sabato 7 febbraio 2015

Si può uscire dal Sistema Reincarnazione?


Ognuno è libero di credere o no alla reincarnazione. In questo testo, uno degli approcci interessanti è il dubbio, di cui si parla poco, sulla scelta di seguire o meno la "Luce" che numerose persone hanno detto di aver visto, in fondo al tunnel, durante un'esperienza di pre-morte ...
Catherine


Gregg Prescott

Tutti hanno sentito parlare del tunnel di luce che la nostra anima segue dopo aver lasciato il corpo fisico, ma qual è il vero significato del riesame della nostra vita? 

Perché il riesame della vita comporta quasi sempre un ritorno ciclico in questa terza dimensione, e che cosa possiamo fare per fermare questi cicli di reincarnazione?

Caratteristiche comuni a tutte le esperienze di pre-morte

Quasi tutti quelli che hanno avuto un'esperienza di pre-morte dicono che non volevano affatto ritornare sulla Terra e che percepivano l'al di là del velo come fosse "casa". Quindi, se tutti sentono questa letizia dall’"altra parte", allora perché continuiamo a tornare in questo luogo infernale?
Dalle testimonianze di migliaia di situazioni di pre-morte si evince che le persone che hanno vissuto l'esperienza di lasciare il corpo fisico hanno qualcosa in comune.


- La "morte" iniziale
- Il tunnel e la luce bianca
- L’altro lato del tunnel
- L'incontro con degli "esseri", compresi angeli, guide, amici e familiari
- Il riesame della propria vita
- Il ritorno sulla Terra
- Le lezioni imparate nell'aldilà

Il tunnel di luce è così attraente perché ci da l'opportunità di incontrare i nostri cari, morti prima di noi. La sensazione di amore viene descritta come amplificata, molto più intensa di qualunque si possa umanamente sperimentare in questa realtà tridimensionale. In realtà, il tunnel di luce è un mietitore di anime che continua a riciclare le anime insieme con l'energia del corpo fisico tramite la reincarnazione.

Il riesame della propria Vita

Parte di questo procedimento comporta un riesame della propria vita, durante il quale puoi vedere, in una panoramica a 360 gradi, tutto ciò che hai fatto durante l’ultima incarnazione. Quindi rivedi la tua vita dalla prospettiva di tutti quelli che hai incontrato nella tua vita precedente. Guardando la tua vita dal loro punto di vista puoi vedere come hai ferito i sentimenti di qualcuno di loro, oppure puoi renderti conto di quanta felicità hai dato a qualcun altro dopo aver fatto una buona azione per lui senza aspettarti nulla in cambio.  

Molte volte ti troverai con un Essere-Sorgente che ti sembrerà un tipo tutto amore e che sorriderà con te nel rivedere la tua vita, tuttavia, nonostante la tua felicità di trovarti “dall'altra parte del velo”, dopo questo riesame, sarà lo stesso “essere” che ti rimanderà in questa dimensione 3D.

Spiriti Guida

A tutti vengono assegnate degli spiriti guida, ma chi sono veramente e qual è il loro scopo principale? E’ possibile che essi siano semplicemente dei rappresentanti di coloro che ci tengono in questo loop di cicli perpetui di reincarnazione?

Secondo i Wes Penre Papers:

"Non sono molto entusiasta di questi “spiriti guida” che vengono a prenderti quando lasci il tuo corpo al momento della morte fisica. La maggior parte di loro sono Assistenti dei Siriani, come i Vegani non fisici e i Grigi. Stai in guardia se ti dicono di seguirli "nella luce” o “nel tunnel”, o di andare a trovare i familiari. Se scegli di andare con loro, finirai di nuovo nel sistema di riciclaggio di Sirio, in stato di totale amnesia, per poi essere scaricato in un nuovo corpo, qui sulla Terra."
Una volta feci un sogno in cui stavo per incarnarmi in questa realtà tridimensionale. Ero stato piazzato in una sorta di stanza/ascensore, che rappresentava il processo di discesa sulla Terra. Ricordo di essere già stato in quel luogo molte volte in precedenza, ma non riuscivo a ricordare cosa avrei dovuto fare successivamente.

