venerdì 11 gennaio 2019

Il nostro DNA è la merce più preziosa per fare affari con gli alieni

Secondo il professor Helman, il materiale genetico del pianeta Terra è un'arma di scambio economico potenzialmente valida per evitare un genocidio planetario, se e quando incontreremo gli alieni.

Anche se non abbiamo ancora rilevato alcuna traccia di vita extraterrestre sull'orizzonte galattico, alcuni scienziati hanno cominciato a riflettere e a capire in che modo prepararsi al loro arrivo. Uno dei più grandi dilemmi post-incontro — dilemma che difficilmente viene risolto nella lista infinita dei film sci-fi a tema alieni — riguarda proprio l'evitare un massacro planetario che sancirebbe la fine della nostra civiltà.

Una soluzione potrebbe essere: invece di buttarsi in uno scontro diretto, perché non tentare la via della negoziazione? Questa è l'ipotesi approfondita da Daniel Helman, professore di Rapporti sul Lavoro e Sindacati alla Ton Duc Than University in Vietnam. Abbiamo anche un bene di scambio decisamente degno di un accordo commerciale intergalattico, secondo Helman: il DNA — degli animali, delle piante, e anche nostro ...



Helman aveva proposto l'idea alla International Space Development Conference di Los Angeles, a maggio. Quando gli ho parlato al telefono, poco dopo, mi ha spiegato perché i beni di scambio tradizionali della Terra — strumenti, armi o tecnologia — potrebbero non avere senso da mettere sul tavolo degli extraterrestri.

Qualunque civiltà aliena che entrerà in contatto con noi, probabilmente sarà decisamente più avanzata degli umani, e potrebbe non essere interessata ai nostri relitti tecnologici, ha spiegato. 
Potrebbero, però, essere interessati a condividere alcune delle loro tecnologie avanzate o scoperte scientifiche d'avanguardia in cambio di qualcosa che non possono avere a casa loro.

Helman ha spiegato che ciò che rende le informazioni genetiche così uniche è che sono il risultato di milioni di anni di evoluzione e interazione con l'ambiente terrestre. In pratica, sono un registro di tutto ciò che è successo sulla Terra fino ad oggi, dalle estinzioni di massa fino alla rivoluzione industriale. "Il nostro ambiente è unico, e anche la genetica di tutti gli organismi presenti su questo pianeta e nel sistema solare è unica," ha spiegato Helman.

Helman ha spiegato come si dovrebbe svolgere uno scambio del genere. 

Prima di tutto, bisogna raccogliere il DNA della specie in questione — sangue, sputo, capelli... qualsiasi cosa contenga i mattoni della vita come la conosciamo. Poi, tutte le informazioni genetiche di un particolare organismo hanno bisogno di essere decodificate dagli scienziati (come lo Human Genome Project, che si è concluso nel 2003). Quelle informazioni genetiche sarebbero poi parcellizzate con la storia della vita dell'organismo: immagini, mappe del suo habitat, tabelle della sua evoluzione e dettagli su come l'ambiente condiziona l'espressione di quei geni (epigenetica). Il risultato sarebbe un comodo pacchetto di tutto ciò che costituisce un essere vivente, eccetto l'essere stesso.

Barattare DNA, poi, implica il beneficio aggiunto di preservare informazioni genetiche altrove, ha detto Helman. È come una polizza assicurativa per la Terra, in caso l'umanità finisca per annichilire la vita dal pianeta con una guerra nucleare o a causa del cambiamento climatico. La possibilità di un'assicurazione di questo tipo potrebbe anche spingere le persone a impegnarsi di più nel tutelare e conservare le specie ora, rifletteva Helman.

"Non puoi gettare le basi per una negoziazione se non hai i beni materiali," mi ha detto. "Se stiamo distruggendo la biodiversità, allora stiamo limitando i nostri beni più preziosi. È una ragione utilitaristica per promuovere la biodiversità."


