mercoledì 19 marzo 2014

Il ganoderma, meraviglioso fungo dai mille benefici

Nella medicina tradizionale cinese il Lingzhi era da millenni particolarmente rispettato.

Già nella prima farmacopea cinese, il " libro delle erbe" di Shen Nong, è tra i medicinali di qualità più alta che non causa avvelenamento nemmeno con un uso prolungato e non ha effetti collaterali nocivi.
Nella stessa opera sono descritte 6 varianti di colore che oggi vengono classificate come specie di funghi separate.

Il lingzhi di colore rosso è stato identificato nel Ganoderma lucidum che migliora la condizione generale del corpo, le sue capacità autocurative e ci aiuta a mantenere la nostra salute ed a vivere una vita più lunga.
Produzione con successo

Il Ganoderma selvatico è rarissimo ed è molto difficile da raccogliere. Se qualcuno per caso ne trova uno, il contenuto di principio attivo nella maggioranza dei casi non è nemmeno lontanamente quello ottimale, per cui il suo effetto è difficilmente prevedibile. Visto che la raccolta degli esemplari è molto casuale, la standardizzazione dei prodotti derivati è quasi impossibile.
Nel 1970 uno dei tecnici dell'Istituto di Ricerca Dietetica dell'Università di Kyoto, Dr. Yukio Naoi ha applicato con successo il metodo di separazione delle spore per la coltivazione del Ganoderma. Il metodo è stato applicato nel 1975 in Asia. Visto che il clima ed il suolo sono particolarmente favorevoli, il processo ad oggi si è largamente diffuso ...


Gli effetti magici del Ganoderma
Il Ganoderma si è nascosto nel mistero per più di un millennio.

La gente sapeva soltanto che "il Ganoderma mantiene la giovinezza, e il suo consumo regolare assicura una lunga vita" ma, a parte gli alchimisti cinesi, per secoli nessuno si è messo a fare delle ricerche scientifiche per capire il perché della sua efficacia.


Dalla fine degli anni '60 sono state effettuate numerose ricerche in tutti i punti del mondo, e per conseguenza degli sperimenti clinici e della collaborazione di ospedali, università e aziende farmaceutiche, alla fine si è arrivati alla soluzione del segreto della sua efficacia eccezionale.


I componenti importanti del ganoderma

Germanio organico (Ge): Può aumentare fino a una volta e mezzo la capacità di trasferire l'ossigeno del sangue; può migliorare la digestione, può prevenire la necrosi tissutale. Secondo le ricerche del Dr. Kazuhiko Asai il Ganoderma conterrebbe germanio al 800-2000 in parti per milione. Questo è 4-6 volte più della quantità contenuta dal ginseng (Panax ginseng).

Polisaccaridi: Queste macromolecole di zuccheri semplici sostengono efficacemente il funzionamento ottimale del sistema immunitario. Per più polisaccaridi di funghi l'attività antitumorale è stata dimostrata dalle ricerche. In Giappone alla fine degli anni '70 e sono stati quindi registrati medicinali contenenti polisaccaridi di funghi che da allora sono stati sempre applicati in aggiunta alla terapia del cancro in clinica (terapia adiuvante).

Sapore amaro: Del sapore amaro del Ganoderma è principalmente responsabile una serie di triterpenoidi. Maggiore è il contenuto di triterpenoidi di una specie di funghi, più il gusto è amaro. I composti triterpenoidi del ganoderma hanno dimostrato effetto antivirale.

Gli effetti curativi dimostrati del Ganoderma

Uso esteso e curativo del Ganoderma

- migliora il funzionamento del sistema immunitario (effetto immunomodulante)
- aiuta la guarigione dei pazienti con uno stato di salute compromesso
- antitumorale: è di estrema importanza per l'aggiunta alla terapia del cancro gastrico, colico, del fegato e del pancreas
- epatoprotettivo
- chemio e radiopreventivo
- anti-ulcera
- antivirale
- antipertensivo
- abbassa il livello del colesterolo e dei trigliceridi
- previene la formazione di coaguli di sangue
- antidiabetico
- antiossidante

Per maggiori informazioni consulta:
Il Ganoderma lucidum. Selezionato da Dr. Szabó László Gy., Dr. Babulka Péter, Fődi Attila. [edizione 2a., corretta., illustrata]. Budapest : DXN Europe Kft., 2012. 36 p. ISBN 978-963-08-3137-6


E' vero che il Ganoderma è la medicina ideale per i mali moderni e "cura universale" per tutte le malattie?

Yukio Naoi, Istituto di Ricerca Dietetica dell'Università di Kyoto

"Il Ganoderma è davvero una medicina universale?" Ora non parliamo dalle malattie apparse nel corso della storia, ma delle malattie moderne. Per trovare la risposta, per tredici anni, abbiamo esaminato e riesaminato gli effetti. Sono stati ottenuti risultati soddisfacenti."
La prima questione è se il Ganoderma può essere efficace per tutte le malattie. La risposta è "sì" per le sue capacità di mantenere la salute dell'uomo moderno. Per una persona meno sana, il ganoderma agisce sulla parte meno forte e più debole del corpo. Nel caso di una persona malata, colpisce la radice del problema e consente il recupero.

Il Ganoderma può cambiare un corpo sbilanciato e renderlo sano. Non c'è differenza tra le razze umane, antiche o moderne. Il Ganoderma ha sempre avuto lo stesso effetto. Persone provenienti da tutto il mondo possono sperimentare gli stessi risultati.

Se l'organismo di una persona malata reagisce particolarmente bene al Ganoderma, è come se un farmaco brevettato provocasse il massimo impatto. In realtà, in nessun caso abbiamo visto nulla che possa avere un impatto negativo sul paziente o avere fornito risultati insufficienti.

Link di riferimento: alfonsocastrigno.dxnitaly.com
Pagina Facebook: Ganoderma Noi


Nessun commento:

Posta un commento