Mi trovavo all'ultimo piano (il quattordicesimo piano - significava forse la quattordicesima dimensione ?). La mia memoria era stata rimossa così pesantemente che non potevo ricordare come fare per scendere sulla Terra. Questo è una test che ci viene fatto, “dall’altra parte”, per vedere se fosse rimasto qualche ricordo. Se così fosse, allora devi tornare indietro e vengono cancellati nuovamente.

Ci furono anche altri test per verificare la mia memoria, ma non riesco a ricordarli. Questi furono gli ultimi ricordi, frammentati, "dell’altro lato", prima che io nascessi.

E' possibile che esista uno "luogo-ascensore" progettato per cancellare tutti i ricordi delle vite precedenti e dell’altro lato del velo.

E' pur vero che ci sono alcune guide che vengono volontariamente per guidarti effettivamente fuori da questo ciclo di reincarnazione e ci sono probabilità che, se stai leggendo questo proprio ora, il tuo spirito guida sia uno di loro.

La Risonanza di Schumann

Ora potresti pensare "Come è possibile che un Grigio dimostri amore essendo uno spirito guida?" Tieni presente che, per spazzar via i nostri ricordi delle vite precedenti, essi usano tecnologie che sono oltre la nostra comprensione.

La Risonanza Schumann sulla Terra era di 7,83 Hz da migliaia di anni, come molti pensano. Di recente, la risonanza è salita a 8,15 cicli al secondo.

Qui puoi trovare la Risonanza Schumann quotidiana. E’ su un sito russo ed è tradotta in inglese. Basta cliccare sul link "Frequency" sul lato sinistro della pagina.

E se il tunnel di luce fosse in grado di creare una risonanza di 1000, 10.000 o persino 1.000.000 di cicli al secondo? E se i Grigi fossero insensibili alla Risonanza di Schumann, se fossero programmati per apparire come spiriti guida al momento della morte del veicolo fisico, per convincerci ad entrare nel tunnel della luce?

A quel punto, proveresti immenso amore e ti verrebbe naturale fidarti di loro, sulla base di un programma artificiale, progettato per tenerti intrappolato nel sistema di riciclaggio della reincarnazione.

Alla fine non sarebbe amore ciò che proveresti: è solo un altro sistema artificiale di controllo per tenerci chiusi dentro questo attuale sistema di energia negativa.

Regressione alle Vite Passate e Gruppi di Anime

Per mezzo dell'ipnosi regressiva sappiamo che tutte le nostre vite passate sono memorizzate o all'interno del nostro DNA cellulare e/o all'interno della nostra anima. Tuttavia non siamo in grado di recuperare direttamente questi ricordi.

Quando siamo sotto ipnosi, possiamo ricordare ogni minimo dettaglio di una vita passata, ma una volta usciti dall’ipnosi abbiamo difficoltà a ricordare cosa abbiamo mangiato ieri o chi era l’ultima persona che ci ha chiamato.

Nessun altro trova tutto questo piuttosto strano? Com'è possibile sotto ipnosi ricordare nei dettagli le nostre vite passate e perché continuiamo ad incarnarci con lo stesso cast di personaggi?

Come uscire dal Sistema Reincarnazione

Solo avendo questa consapevolezza al momento della morte si può scegliere di uscire dal processo di reincarnazione e non lasciarsi convincere di dover tornare per ripagare i debiti karmici negativi. Molti di coloro che ci hanno preceduto nella morte fanno già parte del Sistema, ma se non sono stati ancora reincarnati o se hanno fatto un “accordo animico, allora possono anche essere salvati dal doverlo ripetere, di nuovo.
Si tratta di una vera e propria geniale strategia messa in atto dagli Arconti, per usare l’energia dell’amore contro di noi, e per continuare a farci tornare come schiavi in un sistema che si nutre delle nostre energie.