L'idea che una specie aliena atterri sulla Terra, per non dire che si metta a fare affari con noi, può suonare forzata. Dopo tutto, degli oltre 3.700 pianeti che abbiamo scoperto al di fuori del nostro sistema solare, solo 50 circa hanno qualche vaga possibilità di poter ospitare la vita. Le molecole organiche che la NASA ha scoperto su Marte questo mese potrebbero provenire da un'esplosione vulcanica o da un meteorite anziché da una forma di vita Marziana con gli occhi sproporzionati rispetto alla faccia.

Ma il Dr. Nikola Schmidt, uno scienziato politico della Charles University a Praga, ritiene che non ci sia niente di strano nel fare congetture sulle forme di vita di altri pianeti, o sulle possibili interazioni con le stesse. Schmidt lavora nel ramo della difesa planetaria — il suo compito è capire come proteggere la Terra da tutto ciò che si trova fuori dalla nostra sfera, che siano asteroidi o esseri viventi. La nostra posizione relativamente isolata nella galassia e il ritmo dell'evoluzione tecnologica e sociale — insieme alla crescente distruzione del pianeta — ci fa guardare altrove con desiderio, ha detto.

Ciò che preoccupa Schmidt nell'idea di Helman è cosa potrebbe fare una specie intelligente aliena con le nostre informazioni genetiche, una volta ottenute. "Potrebbe essere pericoloso per noi," mi ha detto al telefono. "Potrebbero, per esempio, sviluppare malattie su misura."

Daniel Ross, un dottorando dell'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign che si interessa dei metodi di decodifica di lingue aliene, ha detto che il punto non è tanto trovare risposte definitive a certe domande (perché non abbiamo gli strumenti per farlo) ma, piuttosto, teorizzare potenziali scenari.

Se viene stabilito un contatto, ha detto, "è come una partita di poker interstellare. Se non hai mai giocato a poker in tutta la tua vita, difficilmente sarai bravo."

Ross ha sottolineato che il modo in cui interagiremmo con una civiltà aliena è simile a quello col quale interagiamo con altre culture: comprendere la lingua, trovare un terreno comune e modi equi e giusti di coesistenza senza che una cultura sia soffocata da un'altra.

Helman ha collegato le discussioni sul contatto alieno a quelle attuali sull'etica dell'intelligenza artificiale. Una IA senziente e autonoma non esiste ancora, eppure gli scienziati stanno teorizzando sui valori morali che potrebbe possedere, sui diritti che potrebbe avere in quanto essere senziente e su come potrebbe funzionare il rapporto con essa.

Le teorie di Helman fanno parte di uno sforzo collettivo compiuto da etici, scienziati planetari, linguisti e altri accademici di stampo scientifico e artistico, per prepararsi al contatto con la vita extraterrestre.

La sua presentazione alla conferenza era tra quelle organizzate dal Messaging Extraterrestrial Intelligence International (METI) e del Search for Extraterrestrial Intelligence Institute (SETI) — gruppi internazionali di scienziati che cercano di capire come comporre e inviare messaggi nell'universo e come questi messaggi potrebbero essere interpretati — nel bene o nel male.

Helman ritiene che il modo migliore per portare avanti discussioni e potenziali piani sia quello  di creare una commissione scientifica internazionale no-profit. Non c'è alcun gruppo dedicato alla discussione delle negoziazioni intergalattiche, per quanto METI e SETI potrebbero assumere un incarico del genere; Helman spera che lo studio che pubblicherà verso la fine dell'anno contribuirà a far partire il gruppo.

È giunto il momento di discutere queste possibilità, ha detto Helman. "L'umanità sta vivendo un momento incredibile di avanzamento tecnologico e scientifico, ecco perché ha perfettamente senso valutare quali opzioni abbiamo per i vari tipi di futuro — prima di prendere decisioni che lascino la civiltà con una sola strada da percorrere."

Fonte originale: astronaut.com

79 commenti:

  1. Ma tutti questi alieni se esistono veramente al di là di tutto dove sono?..............Enrico Fermi,scienziato e fisico nucleare.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non si sa! Nello spazio? In altre dimensioni? Nella nostra fantasia? La maggior parte di noi non ne ha la più pallida idea.
      Ma se dovessero sbarcare prepariamoci! Ahahah!

