martedì 26 giugno 2018

Cosa si ottiene quando si prolungano le linee di Nazca su tutto il pianeta

Come se le linee di Nazca non fossero già abbastanza misteriose! 
Sono più di 800 linee rette, 300 figure geometriche e 70 disegni di piante e animali a Nazca... e se tracciate le linee di Nazca su tutto il pianeta convergono tutte in un insolito, specifico punto.

Le linee Nazca, a Nazca in Perù, hanno stuzzicato l’immaginazione di storici, ricercatori e turisti per decenni.

Le linee (visibili solo dall’alto) furono avvistate nel 1927, quando le compagnie aeree hanno cominciato a volare sopra il Perù e i passeggeri riferirono di aver visto linee, figure e forme sul terreno.

Finora, i ricercatori hanno catalogato 800 linee rette, 300 figure geometriche e 70 rappresentazioni di animali e vegetali, anche chiamati biomorfismi.

Nessuno può dire con certezza quale sia il loro significato, perché sono state create, chi li ha create esattamente e perché sono visibili solo dall'alto...



Ritenuta creata dall’antica cultura dei Nazca, la più grande delle figure scoperte a Nazca si estende su una distanza di 200 metri. La cultura Nazca fiorì nell’arida regione del Perù tra il I e l’VIII secolo d.C.

L’antica cultura di Nazca apparteneva a un’antica civiltà preistorica che ebbe successo nelle tecniche di ingegneria per portare l’acqua sotterranea in superficie per l'irrigazione.

Il glifo più esteso di Nazca è lungo circa 14 chilometri.

Le leggende Nazca suggeriscono che Viracocha, il creatore degli Inca, commissionò le linee migliaia di anni fa.

La verità è che non sappiamo perché sono state create.

Ci sono molte teorie che spiegano le linee di Nazca.

Nel 1985 L’archeologo Johan Reinhard teorizzò che le linee di Nazca fossero massicce figure utilizzate nelle pratiche religiose tramite le quali gli antichi adoravano le divinità associate all’acqua e alle colture.

Alcuni test eseguiti da scienziati dell'Università di Dresda hanno dimostrato che la conduttività elettrica era superiore di 8000 sulle linee di Nazca rispetto a quella accanto.

Con una profondità compresa tra i 10 e i 30 centimetri, le più famose linee Nazca sono il Colibrì, il Condor, l’Astronauta e il Ragno.

E mentre numerose domande e enigmi circondano le linee di Nazca, alcuni si sono chiesti cosa accadrebbe se si riportassero tutte le linee di Nazca su tutto il globo.


Un utente di YouTube ha fatto proprio questo e i risultati, secondo molti, sono sconcertanti.

Perché?

Perché se tracciate le linee – usando Google Earth – su tutto il globo, convergono in un punto specifico: Angkor Wat, un complesso di templi situato in Cambogia e uno dei più grandi monumenti religiosi del pianeta che si estende su 162,6 ettari.

Ecco il video:



Ora, mentre alcuni potrebbero trovare estremamente interessante che Nazca si allinei dall'altra parte della Terra con Angkor Wat, la verità è che il tempio cambogiano si trova agli esatti antipodi di Nazca...

Un punto antipodale sulla superficie di una sfera è il punto che è diametralmente opposto a esso – in modo tale che una linea tracciata dall’uno all’altro passa attraverso il centro della sfera e forma un autentico diametro. Gli antipodi di qualsiasi luogo sulla Terra sono il punto sulla superficie terrestre che è diametralmente opposta ad essa.
(Controlla antipodesmap.com per info interessanti.)

Mentre è certamente interessante che Nazca e Angkor Wat siano "collegati" almeno attraverso un punto antipodale, potrebbe essere solo una coincidenza poiché tutte le direzioni che partono da un singolo punto convergono sempre al punto antipodale sul lato opposto di una sfera.

Tuttavia, possiamo chiederci se è una coincidenza che un sito antico si trovi proprio al punto antipodale di un altro sito antico?

Cosa ne pensate di questo? C'è una connessione? Fatemi sapere.

Tradotto da Catherine



5 commenti:

  1. Ciao Catherine, interessante il tuo post, personalmente le linee di Nazca non mi hanno mai attratto, e forse ora so il perché: pare una griglia ingabbiante, e alle coincidenze credo poco, non conosco le leggi della geometria, la scienza dell'uomo appare ai miei sensori limitata dall'ego. La vera scienza inizia dall'essenza degli esseri, quella profonda che nessuno mai ascolta, opinione di pirla in viaggio, personale e quindi non esportabile.
    Tornando a bomba, sottolineo che pare una griglia, un qualcosa che blocca l'adesione con gli esseri all'infinito...pare un delirio di una sognatrice e magari è proprio così...
    Certezze non ne ho mai, metto tutto in discussione, soprattutto le mie emozioni.
    Chi sogna anche di giorno, vede cose che sfuggono a chi sogna soltanto la notte.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
  2. Grazie a te, Catherine e buon prosieguo del tuo viaggio...

    RispondiElimina
  3. estremamente interresante un grade grazie per la cultura che stai dando a tutti la cos fa veramente pensare.
    gazie

    RispondiElimina