Ricordati "Come sotto, così sopra". Quasi tutto quello che ci hanno insegnato è una menzogna, incluso il fatto che dobbiamo continuamente reincarnarci in un sistema di asservimento economico.

Al momento della morte, portiamo con noi tutto ciò che abbiamo imparato, inclusa la nostra personalità. Vibriamo anche ad un determinato livello: tanto più aumenti ora le tue vibrazioni, tanto più porterai con te il frutto di tutto ciò che hai conquistato.

Ricordati di collegarti con la tua superanima prima di entrare nel tunnel di luce oppure chiedi alla tua guida di aiutarti a connetterti con essa. Se lo desideri puoi raccontare alle persone del “tunnel di luce”, prima che vi entrino.

Se entri nel tunnel della luce, non permettere che alcun consigliere ti convinca di dover ripagare i debiti karmici. Ogni debito karmico percepito è stato parte di ciò che avevi deciso di sperimentare. Questo non significa che non devi provare sensi di colpa per aver fatto del male intenzionalmente qualcuno, perché alla fine dovremmo amare e rispettare tutto e tutti.

Se invece decidi di fare ritorno per aiutare questo pianeta, non accettare di tornare in questa realtà tridimensionale di controllo sistematico attraverso un “accordo animico”.

Torna invece nelle condizioni stabilite da te, compresi i ricordi di tutte le vite precedenti, di tutto ciò che hai imparato durante le tue incarnazioni, e di quelli dell'altra parte del velo.

Si potrebbe tornare nella quinta versione dimensionale della Terra, ma sceglila soltanto se sei certo che non sia una dimensione sotto il controllo del sistema arcontico.

Potresti anche scegliere di tornare nel sistema tridimensionale come guida non-fisica, per aiutare gli altri, proprio come fanno le nostre guide.

Infine, troverai la vera pace nel momento in cui ti renderai conto che TU sei Sorgente/Creatore e che hai la capacità di creare mondi e galassie, armoniosamente colmi di amore, al di fuori di questo sistema di controllo.
Ci vediamo lì -J.

Quinta dimensione - Appendice

Sono capitato oggi su questo video che mostra come la verità a volta sia nascosta proprio in bella vista, in Star Trek Voyager, episodio "Coda". Vi prego di trovare il tempo di guardarlo.

Di seguito un estratto della trascrizione del video:

Il fantasma del "padre" di Janeway ricompare e cerca di convincerla che tutto è finito e che lì per lei non c’è più nulla.. Ma Janeway non si sente pronta ad accettare questa notizia. Il “padre” cerca di convincerla che tutti i suoi tentativi di negare la realtà della sua situazione, non solo la feriranno di più ma nel tempo si renderà conto di quanto potente e distruttiva è la solitudine: vedere le persone che ama continuare le loro vite senza di lei ed essere tagliata fuori per sempre dalla loro esistenza.

Ma Janeway non è ancora convinta, insiste sul fatto che semplicemente non si sente pronta, che preferirebbe essere lì, in spirito, piuttosto che non esserci affatto, perché “un capitano non abbandona la nave”.

Mentre il fantasma del padre continua a far pressione perché Janeway decida di lasciare definitivamente dietro di sé questo mondo, Janeway ha una visione di Chakotay e del Dottore, che sono ancora sulla superficie del pianeta e stanno ancora tentando di rianimarla.

Una seconda e una terza visione la convincono che le sue esperienze dell'"aldilà" non sono la realtà. Si rende conto che la persona che giace a terra su quel pianeta è la vera Janeaway, e che tutte ciò che sta vivendo dal momento della sua presunta morte sono una allucinazione.
L’essere alieno finalmente rivela la sua identità. Dichiara che la sua specie, al momento della morte, viene in aiuto ai morenti per comprendere ciò che sta accadendo in modo da rendere il passaggio un evento meno angoscioso.