      Elimina
  2. Per me se esistono,Catherine,devono essere anche abbastanza timidi e se no non si spiega,comunque se riescono a vincere la timidezza e si manifestano,sarebbe ora,con me Cappuccino e Cornetto gratis non gli è lo leva nessuno,purché si facciano finalmente vedere.Ahahah!.Emilio

    RispondiElimina
  3. Sbarcare? Attenzione Catherine sa che vengono dal mare!! 😁😁👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽👽

    RispondiElimina
  4. 👽 Alieni o meglio,siriani,libici,egiziani,afghani,pakistani,mi sa che è una Confederazione Galattica Marina?????Emilio

    RispondiElimina
  5. Secondo me sarebbe abbastanza azzardato credere di esseri i soli esseri viventi nell'universo!

    RispondiElimina
  6. Giusto Giuseppe,hai ragione sarebbe azzardato e presuntuoso,ma allora perché se esistono veramente non si manifestano in maniera ufficiale,una volta per tutte,confermandoci così pubblicamente la loro esistenza,è proprio questo il punto buio dell*argomento che a volte può suscitare anche ilarità e incredulità.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emilio alla tua domanda ha risposto Charles Fort ne: libro dei dannati.
      I dannati sono i fatti che non hanno le luci dei media.

      Gli alieni non si manifestano perchè apparteniamo a qualcun altro e tutti sono stati avvertiti.

      Gianni

      Elimina
    2. Caro Emilio, ti rispondo con una metafora: lo sai che in un conduttore elettrico possono coesistere molte frequenze, tutte diverse, senza influenzarsi a vicenda (a meno di una prossimità di valori)...e sono estranee vicendevolmente; e così è dappertutto! Almeno, questa è la mia TEORIA…
      Come i regni minerale, vegetale ed animale non sono consapevoli (salvo rare eccezioni…) del potere degli UMANI su di loro, così noi non siamo consapevoli (salvo rare eccezione…) del potere degli ALIENI su di noi...ma sono tutte supposizioni, teorie, ipotesi, opinioni e come tali tutte rigorosamente opinabili…
      To be continued...

      Elimina
    3. Il potere di entità parassite e alieni non è in ciò che possono fare ma in quello che noi crediamo che possono fare.

      Sono almeno 50.000 anni,che ci sono immagini scolpite sulla pietra, disegnate, statuine, quadri che raffigurano astronavi e alieni, e questo è un fatto non smentibile.

      Se in tutto questo tempo non si sono manifestati direttamente motivi serissimi devono di sicuro averli. Se gli alieni avessero mire su di noi ci conquisterbbero in un attimo.

      Certa new age afferma che ci verranno a salvare e i giusti portati al sicuro, è solo un modo di deresponsabilizzarci, ci dobbiamo salvare da soli.

      Gianni

      Elimina
    4. ...ci dobbiamo salvare da soli.
      Su questo non c'è alcun dubbio: solo noi possediamo la chiave della nostra prigione…
      Ogni uomo è prigioniero di sé stesso e sconta una condanna a vita. Robert A. Heinlein

      Elimina
  7. Ipotesi spazzatura
    E' la solita minestra, distrarre chi si fa domande in questo caso "aliene".
    Mercato del DNA? Costui o è pagato o è un disinformatore, anche un bambino capisce che gli alieni se sono interessati al DNA terrestre se lo prendono e senza permesso.

    Gianni

    RispondiElimina
  8. "Sono almeno 50.000 anni,che ci sono immagini scolpite sulla pietra, disegnate, statuine, quadri che raffigurano astronavi e alieni, e questo è un fatto non smentibile"

    Nel mondo di Gianni succede anche questo... Non puoi smentire il gia' smentito da tempo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa e stato smentito?Chiedo per ignoranza, perché mi parrebbe strano che siano stati smentito tutti i reperti intesi come dipinti rupestri,manufatti,quadri ecc....ammetto che se mi dimostri questo dovrei rivedere molte delle mie idee

      Elimina
    2. E' ovvio che non potrai mai smentire tutti i reperti perche' non ci sono prove ufficiali e non ci saranno mai! Ho esagerato semplicemente perche' dire "sono alieni" o dire "sono altro" ha lo stesso valore dato che non puoi dimostrare nulla.
      E' il buon senso che fa pendere la bilancia verso la direzione piu' semplice cioè "non sono alieni" .
      Bisognerebbe scendere nei particolari, analizzare il contesto e il motivo della realizzazione,vedere se la raffigurazione e' religiosa oppure no, insomma con un po' di studi si arriva a capire che le cose di cui parliamo sono molto piu' semplici di quello che sembrano senza scomodare gli alieni.

