mercoledì 10 giugno 2015

Perché i vegani non mangiano il miele?

Le api sono preziosissime perché hanno un ruolo chiave nel mantenimento  dell'equilibrio del pianeta e la sopravvivenza di tutte le creature, compreso l'essere umano. Da alcuni anni si ipotizza che le nostre amiche siano in pericolo. Probabilmente non sono gli allevamenti stessi a minacciare la loro esistenza bensì l'uso smodato di alcuni pesticidi, ma vediamo perché alcune persone non consumano il miele.
Catherine


Molte persone si stupiscono quando vengono a sapere che i vegani non mangiano il miele. Solitamente la scelta vegan viene fatta per motivi principalmente etici, dunque quando un vegano scopre che anche dietro alla produzione del miele vi è sofferenza, è naturale optare per eliminare anche il miele dalla dieta.

Un aspetto che credo sia da chiarire riguarda il fatto che le api non producono il miele per noi umani, come le mucche non fanno il latte per noi e nemmeno le galline fanno le uova per noi animali umani. Ma al di là di questo, esiste anche una motivazione più forte per non usare il miele ed è legato al fatto che le api oltre ad essere sfruttate come fossero oggetti a nostra disposizione (il che non è), vengono anche sottoposte a sofferenza fisica per la produzione del LORO miele.

Ecco perché i vegani non mangiano il miele, anche se in realtà esistono diverse ragioni per cui chi ha fatto la scelta vegan non lo consuma ...


I motivi non sono solo etici ma anche di tipo salutistico. A differenza di ciò che si crede, il miele è dannoso per la nostra salute, infatti il consumo di miele (ed anche della pappa reale) viene sconsigliato a chi soffre di asma o allergie e in particolare ai bambini sotto i 12 mesi in quanto il loro sistema digestivo non è compatibile con le spore batteriche potenzialmente presenti in esso e in alcuni casi può causare il botulismo infantile.

Questo è solo uno dei tanti motivi per cui non va usato il miele e per approfondire, ti invito a leggere un articolo pubblicato sul blog dell’AVA (Associazione Vegetariana Animalista).
animalvibe.org


Le api (Apis Mellifera) sono insetti con un sistema nervoso molto sviluppato e dunque provano dolore al pari degli altri animali (come dimostrato da molti studi).

Per questo chi è vegano non consuma i prodotti dell’apicoltura (miele, pappa reale, propoli, cera) dato che essa implica, al pari di ogni altro tipo di allevamento, sofferenza e morte per gli animali. Sebbene spesso sembri una forma di allevamento molto più compatibile con lo stato naturale degli animali, anche il più  attento degli apicoltori non potrà fare a meno di calpestare e uccidere un buon numero di api nel processo di verifica delle condizioni dell’alveare e di estrazione del miele.
Ma a questo va aggiunto quello che succede presso molte apiculture commerciali; spesso l’ape regina viene inseminata artificialmente (procedimento che richiede la morte del maschio; il metodo più diffuso per ottenere lo sperma, infatti, consiste nella sua decapitazione del maschio, quando la testa viene staccata, il sistema nervoso centrale riceve un impulso elettrico, che provoca eccitazione sessuale; a volte, testa e torace del maschio vengono schiacciati per provocare l’uscita dell’endofallo), e spesso viene uccisa ogni due anni per essere sostituita da una maggiormente produttiva. 

In molti casi il miele sottratto dagli alveari viene sostituito con sciroppo di zucchero e, non essendo esso l’equivalente adeguato della dieta naturale, espone le api a diverse malattie e quindi abbassa la loro durata di vita. 

Per questo motivo, allo zucchero vengono spesso aggiunti diversi antibiotici (tetraciclina, terramicina). Il miele – ovvero il “vomito” dell’ape: ingoiato il nettare, essa lo rigetta e vi aggiunge enzimi mescolandolo con le proprie secrezioni digestive; la mistura viene poi rigurgitata, per essere ulteriormente digerita da altre api – non contiene sostanze nutritive rilevanti per l’alimentazione umana. Inoltre le proprietà salutari del miele, e degli altri prodotti derivati dalle api, non sono affatto dimostrate e anzi il consumo di miele da parte di bambini con meno di un anno è sconsigliato per il pericolo di sviluppare botulismo infantile.


