mercoledì 20 febbraio 2013

Erano proprio meteoriti?

Numerose le perplessità sull'inattesa pioggia di meteoriti verificatasi il 15 febbraio su diverse zone del pianeta.
Propongo una serie di articoli per cercare de capirne di più.


Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e Altrainformazione)

Da fonti interne dell’amministrazione USA veniamo confidenzialmente a sapere che forse le cose non stanno esattamente come ci sono state raccontate…
E anche di là dell’Atlantico qualcuno fa delle affermazioni fuori dal coro.

Ha iniziato il giornale russo Znakriportando la notizia secondo la quale il meteorite era stato intercettato dal sistema di difesa anti-missile di Urzhumka vicino a Chelyabinsk.
Poi il vice Primo Ministro Dmitry Rogozin, secondo il quale “è necessario sviluppare un nuovo sistema di difesa per identificare e neutralizzare minacce provenienti dallo spazio” ha fatto nascere qualche sospetto (1).

Ma la vera ‘bomba’ esplode quando il leader liberale Vladimir Zhirinovsky afferma pubblicamente che non si è trattato affatto di meteoriti ma del test di un’arma spaziale americana (2). Da notizie riservate pare che tale arma sarebbe stata abbattuta da un missile russo.

Secondo Zhirinovsky il nuovo segretario di Stato Americano John Kerry voleva avvisare il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov del test ma non sarebbe riuscito ad avvisarlo in tempo perché quest’ultimo era in viaggio in Africa...

Il dipartimento di Stato USA – da parte sua – ha recentemente confermato che John Kerry non è stato in grado di parlare con Lavrov – in missione ufficiale in Africa – a proposito di “urgenti questioni internazionali”.
Immediatamente alcuni organi di stampa si sono precipitati ad enfatizzare la scarsa affidabilità di Zhirinovsky, noto per le sue posizioni ultranazionaliste.
Il Washington Post scrive che Zhirinovsky “ha accusato l’America per la pioggia meteorica di oggi” (3), WaPo sottolinea come Zhirinovsky sia noto “per la sua retorica nazionalista, anti-occidentale e alle volte bizzarra”, mentre Der Spiegel lo definisce senza mezzi termini un “clown politico”.
Al tempo stesso – manco a dirlo – coloro che hanno riportato la notizia sono stati subito etichettati come ‘complottisti’ (4)…

Noi che non complottisti non siamo – ma neppure burattini del mainstream – un po’ di domande ce le facciamo e attendiamo fiduciosi le risposte:

- Perché meteoriti in un periodo dell’anno in cui la terra non sfiora il quadrante di cielo dove ci sono gli sciami meteorici?
- Perché un meteorite che ha fatto tanto disastro fa un buchetto sul ghiaccio di soli 6 metri di diametro?
- Perché non sono state – a oggi – mostrate tracce fisiche del meteorite mentre vi sono ben 20.000 persone che stanno lavorando a riparare i danni?
- Perché nelle sequenze di alcuni filmati pubblicati in rete si vedono degli altri oggetti che volano più velocemente del meteorite e che sembrano cercare di intercettarne la traiettoria?
(5)




Il Presidente russo Putin aveva dichiarato che la meteora non era stata abbattuta da un missile e che appunto non si sarebbe mai potuta intercettare prima dello schianto.
Ma qualcosa è successo a qualche migliaio di metri di altezza.

Un filmato mostrerebbe un UFO che taglia la strada alla meteora:


Nel primo video che abbiamo già analizzato nei precedenti articoli su Segnidalcielo, un misterioso oggetto compare sulla sinistra e poi come un fulmine taglia il percorso del sasso spaziale. L’impatto è impressionante e frantuma, prima di schiantarsi al suolo, la meteora di 17 tonnellate, polverizzandola in migliaia di piccoli frammenti, evitando cosi una tragedia più grande e di vaste proporzioni, che avrebbe causato migliaia e migliaia di vittime nella città di Cheliabynsk.

L'accaduto ripreso da un'angolazione diversa:


Altro video uscito da poco su You Tube è una registrazione fatta da una autovettura sempre Venerdi 15 Febbraio 2013, registrazione questa che viene fatta dalla parte opposta rispetto al primo video e rispetto alla scia di caduta del frammento spaziale.

Analisi completa qui: angeliinastronave.blogspot.it




Nel lago ghiacciato di Cerbakul, gli esperti hanno trovato un buco nel ghiaccio presumibilmente dovuto a un frammento del meteorite. E dopo tre giorni di attenta ricerca sono riusciti a recuperare frammenti di pietra che presentano un forte campo magnetico ed emettono tracce insolitamente elevate di radiazioni, chiari segni, secondo gli studiosi, che quei frammenti arrivano proprio dallo spazio.
(leggere qui)

Meteorite Russia, immagine frammenti ritrovati su un lago

Gli scienziati dell’Università Federale degli Urali hanno trovato 53 piccole meteoriti sulla superficie del lago ( ... ) e credono che un frammento più grande sia ancora sotto l’acqua, ha detto Viktor Grokhovsky, lo scienziato che ha condotto la ricerca. I frammenti indicano una meteora rocciosa con circa il 10% di ferro mescolato al suo interno.
(Leggere qui)

Ma se non sono meteoriti che cosa stanno vendendo i cacciatori di frammenti?
Prima dicono che i frammenti non si trovano:
Meteorite caduto in Russia:
caccia ai frammenti
"Ma sono introvabili"
Secondo la Nasa misurava 17 metri e pesava oltre 10.000 tonnellate
leggere qui

Ma poi si trovano su ebay ..

I meteoriti all'asta su ebay. Costano fino a 4mila dollari..
Su alcuni siti russi sono comparse le inserzioni di alcuni utenti che si sono catapultati nelle zine colpite dalla pioggia spaziale per prelevare qualche pezzo di meteorite. Una specie di corsa all'oro, considerato che un pezzetto autentico di quelle pietre potrebbe valere centinaia di euro. Addiruttura diceimila euro per un frammento consistente ..
Articolo completo qui:  Il sole 24 ore

ULTIMA ORA

Enorme palla di fuoco avvistata tra i cieli del sud Italia

Lunga scia e stupore tra le segnalazioni, si tratta quasi sicuramente di altri meteoriti che traslano non lontani dal nostro Pianeta
Stando a diverse segnalazioni che ci sono giunte sulla nostra pagina di Facebook, una vera e propria scia luminosa capeggiata da un enorme oggetto luminoso sarebbe stata avvistata tra i cieli di Messina, Reggio Calabria e Catanzaro. Le testimonianze parlano infatti di una palla di fuoco che emanava un’intensa luce bianca che è traslato tra i cieli delle medesime località.
www.terremotinews24.it

Il tam tam di nuovi avvistamenti di bolidi che attraversano il cielo sopra le regioni del Sud Italia si sta propagando nel web. "Bolide avvistato pochi minuti fa nei cieli del sud Italia: le prime segnalazioni", scrive ad esempio Meteoweb.eu, riportando gli avvistamenti di una luminosa palla di fuoco avvistata nei cieli del Sud Italia.
Le prime segnalazioni sarebbero pervenute dallo Stretto di Messina, con la segnalazione di un bolide sul mar Ionio, con direttrice da nord verso sud, di colorazione verdastra e di magnitudine molto brillante. Ma al momento non ci sarebbero riscontri da parte degli Enti di vigilanza.
www.leggo.it

Nessun commento:

Posta un commento