      Paolo di Tarso scriveva: NON CONFORMATEVI ALLA MENTALITA’ DEL SECOLO MA SAPPIATE DISCERNERE….
      Tradotto: NON COMMETTIATE L’ERRORE DI INTERPRETARE IL PASSATO CON IL PRESENTE. CERCATE DI DISCERNERE LE VERITA’ ETERNE DISSEMINATE NELLA STORIA….

      Anche questo è fondamentale!

      Elimina
    3. " rivedere molte delle mie idee "
      Cio' vuol dire che anche tu!??
      NO STEFANO ANCHE TU! NON ME LO ASPETTAVO

      Elimina
    4. Come avrai potuto notare sono una persona molto razionale e prima di dare valore a ipotesi che cozzano con diciamo "la normalita'" mi ce ne vuole di "prove"...nel campo ufologico e' ovvio che prove non ne ho ma da persona appunto razionale e che ha studiato molto l argomento(anche per via di fatti accaduti personalmente)devo ammettere che sarebbe irrazionale non considerare come prove la miriade di indizi che spaziano dalle testimonianze,dai ritrovamenti ,dallo studio delle scritture di quasi tutte le culture antiche ecc ecc...Il 90% di questi indizi è sicuramente falso,messo in giro per i più svariati motivi,ma basta che sia vero l uno % di queste milioni di informazioni,affiancato al fatto più banale,ovvero che é statisticamente impossibile che esistano forme di vita intelligente solo su questo granello di sabbia chiamato terra,e la risposta è data...

      Elimina
    5. "... papà secondo te c'è qualcuno negli altri pianeti? 
      ... Non lo so, però io dico che se ci siamo solo noi mi pare uno spreco di spazio!"

      Una frase della dottoressa Eleanor Arroway(Jodie Foster)
      dal film Contact, uno dei miei preferiti.

      Un conto é dire che é quasi impossibile che siamo soli nell'universo.
      Un altro conto é dire che gli alieni sono o sono stati in contatto con noi.



      Elimina
    6. Questione di probabilità...

      Poi se volete credere che "ci vuole la vista interiore" e che ci dividono "barriere vibrazionali" fate pure...

      Elimina
  9. Abbiamo un grave problema alla vista, vediamo immagini dipinte e scolpite, fotografate, filmate, analizzate, che sono inesistenti.

    In Australia nell'interno ci sono dipinti in un loro luogo sacro vecchi di migliaia di anni che raffigurano esseri molto simili ai moderni "grigi".

    Ci andò per verificare se ci vedo bene, così per sicurezza.

    Gianni

    RispondiElimina
  10. Non c'e' bisogno che vai in Australia Gianni... vieni in Toscana precisamente nel paese di Loro Ciufenna in localita' Gropina c'è una Pieve dell'anno 1000... entra e guarda il pulpito ...
    Haaaaaa 😱😱😖😖 ! I GRIGI!!!