14 commenti:

  1. Con tutto il rispetto per i vegan,se amassero Dio e l'uomo quanto gli animali,avremmo già fatto il salto quantico. Gesù diceva che l'animale mangiato dall'uomo era fortunato perché diventava uomo. Ovviamente va interpretata questa frase e non usata contro gli animali . Intendo che si sprecano moltissime energie a vanvera quando è l'uomo ad essere in pericolo di estinzione e trattato come un animale da altri uomini. Spero che la coscienza cristica ci conduca gradualmente a conseguire tutti per un unico obbiettivo, il regno dei cieli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma perché bisogna tirare fuori Gesù ogni volta che si vuole giustificare qualche barbarismo dell'umanità..me lo dite? E poi non so a quale Gesù crediate,per quanto mi riguarda la chiesa se ne è appropriata e ha storpiato i suoi messaggi a proprio uso e consumo. La storia che Egli non era vegetariano é proprie una cazzata perché non ha moltiplicato il pane ed i pesci, anzi aveva ammonito i pescatori apertamente! Gesù, come S.Francesco, era un messia della pace e della fratellanza e se leggessi il Vangelo Esseno capiresti di cosa parlo. Vi prego, basta demonizzare la figura di Gesù!

      Elimina
    2. Tranquilla, quel signore era abituato a spammare Gesù in tutti gli articoli che pubblicavo. L'ho gentilmente invitato ad allargare un po' i suoi orizzonti ma niente da fare, quindi gli ho chiesto di smettere di spammare e alla fine non ha più scritto, per fortuna. ^_^

      Sugli Esseni e i vangeli apocrifi qui nel blog c'è un po' di materiale che si può consultare. Basta utilizzare il motore di ricerca interno al blog, in alto a destra.
      Ciao.

      Elimina
  2. E dei sacrifici animali di cui parla il vecchio testamento,tradotto nel vero significato,richiesti dagli elohim,per godere dell odore del grasso bruciato che mi dici?Sacrifici poi richiesti in moltissime culture sempre dagli "dei"...rituale sorprendentemente comune....poi non giudicherei e generalizzerei sui vegani,perche' non e' detto che non rispettino anche gli uomini e dio come gli animali...;-) A me questo aspetto di gesu'(sugli animali intendo),mi ha sempre lasciato un po' diciamo frastornato in considerazione di quanto detto sopra...

    RispondiElimina
  3. Il vecchio testamento era per uomini che non avevano ancora sviluppato una coscienza interiore. Io la Bibbia non l'ho mai letta. Mi basta Gesù Cristo poiché attraverso Lui ho trovato il regno dei cieli. L' affermazione intende dire che l' uomo,a differenza dell' animale,e' dotato di uno spirito intelligente individuale,mentre l' animale di gruppo.Non voleva dire uccidi gli animali tanto e' lo stesso.Gesù non ha mai parlato di sacrifici animali ma spirituali. Se volete conoscere il Padre digiunare dal mondo . Imparare a isolarsi per lasciare morire il vecchio mondo e rinascere in Cristo,questo per chi vuole conoscere i mondi sottili,invisibili. Si attraversa quindi il regno della morte e si affrontano le varie prove,tentazioni. Essendo l' unico Gesù ad essere risorto ha il potere sulla morte e quindi può accompagnarci nell' attraversata. Il viaggio dobbiamo farlo noi per maturare spiritualmente, le conoscenze spirituali e le conseguenti gioie richiedono sacrificio. Mi dispiace che hai una visione distorta di Gesù, ti chiudi le porte alle verità spirituali. E' l' unico ad essere risorto,ci sarà un motivo . Ti ripeto,io queste conoscenze le ho sperimentate sul mio spirito,altrimenti non parlerei di qualcosa o qualcuno che non conosco . Ci sono persone che addirittura dicono che Gesù non è nemmeno esistito. Si è liberi di scegliere. La via della fede richiede un rapporto spirituale con se stessi e quindi con Dio quotidiano costruendo qualcosa che non è visibile all'occhio umano ma che si rivelerà a tempo dovuto . La tua mente non vede se non sei a conoscenza dell' esistenza. Poi ,una volta visto,bisogna conseguire,vivere ed espandere. Il regno non ha ne limite ne fine e il primo si unisce all' ultimo in unica creazione.Bisogna abbandonare i ragionamenti mentali per conoscere e vivere la verità,eliminando gli attriti ,smussando cio' che di noi va a disturbare l' armonia, e' una continua evoluzione, per questo non si giudica nessuno fino alla fine,a volte gli sbagli servono per soffrire attraverso il pentimento e acquisire consapevolezza. Ti immagini il sacrificio di una divinità,puro spirito, nell' incarnarsi per portare i concetti basilari fondamento del Tutto. Si è lasciato uccidere dagli invasori per dimostrare la sua Onnipotenza.Nessuno degli invasori ha l'intelligenza di un uomo che vive in Cristo e presto sarà dimostrato. E' un capolavoro anche se per ora non è comprensibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dice catherine non credo che possiamo pronunciarci su una cosa che non abbiamo vissuto in prima persona e con gli occhi di oggi...Tutta la storia di gesu' e' troppo paragonabile al fenomeno extraterrestre o alieno come preferisci,la "strana" nascita,la vita e la morte con successiva "resurrezione" .Inoltre storie quasi identiche a quella di vesu' sono presenti in tante altre culture nel mondo...!Come possiamo dire per fatima,lourdess,mejugorie e mille altri esempi,tutti differenti solo nel porsi in relazione alla cultura della gente che ha assistito...Non voglio stare a discutere sul messaggio portato e sul vero scopo di tali manifestazioni,dico solo di avere discernimento e non abbandonarsi completamente ad un credo senza usare la propria testa perche' le cose che non quadrano sono tante...con tutto cio' sono daccordo con tutto il resto e qualunque cosa ci attenda,dobbiamo cercare di vivere nella frequenza chiamata amore ,con tutto quello che comporta in questa vita e spero comportera' nella prossima,quando forse potremo anche sapere chi era veramente gesu'...;-)

