lunedì 10 marzo 2014

L'ologramma della biosfera è impressa sul corpo


Le soprendenti scoperte di Walter Kunnen in bioenergetica e geobiologia

Marco Nieri*

La BIOSFERA è l’ampia zona del nostro pianeta dove è presente la Vita. Essa è un immenso laboratorio dove avvengono continuamente innumerevoli interazioni tra una serie di elementi come la pressione atmosferica, la temperatura, l’umidità ed un certo numero di sostanze chimiche, ma anche campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici infinitamente più sottili, generati dalla interazione tra le energie cosmiche e quelle telluriche.

La Terra è sottoposta alla grande forza di coesione esercitata dal magnetismo della nostra galassia.
Questa grande sorgente energetica, che con la sua evidente rotazione e spiralizzazione genera un polo nord ed un polo sud "universali", influenza l’orientamento e la rotazione degli assi di tutti i soli e di tutti i pianeti. Questo movimento circolare alimenta anche il magnetismo endogeno della Terra, mentre dal Cosmo provengono enormi quantità di energia sotto forma di irraggiamento elettromagnetico.
Tutti riconoscono che non può esserci vita sul nostro pianeta senza la presenza del Sole, il cui
irraggiamento comprende ampie zone dello spettro elettromagnetico, e di cui l’occhio percepisce solo la
ristretta banda delle frequenze della luce visibile. Seppure il corpo umano possa restare per settimane senza cibo, per giorni senza bere e per alcuni minuti senza ossigeno, è però impossibile che resista un solo secondo senza l’apporto energetico del Sole. Tuttavia nessuna biblioteca al mondo offre una letteratura valida sullo svolgimento di questo fondamentale fenomeno energetico.
E’ altresì evidente che la sola differenza tra un corpo vivo ed un cadavere non è né fisica né anatomica , ma unicamente energetica ...



Da alcuni decenni il Prof. Walter Kunnen si occupa dello studio delle complesse manifestazioni energetiche della Biosfera, approfondendo costantemente la conoscenza dei fenomeni collegati all’elettromagnetismo ed alla sua risonanza negli organismi viventi. Nato ad Anversa, in Belgio, nel 1921, ha una formazione polidirezionale: Maturità Classica, Laurea in Legge, "liances" in Fisica e Biologia. Intraprende presto studi e
ricerche personali che lo spingono a fondare nel 1960 ad Anversa Archibo Biologica, il primo Istituto
specializzato nelle ricerche sulla Biosfera e la Bioenergetica. Questo centro multidisciplinare è al servizio di
coloro che desiderano approfondire ed affrontare le problematiche legate alla salubrità dell’abitare e del
costruire ed agli sviluppi della medicina energetica. Archibo Biologica si occupa oggi di tossicologia, bioenergetica ultra fine, biologia nucleare, campi magnetici, elettromagnetici ed elettrostatici e delle influenze cosmiche e telluriche sulla salute ed il benessere dell’uomo.

L’uomo è un’antenna

Walter Kunnen afferma che ciò che consente al corpo di nutrirsi favorevolmente di queste energie presenti nella biosfera o di subirne gli effetti nocivi è la sua primaria funzione di antenna, che riceve, emette ed accumula.

Il principio fondamentale che regola questa funzione è la risonanza, cioè la capacità di "vibrare" in sintonia con determinate frequenze, così come avviene tra un diapason ed un "la" suonato da un violino perfettamente accordato.
Le sue ricerche lo hanno portato a scoprire che ciascun organo del nostro corpo entra in risonanza, cioè riceve ed emette su una propria frequenza, ed è riuscito a stabilire tali frequenze biologiche. Di queste ha
inoltre reso evidente l’importanza di effettuare la misura dell’intensità di ciascuna delle due polarità magnetiche nord e sud (levogira e destrogira oppure minus e plus) per comprendere se quella particolare energia sarà in grado oppure no di alimentare le cellule dell’organo esaminato. La cellula infatti essendo caricata all’interno con predominanza positiva o destrogira e sulla membrana con predominanza negativa o levogira, attrae i suoi nutrienti per osmosi elettro-magnetica, selezionando così ciò di cui ha bisogno.

Quando la cellula è colpita da un campo elettromagnetico con cui entra in risonanza, ma con forte intensità levogira, la carica negativa della membrana si inverte e così la cellula depolarizzata si nutre di ciò che le nuoce, generando disordine funzionale e malattia. 

E’ quindi estremamente importante poter riconoscere e misurare l’intensità dei campi elettromagnetici con influenza biologica sulle due polarità. Questo consente di valutare in quale misura il nostro corpo ed i nostri organi sono influenzati dalle varie emissioni elettromagnetiche artificiali come radar, ripetitori radiotelevisivi e telefonici, linee ad alta tensione, satelliti geostazionari ecc., ma anche da quelle naturali generate da acque sotterranee, faglie e Grandi Reti Geodinamiche Ubiquitarie.

