvvisamente nel bosco una voce tonante dice: " Cerca le chiavi" niente di più.
      Le mie avventure avventurose sono finite quel giorno.
      La magia è tornata, però questa volta sotto il mio controllo, tranne la voce tonante, che per fortuna viene di rado perchè mi annuncia sempre la morte di qualcuno che mi è caro, provati a immaginare cosa provi a parlare con il tuo migliore amico o parente o stretto conoscente e sai che entro pochi giorni muore, non lo auguro a nessuno.

      Pare che i morti sono nel mio destino è da quando avevo 8 anni che mi accompagnano in un modo o nell'altro, io ne farei volentieri a meno ma pare non è nel mio potere decidere, posso solo accettare o rifiutare, ho deciso di accettare, ma darei volentieri questa capacità a qualcun altro.

      Confermo che dall'altra parte ci aspetta quel che si è stati in vita, Paradisi vari e altre cose sono solo costruzioni mentali ma assolutamente vere per il malcapitato che ci finisce, ho capito molto bene che conviene vivere in modo etico e morale.

      Elimina
  3. Wow Magnet, altro che i viaggi Alpitour tu ☺
    Ma per essere seri, io non so dove finirò una volta lasciato questo involucro mortale, di sicuro vorrei creare un mio luogo di pace dove stare con tanti animali, un luogo uguale o simile a dove vivo adesso, con boschi, la campagna, tanti animali, insomma il mio piccolo Eden dove possono venire a trovarmi altre anime pacifiche e luminose...dici che è possibile Magnet?
    E soprattutto vorrei ricordare chi sono e cosa ho imparato in questa ed altre incarnazioni, e vorrei non incarnarmi più in questo pianeta -prigione che non ho mai sentito come la mia vera casa...a proposito Magnet, ma tu sei in grado di percepire da che pianeta provengo originariamente?

    Conosco un signore che fa anche lui viaggi astrali, vive in Piemonte, ed anche lui diceva di essere stato in luoghi intorno alla Terra, come un limbo, dove le anime dei morti che non sanno di esserlo non si vedono tra di loro, vagano continuamente senza mai vedersi. E anche lui mi raccontava di paradisi e mi diceva che erano creazioni mentali dei credenti.

    Sento che hai un nome che comincia con la S, o con la M come il tuo nickname, sbaglio?

    RispondiElimina
  4. Ah, per morti fuori posto che intendi?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao unknown ho una buona notizia, puoi finirla qui e non tornarci più. Non è necessario diventare illuminati o dei santoni, basta capire il minimo indispensabile.
      Avere pensieri tuoi, liberarti dalle credenze che governano la vita, tutte cose che appartengono a qualcun altro che li ha messe in testa fin dalla nascita. Non è difficile, basta essere disposti a dirsi - avevo torto - è questa la vera difficoltà. Capire che quando muori lasci qui tutto ed è inutile accumulare beni, che poi lasci qui perchè è tempo tolto al vivere.
      Smetterla di limitarsi ad esistere e iniziare a vivere.
      E' contemporaneamente facile e difficile, come vedi non è necessario diventare dei santoni è alla portata di tutti.
      E dove si va se qui non vieni più? Suppongo che i posti sono molti adatti a chi sei e cosa hai capito, si dice che esistono altri mondi dove vanno a vivere chi non torna più sulla Terra, non ci sono mai stato e non ho risposte al riguardo.

      Per sapere da dove vieni dovrei venire da te in un viaggio sciamanico, di solito mi fanno vedere anche una vita precedente che ha una risultanza con l'attuale.

      Per morti fuori posto intendo delle persone che conoscevo personalmente o con un ruolo pubblico.
      Il mio più caro amico, avanti nella spiritualità, era una persona buona. Era nel mondo dei morti il postaccio, ci è rimasto un anno, la mia compagna, lo ha raggiunto con il custode, lo hanno fatto parlare con la mamma defunta, la mia compagna non sapeva nemmeno che aveva una mamma morta e nemmeno il suo nome ed è tornata con le informazioni. Un mese dopo è andata a prenderlo per portarlo a rinascere.

      Erich Priebke, il nazista delle fosse Ardeatine, pare che era una brava persona e gli hanno dato una buona rinascita, boh!!!.
      Rita Levi Montalcini, la cara donna era una autentica bestia orribile, da vomitare, poi ho verificato con con un amico che è un ricercatore medico che la conosceva, ha confermato che era proprio una bestia orribile, cattiva, avida, vendicativa, guai a mettersela contro.
      Niente mondo dei morti per lei, come mi aspettavo, ma subito la rinascita, l'ultimo contatto è stato un grido disperato NOOO ZINGARA NOOO.
      Alcuni morti che erano nel mondo superiore, per quanto ne sapevo non erano delle belle persone.
      Per cui le regole le sanno solo loro.

