sabato 17 novembre 2012

Nel 2010 cinquanta milioni di statunitensi hanno sofferto di problemi mentali


Secondo un rapporto governativo, un adulto su cinque negli Stati Uniti, o se preferite quasi 50 milioni di persone, ha sofferto malattie mentali durante l’anno 2010, con donne e giovani adulti che ne soffrono in maniera sproporzionata.

Il sondaggio condotto dalla Substance Abuse e Mental Health Services Administration ha scoperto che le donne avevano maggiori probabilità rispetto agli uomini (23% contro 16,8%) di aver vissuto una malattia mentale, mentre il tasso di malattie mentali tra le persone dai 18 ai 25 è raddoppiato rispetto a quello delle persone di età superiore ai 50.

L'indagine ha rilevato che il 5% degli adulti americani intervistate nel 2010 aveva subito una grave malattia mentale nel corso dell'anno passato che ha sostanzialmente interferito con la loro vita. Secondo il rapporto, circa 8,7 milioni di americani adulti ha avuto gravi pensieri rivolti al suicidio l'anno scorso, con 2,5 milioni di individui che hanno addirittura elaborato piani suicidi e 1,1 milioni che hanno tentato di togliersi la vita...

Gli Americani che soffrono di codeste malattie mentali, probabilmente, registrano tali disordini a causa di dipendenza o abuso di sostanze medicinali. Tra i giovani dai 12 ai 17, l’8% (1,9 milioni di adolescenti) hanno sviluppato almeno un episodio depressivo nel corso dell'anno scorso, che perdurava per circa 2 settimane nelle quali l’individuo manifestava stati d’animo depresso o perdita di interessi in genere.

Gli adolescenti che hanno avuto un episodio depressivo hanno fatto uso di droghe illegali, il doppio della media nazionale riferita a coetanei che non hanno manifestato disturbo alcuno. Questi dati sono stati estratti tramite un sondaggio svolto su circa 67.500 campioni di età minima attestata a 12 anni.

Fonte: reuters.com

Nessun commento:

Posta un commento