Lo strumento fondamentale attraverso cui è possibile misurare questi parametri è una antenna manuale di tipo radiestesico molto perfezionata, l’antenna Lecher.


Questa consente di selezionare perfettamente la lunghezza d’onda del segnale elettromagnetico e di misurare l’intensità sulle due polarità magnetiche distinte.

L’antenna fu elaborata dal fisico tedesco R. Schneider negli anni ’60 sulla base delle scoperte dell’ingegnere austriaco E. Lecher, e funziona un po’ come un selettore televisivo che ,tramite un cursore, consente di sintonizzarsi perfettamente sulla stazione emettitrice, ricevendo così una immagine chiara e determinata.

Attraverso l’uso di questo strumento, da lui perfezionato e perfettamente tarato, Walter Kunnen è riuscito negli anni ad indagare in maniera approfondita sulle tematiche della bioenergetica collegate anche alla geobiologia e geopatologia, superando il limite che ancora oggi rappresenta la visione "bidimensionale" nello studio dei fenomeni elettromagnetici naturali ed artificiali da parte del mondo della radiestesia e della comunità scientifica. 
Nello studio delle influenze energetiche presenti in una abitazione ha potuto verificare e dimostrare come anche all’interno della casa si manifesta l’effetto di risonanza.
Ogni stanza, cioè ogni "cavità" dell’abitazione è un volume "tridimensionale", collocato in un luogo dove sono sempre presenti campi elettromagnetici di varia natura che si sviluppano e propagano in maniera "tridimensionale". Il risultato di questa interazione è una risonanza interna in ciascuna stanza, che ripropone in scala ridotta tutti i vettori dei campi elettromagnetici presenti in una area di alcune decine di metri di diametro attorno alla abitazione.



L’ologramma della Biosfera

La ricerca è proseguita e nel 1985 Walter Kunnen è riuscito a decodificare le tracce che queste influenze esogene imprimono sul nostro corpo durante le ore di sonno. L’organismo umano è in grado di percepire, registrare e conservare la presenza dei vari campi che continuamente lo attraversano.


Come in ogni stanza della casa, in ogni volume del corpo (tronco, collo, testa, arti) si riproduce la stessa immagine tridimensionale, lo stesso ologramma generato dalle influenze esogene del luogo in cui si dorme. Questa straordinaria scoperta consente di affrontare l’argomento con una tecnica molto precisa e completamente innovativa.
E’ così possibile effettuare ovunque una indagine sulla persona, poiché conserverà per settimane sul suo corpo queste tracce elettromagnetiche, rivelando quali ed in quale misura le varie influenze esogene presenti possono generare patologia. La possibilità di decodificare questi segnali consente infatti anche di misurarne le intensità levogire e destrogire del magnetismo cellulare su tutte le frequenze vitali, permettendo di formulare una vera e propria diagnosi di ciascun organo e funzione del corpo. Lo stato di salute di questo è quindi influenzato dal tipo e dalla qualità dei vettori energetici presenti nella abitazione provenienti dalla Biosfera.

Da alcuni anni Archibo Biologica verifica un notevole aumento delle aggressioni levogire causato dal forte incremento delle emissioni artificiali, ed una progressiva e forse conseguente riduzione dell’apporto energetico benefico proveniente dai vettori elettromagnetici naturali percepibili nella casa (Ovest, Nord, Sud/Ovest, Nord/Ovest) la cui funzione è sempre stata quella di "nutrire" adeguatamente i nostri organi.

Il biorisanamento della casa

Per contrastare questi effetti nocivi e risanare la Biosfera Walter Kunnen ha messo a punto una tecnica di biorisanamento dei luoghi ma soprattutto dell’abitazione, dove la zona letto è sicuramente la più importante e delicata.
Come afferma il ricercatore belga "L’uomo passa la notte nel suo letto.
• La notte non c’è compensazione solare: questa prodigiosa e benefica dinamo è quindi assente, mentre le altre interferenze hanno allora campo libero.
• Sdraiato sul letto, l’uomo offre all’irraggiamento cosmico e tellurico una superficie maggiore rispetto alla posizione seduta o eretta.
• Durante il sonno la tensione elettrica della pelle diminuisce sensibilmente e la protezione faradica diventa molto meno efficace.
• Infine non trascuriamo il ruolo della latenza: si è per un tempo relativamente lungo nel medesimo luogo, addirittura nella stessa posizione o quasi". 


Questi fattori determinano la formazione dell’ologramma delle tracce sul corpo, da cui è possibile ricavare una serie di dati in maniera perfettamente riproducibile e controllabile da chiunque con una semplice bussola.