    RispondiElimina
  11. Non è che gli "alieni" non si manifestano nella maniera convenzionalmente accettata dagli esseri umani, della serie "piacere, mi presento sono il capobanda degli alieni, siamo qui per.... con tanto di discorso di un ipotetico e fantomatico presidente americano in stile film hollywodiano" è che come insegna il film di john carpenter "they live" ci vogliono i mezzi adatti, ovviamente non servono gli occhiali indossati dal protagonista del film, ma come disse don juan matus "non è colpa loro se da parte nostra non abbiamo addestrato i nostri occhi" se non riusciamo a vederli la responsabilità spetta al singolo individuo, come? ovviamente sviluppando la vista interiore, a volte però questi "alieni" si palesano ma non con la navicella spaziale e senza tanto clamore, (il mettersi in mostra o l'esibizionismo non conviene a nessuno, si fa tutto in anonimato e senza destare troppo sospetto) e addirittura convivono in mezzo a noi, ma a causa della loro consapevolezza molto diversa dalla nostra e direi anche notevolmente più sviluppata di quella umana ci sono delle vere e proprie barriere vibrazionali che ci "separano", le quali non permettono un'interazione diretta e chiara, quest'interazione non avverrebbe con il linguaggio verbale e ordinario, ma con la tele-patia (conoscenza silenziosa), il dialogo mentale lo usano in pochi, la nostra specie e poche altre, si comunica su altri livelli e lì non ci sono malintesi e fraintendimenti. Quindi non è tanto se "essi esistono" o "essi vivono", ma se noi umani viviamo al pieno del nostro potenziale cognitivo o meno, e se un giorno i futuri discendenti della specie umana torneranno a relazionarsi con "loro", a prescindere dalle loro "benevole o malevole" intenzioni nei riguardi dell'uomo. Esistono, da bambino ho interagito con gli inorganici, non erano "fantasie immaginifiche", ma è preferibile mantenere le distanze, non ci potrà mai essere un rapporto di fiducia reciproca, entrambe siamo pronti a raggirarci l'uno con l'altro. Se qualcuno mi chiede: forniscimi le prove della loro esistenza: io gli rispondo molto sinteticamente: vattele a cercare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo mi sembra un discorso valido ma un po' generalizzato...Io credo che di cosiddetti alieni ne esistano di infinite tipologie,inutile parlare di esseri vibrazionali oomultidimendionali,perché lo siamo tutti,tutto quello che esiste lo è, quindi è normale che siamo in grado di entrare in contatto diretto solo con esseri appartenenti alla nostra diciamo "frequenza" e forse di frequenze più basse ma è chiaro che essendo questi molto probabilmente di un livello evolutivo pari/inferiore non siamo entrati in contatto per reciproca impossibilità,mentre probabilmente entità con frequenze maggiori o semplicemente diverse,sono in grado se lo vogliono di interagire in vari modi con noi e qui entriamo nel campo dell' alieno come lo intendiamo oggigiorno,ma ritengo anche in quello di angeli,demoni fantasmi e anche semplicemente defunti,perché anche loro sono alieni della nostra dimensione...io diversamente da te se avessi le prove di quello che dico non vedo perché non dovrei darle agli altri,ma il fatto e' che le mie,come quelle di tanti altri che parlano a vanvera e magari ci guadagnano sopra,sono solo supposizioni,perché se ancora questo disegno non è stato svelato alla massa un motivo deve ovviamente esserci ed e' uno di quei motivi che non ci e' dato sapere perché probabilmente asse portante del "gioco"...tutti noi ci chiediamo il motivo della nostra esistenza e diamo milioni di spiegazioni ma una vera risposta non la abbiamo e mai l avremo ma con questo mica smettiamo di esistere...

      Elimina
    2. Vi consiglio un film se non l'avete visto... INTERSTELLAR. Secondo me il piu' bel film degli ultimi anni.
      Ci sono vari errori scientifici ma secondo me si possono trovare delle risposte...

      Elimina
    3. Il film l ho visto,ma pensare di poter trovare delle risposte nei film,ovvero storie che ben che vada si rifanno a studi/racconti/esperienze di altri se non totalmente inventate,mi pare leggermente ardito...nel film in questione non ho trovato niente di diverso da teorie esposte in un film di fantascienza...tutto interessante ma non direi risolutivo

      Elimina
  12. E' il tuo pensiero! Per me invece e' stato illuminante.
    Sono ... punti di vista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su codesto siamo perfettamente d accordo,perche come dico sempre su questi argomenti si può stare a parlare quanto si vuole,ma rimangono pur sempre punti di vista...poi ci sono le palesi assurdita',ma questo è un altro discorso...😉

      Elimina
  13. Fatti assai poco conosciuti che fanno riflettere.