      Confermo che i morti non si vedono tra di loro, sono vaganti e non sanno di essere morti, ma alcuni (pochissimi)lo sanno, una donna era in posta a fare la guardia ai suoi soldi, ho visto raggruppamenti di decine di morti e non si vedevano tra di loro.
      Una morta con cui ci ho parlato varie volte, invece era qui per aiutare una sua cara amica in difficoltà, se ne è andata via alla soluzione del problema.
      Ci sono anomalie alle supposte regole per cui non si sa nulla delle regole soggiacenti.

      Il mio nome è Gianni, magnet perchè professionalmente spesso avevo a che fare con i magneti.

      Elimina
    2. Piacere, io sono Anna ��
      Ho voglia e bisogno di cominciare a fare viaggi astrali dove desidero, sento che i tempi sono maturi e tu non sei arrivato per caso ��

      Anni fa su un altro blog un tizio disse, senza che né io né nessun altro utente del blog glielo avessimo chiesto, che con l'ausilio del pendolino aveva potuto sapere che tipo di anima fosse ognuno di noi, e a me disse di essere un'anima terrestre, ricordo che lo scrisse come se fosse una cosa di cui vergognarsi, perché io avevo scritto tempo prima che mi sono sempre sentita aliena al tipo di umanità con cui ho a che fare, e questo tizio mi scrisse pubblicamente questa cosa come a volermi dire che non dovevo illudermi, ero destinata alla schiavitù. Al gestore del blog disse invece che lui era speciale, dal DNA mezzo rettiliano e che questo lo rendeva superiore alla media.
      Quel giorno capii che bisognerebbe togliere certi strumenti dalle mani dei cialtroni, strumenti intesi come pendolino e computer.

      Non resterei certo delusa di sapere che sono un'anima terrestre, mi sono solo rotta di continuare a incarnarmi e voglio sganciarmi dall'inganno, tutto qui.

      Se mi hai mandato una mail, non ho ancora controllato la mia, ti scrivo in privato dove trovarmi, grazie per tutte le dritte ☺

      Elimina
    3. Dimenticavo:
      Per me la rinascita, buona o cattiva che sia è una sconfitta, voglio andare altrove perché SO che è giunto il momento che io mi sganci da qui quando lascerò il vestito mortale.
      Ma poi si rinasce subito? Io sapevo che ci si reincarna dopo una pausa di centinaia di anni terrestri, ma forse anche in questo caso non ci sono regole precise e dipende caso per caso.

      Gli esempi che hai fatto (Priebke, Levi Montalcini) dimostrano che quello che noi consideriamo bello e buono da questa parte ha un suo riflesso contrario di là.
      O probabilmente quelle anime che fanno esattamente ciò che gli viene detto dagli ingannatori poi vengono "premiate" con buone rinascite per continuare a ingannarle meglio.
      Il che spiegherebbe le tante difficoltà della mia vita, visto che io fin da bambina non mi sono mai adattata all'ipocrisia e alle norne sociali castranti in vigore e ho sempre pensato con la mia testa e agito col cuore, andando contro chiunque (o meglio, loro erano e sono contro di me, io non faccio male a nessuno ma infastidisco perché anti conformista, parola che non vuol dire nulla, perché io mi considero una persona pensante, che si fa domande, punto).
      Ho notato che chi è come me non ha mai vita facile, e questo conferma quanto detto dall'alieno di Roswell, questi manipolatori dell'umanità detestano le anime ribelli e risvegliare o in procinto di farlo.

      Elimina
  5. Ti ho mandato la mail.
    Ovviamente non sono arrivato per caso è così che funziona, quando sei pronta arriva la persona con le informazioni che ti servono.
    Hai assolutamente ragione sui cialtroni vari, daltronde come ci sono dei miserabili che diventano grandi scienziati ci sono degli imbecilli che diventano sciamani o maestri spirituali.

    E' ben noto che per cambiare non basta essere stufi, bisogna essere stufi di essere stufi, da quello che dici si direbbe proprio che sei pronta per riuscire a finirla di venire in questo buco orribile.
    Dici che hai voglia e bisogno di cominciare a fare viaggi astrali dove desideri, e li farai te lo assicuro, l'ignoto e l'infinito diventano i tuoi campi di azione.
    Capirai che gli esseri umani perdono sempre per negligenza, perchè non si rendono conto delle loro reali potenzialità, il tuo viaggio per riappropriarti delle tue potenzialità è già iniziato


    RispondiElimina