Si evidenzia così la posizione del dormiente rispetto ai punti cardinali, al centro della stanza e la sua posizione predominante durante il sonno. L’esame procede poi con la lettura delle impronte biosferiche lasciate dai vettori elettromagnetici principali, che sotto forma di onde portanti hanno veicolato e trasmesso all’organismo onde portate ovvero segnali biologici benefici, neutri o disturbanti. Questa indagine mette in evidenza la presenza della Grande Rete Ubiquitaria Ortogonale (direzione Nord/sud ed Ovest/Est) e Diagonale (Nord- Ovest/Sud- Est e Sud- Ovest/Nord- Est), conosciute e documentate con certezza fino ai tempi dell’Imperatore Adriano, e di cui i piccoli reticoli oggi conosciuti con i nomi di Rete Hartmann e Rete Curry rappresentano solo un’eco molto debole.

Si cercano poi i le tracce lasciate dai vettori dell’acqua corrente sotterranea e della relativa faglia, ed infine quelle lasciate dalla costante esposizione ai vettori artificiali come radar, ripetitori radiotelevisivi e telefonici, satelliti geostazionari, linee elettriche. La particolare disposizione sul corpo di questi segnali evidenzierà le zone spesso doloranti dove la persona è colpita dalle influenze nocive, che generalmente sono all’origine dei suoi problemi di salute. 

L’intervento di biorisanamento consiste poi nel neutralizzare le influenze patogene individuate con l’antenna Lecher, senza procedere ad alcuno spostamento del letto. Si ricerca il centro energetico delle onde portanti e si collocano, nei punti precisi di ingresso della risonanza del vettore all’interno dell’abitazione, delle piccole ampolline contenenti sostanze naturali la cui funzione è quella di assorbire la componente patogena levogira dei campi. Se all’esterno della casa c’è del terreno praticabile parte del lavoro può essere svolto collocando a circa 10 cm. di profondità delle antenne Biodin ad azione riflettente per deviare verso l’alto il fascio elettromagnetico. 

Si tratta in definitiva di operare una manipolazione ed una ottimizzazione delle forze conosciute presenti nella Biosfera. Con l’antenna Lecher ci si accerta poi che la camera da letto e la persona non siano infestati da funghi, microscopici parassiti ancora poco studiati in Italia, che sono responsabili di un gran numero di diffuse patologie. Nell’abitazione viene anche ricercata la presenza di colonie di acari e di eventuali materiali nocivi utilizzati per la costruzione e l’arredamento. Infine, con apposite strumentazioni tarate secondo le normative europee, si procede alla misurazione dei livelli di esposizione ai campi elettrici e magnetici originati anche dalla dispersione dell’impianto elettrico e dagli elettrodomestici, la cui frequente entità può causare disturbi del sonno e del sistema nervoso. Si può anche effettuare una misurazione del livello di presenza del gas Radon nella abitazione e nei locali frequentati.

Dagli anni ’70 ad oggi Walter Kunnen con la sua equipe ha effettuato circa 3500 interventi in Belgio, Germania, Paesi Bassi, Austria, Francia, Svizzera e Italia. Normalmente il biorisanamento di una casa viene eseguito da una squadra di ARCHIBO BIOLOGICA composta da quattro esperti, ciascuno dei quali svolge un compito specifico. L’intervento ha una durata di due/tre ore di lavoro ininterrotto. Dopo almeno due mesi è opportuno un esame di controllo sulla persona a cui sono state prese le tracce per verificare la loro scomparsa e, normalmente, il progressivo miglioramento della qualità del sonno e delle sue condizioni di salute.

Bibliografia:

W. Kunnen
IL CORPO ENERGETICO DELL’UOMO
Le chiavi n° 8
ed. Andromeda, Bologna.
W. Kunnen

NUOVE SCOPERTE IN RADIESTESIA: L’ANTENNA LECHER
Comunicati Andromeda n° 53 / 1998
ed: Andromeda, Bologna.

Frasi chiave:

La differenza tra un corpo vivo ed un cadavere 
non è né fisica né anatomica: si tratta semplicemente 
di una differenza energetica. 

Il corpo è innanzitutto una antenna, che riceve, 
emette ed accumula. 

E’ possibile decifrare l’ologramma che il corpo realizza 
durante la notte delle influenze elettromagnetiche 
presenti nel suo ambiente.

*Designer progettista di interni bioecologici e ricercatore in Geobiologia, Bologna.

Bologna, 18 giugno 1999

QUESTO ARTICOLO E’ STATO PUBBLICATO NEL NUMERO DI SETTEMBRE 1999 DELLA RIVISTA "DOSSIER
AMBIENTE E SALUTE", INTERAMENTE DEDICATO ALLA GEOBIOLOGIA

2 commenti:

  1. Questa branca s'integra con la NMG.

    RispondiElimina
  2. Si, in effetti c'è attinenza con le leggi biologiche di Hamer.

    RispondiElimina