      Elimina
  4. Sono d'accordo sull'abbandonare i ragionamenti mentali, sullo stare nel mondo senza farne parte (figuriamoci sono in prima linea per il TSO!), in quanto al sacrifico di una divinità non mi pronuncio, come dovrebbe fare chiunque non sappia di che cosa sta parlando .. Sul sacrificio individuale invece concordo con le stesse parole di questo Cristo, e ribadisco che la nozione di sacrificio è solo uno degli strumenti del potere per farci fare quello che vuole.

    Eccole:

    "Non perdete tempo a digiunare perché, così facendo, fate la vostra rovina spirituale."
    "Non perdete tempo a pregare perché, così facendo, vi costruite un inferno. Trattenetevi dal fare l'elemosina perché fareste torto al vostro Spirito."
    "E ciò che voi chiamate elemosina non è altro che quel piccolo obolo che una coscienza addormentata paga volentieri per poter continuare tranquillamente a dormire!"
    .
    http://crepanelmuro.blogspot.it/2013/11/il-vangelo-secondo-tommaso.html

    RispondiElimina
  5. Gesù ha detto esplicitamente: Il mio regno non è di questo mondo , se chiamassi le mie legioni impedirei che tutto ciò avvenisse (parla della crocifissione) Chiamalo extraterrestre o divinità,e' la massima autorità di tutti gli Universi .Dio ha detto,in Lui mi sono compiaciuto.Ragazzi,io vi voglio bene,se a voi non va a genio che io abbia contatto diretto con Dio non so cosa fare .Mi sembra di ragionare con voi e non di utilizzare le sacre scritture ciecamente,e' ovvio che avendo abbandonato me stesso per questo cammino che non avrà mai fine cito Gesù perché è la mia guida nonché parte di me ,io vivo il presente in funzione di un disegno divino .Se voi rimanete aggrappati ai ragionamenti e valutazioni umani non potrete mai comprendere quello che dico,questo non significa Che siate migliori o peggiori di me. Io ho abbandonato la chiesa cattolica a 17 anni , mi sono tattuato Cristo sul braccio e ' ho vissuto la vita come tutti sbagliando ma cercando di conoscere la Verità, ora ho capito che Dio aveva un progetto, ho aspettato 20 anni però prima di arrivare a questa verità che ora vive in me.Combattere quella che voi chiamate Matrix richiede impegno quotidiano e un punto di riferimento sul quale partire e allo stesso tempo arrivare. Medjugorje e' collegato al programma divino come lo sono io , tutto si sta riunendo ad unica verità. Chiedetevi perché vi nascondono le verità extraterrestri e cercano di monopolare il sistema, chi c'è dietro che non può farsi vedere . Ve lo dico io ,Lucifero,la vergogna delle vergogne .Di fronte alla Luce cristica si brucia ,non può nemmeno avvicinarsi,per questo fa di tutto che gli uomini non credano in Dio e comprendano il Vangelo,sarebbe la sua fine . Il suo capolavoro e' stato far credere ai potenti che Dio non esiste,mentre alle masse che lui non esiste,così ha sempre sguazzato liberamente fino all'arrivo di Gesù e ora,con il ritorno,sarà condannato in eterno. Le tecnologie extraterrestri che da agli umani sono giocattoli per gli angeli di Dio.Aspettiamo il 13-07-2015 ,magari cambiate idea

