giovedì 3 dicembre 2015

Quanto zucchero si mangia?

Da un progetto fotografico, il conteggio dello zucchero negli alimenti: quanto zucchero mangiamo quotidianamente? Scopriamolo

Valeria Gatti

Magari usiamolo per esfoliare la pelle o per depilarci, perché ormai è noto: troppo zucchero - soprattutto se bianco e raffinato - fa male.

Ma sai davvero quanto zucchero consumi al giorno?No?! Attenzione, saperlo è fondamentale per una dieta sana.

Troppo zucchero fa male

Il messaggio è parte di un interessante progetto fotografico, che sta riscuotendo molto successo, chiamato Dealerdesucre, di un'artista-dietista francese, "trafficante di zucchero".

Il progetto mira a far conoscere ai più la quantità, espressa in zollette, di zucchero presente nei vari alimenti. Ebbene sì, scopriamo così che lo zucchero delle nostre giornate è davvero molto e sicuramente non giova alla salute!..


Se si decidesse di intraprendere un programma di miglioramento della propria dieta quotidiana, la prima cosa che un bravo dietologo o una dietista in gamba fa è quella di vietare lo zucchero puro esostituirlo con altri prodotti, come miele, malti, sciroppi naturali.

Se si pensa infatti che la dose media giornaliera consentita è di 25 grammi di zucchero (una zolletta pesa 5 grammi, circa sei cucchiaini), non è corretto dire che chi consuma meno di 5 zollette al giorno sia a posto con la coscienza - e con la salute!

Lo illustrano bene gli scatti e Dealerdesucre è chiaramente un messaggio visivo molto efficace in questo senso.

Perché lo zucchero è considerato un veleno oscuro?

Dove si trova lo zucchero?

Negli scatti si vedono alimenti che normalmente si pensa non contegano zucchero, come le patatine fritte del sacchetto per intenderci, o lo yogurt, oppure un hamburger.

Per esempio se si mangiasse un muffin al cioccolato, si sarebbe a posto per tutta la giornata con lo zucchero, mentre una confezione di quattro barrette al sesamo caramellate sarebbe già troppo, così come alcune bevande.

Lo zucchero è nel ketchup, in cioccolatini confezionati, nel burro di arachidi e nei panini industriali. Senza nominare creme al cioccolato di marche note e caramelle varie; lo zucchero si trova persino nelle barrette dei cereali e in certi cereali sfusi della prima colazione. Attenzione quindi. Anche la fruttaè, in parte, zucchero.

Dunque, a seconda delle calorie e delle diete singolarmente personalizzate, si consiglia di prestare attenzione a ciò che si mangia: non più di 4 biscotti secchi o integrali a colazione, non più di 4 fette biscottate, non più di due cucchiaini di marmellata 100% naturale e non più di un paio di frutti, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio.

Lo zucchero per dolcificare tè, caffè e bevende diventa miele o malto d'orzo o di riso, sciroppo d'agave, stevia al naturale oppure pochissimo fruttosio, solo per nominare le alternative.

Con il caffè, una volta provato senza zucchero, non si torna indietro: provare per credere. Uno yogurt al giorno è sufficiente, al posto o in alternativa di 150ml di latte (attenzione che anche il latte di mandorla può contenere zucchero!), meglio sceglierlo al naturale.

E abituatevi anche a leggere dove si trova lo zucchero o saccarosio: sì alla scritta "non contiene zuccheri aggiunti", al banno invece i numerosi prodotti industriali che lo contengono come merendine, focaccine, biscottini confezionati. Meglio il fai da te anche per snack e cereali.

Cioccolato? Amarissimo, dall'80% in su, senza abusarne, un piccolo pezzetto un paio di volte a settimana.

E per le torte? Niente paura, oltre alle già citate stevia, miele, malti ed estratti o succhi concentrati di mela o succo di uva, lo zucchero si può sostituire con un ben più salutare mix di frutta secca, datteri, albiccocche, fichi e prugne, per dei capolavori di pasticceria.

La stevia, un valido sostituto dello zucchero nelle ricette dolci

1 commento:

  1. la frutta, mangiatene quanta ne volete. Non è quel veleno bianco dello zucchero raffinato, è vita alla stato puro: vitamine e fibre ma cnhe zuccheri a lenta assimilazione.

    RispondiElimina