Dice di essere stato sincero quando parlava di un posto meraviglioso, perché può essere tutto ciò che lei può desiderare che sia. Assumere le sembianze di suo padre, o in genere di una persona amata, rende il trapasso molto meno pauroso.

Janeway dubita che le vere ragioni dell’alieno, per volerla nel suo mondo, non abbiano nulla a che fare con la felicità eterna e vuole sapere ciò che egli veramente vuole da lei.

L'alieno l’afferra dicendole che deve andare con lui ma Janeway si rende conto che se lui avesse potuto costringerla ad andare lo avrebbe già fatto.

Finalmente capisce che lui ha bisogno che lei accetti volontariamente di andare con lui, cosa che lei si rifiuta di dare. L'essere alieno diventa visibilmente turbato, ritorna nel suo regno, ma come ultimo avvertimento afferma che ci sarebbe stato un altro tempo e che lui avrebbe atteso, quando lei sarebbe finalmente entrata nella sua Matrix e lo avrebbe nutrito per molto, molto tempo.

Tradotto da Catherine

Il video (in lingua inglese, non sottotitolato)



Articoli correlati:
Dr Alexander, neurochirurgo: La Mappa del Paradiso, descritta dal suo post coma
Le enigmatiche esperienze di quasi-morte


12 commenti:

  1. E' una possibilita'...come tante altre d'altronde...e come tante altre ancora a cui nessuno ha ancora pensato...perche' di pensieri si tratta perche' nessuno e' in grado di sapere minimamente quello che accadra' in quel fatidico momento,semplicemente perche' giusto o sbagliato che sia deve essere ovviamente cos'i' purtroppo!E chi professa teorie,talvolta anche con minuziosi particolari,perche' ritiene di essere stato illuminato da entita' non di questa dimensione(sensa fare nomi per non offendere nessuno...)e presumendo che queste rilevazioni ci siano veramente state e non siano frutto di invenzioni a scopo di lucro e/o fama o di interpretazioni di semplici immaginazioni/allucinazioni,dovremmo a mio avviso domandarci se siano state fatte con sincerita' o per altri scopi oscuri a noi umani,perche' chiunque abbia creato questo "giochino" lo ha fatto con delle regole ben precise(ripeto giuste o sbagliate,belle o brutte che siano) e mi chiedo perche' qualcuno dovrebbe /potrebbe avere la facolta' di scavalcarle svelando cose che non dobbiamo sapere...ma anche questa ovviamente e' solo una teoria tra le tante...:-)

    RispondiElimina
  2. interessante , ma mi viene una semplice domanda , come si concilia questa teoria con la crescita esponenziale della popolazione nel corso dei millenni ? cioe' se ogni essere umano e' la reincarnazione di un altro morto e ipotizziamo che la popolazione sul pianeta in un dato momento sia di 1 milione di individui come fa questo milione di individui nel corso del tempo a reincarnarsi nall'attuale popolazione di 6 miliardi di persone ? non so se mi sono spiegato bene , forse e' una sciocchezza quello che ho scritto e magari questo scrittore avra' dato anche una spiegazione , ma il dubbio mi viene ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante!
      Intanto non sappiamo effettivamente se la popolazione di questo pianeta non fu, in un passato remoto molto più densa, per poi diminuire drasticamente, volontariamente o involontariamente. E le anime si sono ritrovate in sala attesa.
      Oppure è possibile che ci siano altri pianeti oltre la Terra che possano fornire il "materiale", materiale interscambiabile da un mondo all'altro.
      Questa sarebbe una fase apparente di espansione, ma potrebbe trattarsi di un'espansione "locale", pur mantenendo il numero di "anime" equilbrato a livello cosmico.
      L'ho buttata lì ma ci saranno sicuramente altre ipotesi da fare :)