    RispondiElimina
  6. Immaginate l' anima come una donna,lo spirito come un uomo deciso che la prende per mano per attraversare la psiche in cerca di Dio, la Luce che si è creata da se da cui tutto proviene. Non riesce a causa della Matrix.Ecco che Cristo come un fratello maggiore scende dal Logos incarnandosi per ricondurci alla luce infrangendo la Matrix vincendo la morte. Per liberarti dalla Matrix sei obbligato a scegliere un mondo parallelo,il regno dei cieli che e' sempre stato qui e ora ,bisogna avere il coraggio di credere ,viverlo e mantenerlo vivo fino al grande giorno. Ovviamente chi si nutre dell' energia umana ostacolerà in tutti i modi il regno,poiché gli sottrae le anime senza le quali perderebbe il suo potere. Gesù non ha bisogno delle vostre anime per esercitare il suo potere, ci ha semplicemente liberato dalla schiavitù,riconoscerli la regalità e' il minimo,avrete modo di capire

    RispondiElimina
  7. Giusto per la cronaca.. per quanto riguarda la data del 13.07 2015, il signor Moreno aveva preannunciato che sarebbe successo qualcosa. Ebbene si! C'è stato un piccolo terremoto in Puglia (3.5) (ogni giorno ci sono terremoti), l'attentato al consolato Italiano al Cairo (l'11.07.2015 per la precisione), il Papa ha fatto un viaggio in Ecuador e Paolo Brosio è stato intervistato su RAI 1!
    Se mi sono persa qualcosa correggetemi ;)

    RispondiElimina
  8. immagino che i vegani allora non bevano vino (vengono schiacciati più insetti durante un giorno di vendemmia che in un intero anno di apicoltura, per non parlare degli insetticidi spruzzati sull'uva...), e che non mangino nessuna verdura che non sia prodotta direttamente da loro, perchè quella acquistata viene TUTTA prodotta usando pesticidi... e immagino che non abbiano nessun oggetto in legno a casa, perchè il numero di insetti morti quando si abbatte un albero è spaventoso, neanche in 10 anni di apicoltura si uccidono tanti animali... ragazzi... non fate ridere i polli, io rispetto tutti, ma sostenere che l'apicoltura uccida più insetti dell'agricoltura offende le intelligenze...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona osservazione.
      A quanto ne so non si fanno problemi a uccidere pidocchi, pulci e altri insetti non graditi.
      Immagino che per i vegani le api siano considerate insetti preziosi. In effetti lo sono.
      Qualche vegan mi corregga se sbaglio, ma questo mi sembra una questione di discernimento personale e di buon senso.
      Detto questo io, pur non essendo vegan, cerco di evitare il più possibile di uccidere persino gli insetti, e per quanto riguarda l'agricoltura si cerca ovviamente di consumare prodotti dell'orto. ^_^

      Elimina
    2. le api sono considerate insetti preziosi in quanto producono il miele... altrimenti sono come tutti gli altri insetti impollinatori (che muoiono durante le lavorazioni agricole). anch'io cerco di uccidere il minor numero di insetti possibile, ma questa del miele mi sembra una cosa assurda (ripeto, per giunta se la paragoniamo all'utilizzo alimentare di vegetali, che producono un numero di "vittime" sicuramente molto, ma molto maggiore). Gli insetti hanno tutti pari dignità e pari utilità per l'ecosistema (anche quelli che sono dannosi per l'uomo)

      Elimina