      Elimina
  3. questa sarebbe una buona ipotesi , d'altronde si tratta sempre di teorie al di la della nostra comprensione come molte cose nell'universo :-)

    RispondiElimina
  4. Altre teorie vedrebbero l'anima(se cos'i' vogliamo chiamarla),solo in un 10% circa della popolazione,gli altri sarebbero solo "contenitori" viventi in aumento per normale aumento demografico...diciamo che le anime avrebbero piu scelta di corpi nei quali entrare ed esperienze da intraprendere,di prima...motivo al quale qualcuno implica il fatto che ipotetici interessamenti "alieni" sono rivolti ad alcuni invece di altri...ovviamente potremmo stare a discutere a giornate intiere ma come dicevo prima,credo che purtroppo non avremo mai certezze...almeno in questo (o questi se vogliamo credere alla reincarnazione appunto)"tipo di vita"...

    RispondiElimina
  5. E' quanto scrive Valerio Petretto nel suo bel "romanzo"; quanto hanno ipotizzato alcuni ufologi che vedono negli alieni scaltri riciclatori di anime. La morte non sarebbe una liberazione, ma un agguato teso ad un'anima disorientata e spaventata.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, ci ho pensato anch'io Antonio, e approfitto per segnalarlo di nuovo! :)
      http://www.sololibri.net/Oblion-La-Cospirazione-Valerio.html

      Elimina
  6. Buona sera :) Mi permetto di aggiungere alcune mie considerazioni ed opinioni del tutto personali ad un articolo veramente interessante, come lo sono del resto i commenti:
    L'aumento demografico potrebbe essere anche spiegato con la possibilità che vi siano molte più anime disincarnate di quanti corpi umani sulla terra. Non credo alla teoria delle anime limitate e che poi tanti esseri umani ne siano privi ( la parola Anima deriva dal concetto che è essa ad ANIMARE il corpo, che altrimenti sarebbe un ammasso di cellule morte ). per quanto riguarda gli alieni ed i cosiddetti "poveri addotti". Gli alieni sono anime incarnate come noi, solo che loro sanno bene di esserlo, a differenza di noi che troppo spesso ci identifichiamo col corpo fisico ( cosa inculcata ad hoc ). Il loro scopo ? secondo me non è quello di rubare le anime ma di fare in modo che quelle disincarnate ( e per questo motivo incontrollabili ) abbiano il loro bel corpicino di carne, così che possano essere imprigionate su di un pianetino di quarta categoria, prive di consapevolezza, controllabili e completamente invalidate. Le abduction servono a questo, continuare a rimbecillire le anime, così che non diano fastidio. Gli addotti: in precedenti vite erano anche loro alieni che praticavano abductions. L'anima ha una peculiarità, se fa del male a qualcuno, prima o poi subisce lo stesso male. La sofferenza si trasmette dalla vittima al carnefice e il carnefice prima o poi sarà vittima dello stesso crimine che aveva commesso. Malanga docet ? Leggetevi le ricerche di TRUMAN CASH, effettuate 25 anni prima di malanga e senza l'uso di ipnosi regressiva ( che non fa altro che peggiorare le condizioni psicofisiche degli addotti ) ma utilizzando tecniche molto più efficaci e moderne ( non è necessaria l'ipnosi per ricordare eventi dimenticati, abductions, vite passate ecc. esistono strumenti migliori ), senza interpretazioni forzate, senza parlare con presunte coscienze aliene che invece sono tutt'altro ( ma il discorso diventerebbe lungo ) e senza basare le proprie ricerche sull'interpretazione tutta personale di miti, leggende, film di fantascienza ecc.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valerio, per il tuo prezioso contributo e per le chiare e affascinanti ipotesi che sviluppi nel tuo libro "Oblion - La Cospirazione" (segnalato sopra) .. :)

      Elimina
    2. Grazie a te Catherine, e anche a Zret che dice sempre belle cose su di me e sul mio libro :) siete gentilissimi.

      Elimina