    1 Il 99,9% dello spettro elettromagnetico non lo vediamo.
    2 Gli occhi vedono contemporaneamente un milione e mezzo di informazioni.
    3 Il cervello ne usa solo poche migliaia per la visione.
    4 Il 25% della luce viene usata dagli occhi per la visione, il restante 75% viene usato dal cervello come cibo energetico per la produzione di ormoni e neuro chimica.
    5 Chi usa piante psicotrope ha uno spettro visivo più ampio e capita che vedono UFO visibili solo a loro, le testimonianze sono schiaccianti.

    Conclusioni
    Quanto sopra non sono punti di vista ma la fisiologia umana, per cui è sommamente arrogante ritenere che oltre lo spettro a noi visibile non ci sia una vastità di molti tipi sia materici che non materici.

    Gianni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un conto é dire quello che hai detto, un altro conto é dire che ci sono alieni oltre lo spettro a noi visibile...

      Il punto cinque un si po' sentì. Stron*ate schiaccianti

      Elimina
  14. Il punto 5 è una questione interessante perché chi fa uso di DMT non fa altro che assumere una sostanza(in dosi molto più elevate) che anche la nostra pineale produce,quindi si entra in un mondo di domande infinito che riguarda appunto il ruolo della pineale,cosa sono i sogni,le varie dimensioni e frequenze a te cosi' antipatiche😂 ecc ecc ..non vedono Ufo ma entita' e bene o male le esperienze di accomunano tutte...quello che non si po' senti'(di dove sei approposito?)e' che le testimonianze sono schiaccianti...sono appunto testimonianze....interessanti...ma sempre solo testimonianze....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Calma, le dimensioni e le frequenze non mi stanno antipatiche ma non mi posso io basare sui libri di Mckenna. Alterare forzatamente l'equilibrio dell'organismo introducendo una sostanza gia' prodotta in piccolissime quantita', puo' portare solo ad una chimica errata con tutte le sue conseguenze. Infatti guarda un po' Mckenna muore giovane di tumore al cervello a forza di farsi amanite. Io sto sull'Appennino Pistoiese. Qui c'è pieno di amanite se le voi Stefano te le porto🤪!
      Credo che ci sia la possibilita' di "varcare la soglia" e di entrare in contatto con "le cose di lá" ma non con lo stato evolutivo dell'uomo attuale.

      Elimina
    2. Mi parea...son pistoiese anche io...credeo d essere l unio grullo di zona...🤣🤣🤣

      Elimina
    3. Avrei giurato tu fossi di Livorno... Non so perche'!!
      Allora si va insieme a pigliare le amanite

      Elimina
    4. Meglio i porcini della foresta di' teso...the🤣🤣

      Elimina
  15. Le testimonianze vanno considerate molto seriamente.

    La religione cristiana al pari delle altre sono integralmente basate sulla testimonianza di una sola persona o di pochissime.
    Chi non considera le testimonianze scomode per coerenza deve rigettare tutte le religioni come allucinazioni.

    La magistratura è molto basata sulle testimonianze, per cui usando lo stesso metro di giudizio di si tratta di allucinazioni e le sentenze pressochè tutte sbagliate.

    Gianni

    RispondiElimina
  16. Infatti per quando mi riguarda le testimonianze sulle quali si basano le religioni hanno la stessa valenza di quelle di chi afferma di aver visto un UFO,un fantasma,un angeli,un alieno e lo gnomo con l ascia in mano...no queste un po' meno giu'...🤣🤣🤣🤣

    RispondiElimina
  17. Vorrei che qualcuno mi spiegasse che differenza c'è tra un Paolo di Tarzo o un Ezechiele(per rimanere in tema ufologico) e uno zanfretta qualunque...tutte da prendere in considerazione ma direi nessuna da poter prendere come rivelazione assoluta ne tantomeno costruirci sopra una religione con tutto quello che ne consegue...una domanda per Emilio:per quale motivo ti chiedo perché se gli alieni esistono non si manifestano,mentre ti uccideresti per seguire la presunta parola di un presunto gesu'?perché lui non torna per aiutarci a migliorare invece di minacciare che un suo ritorno coinciderebbe con la fine delle possibilita' umane di aver seguito le parole?devo sentirmi dunque sfortunato di non essere nato in una sperduta tribu' amazzone che di gesu non ha mai sentito parlare o fortunato?

    RispondiElimina
  18. Oppure di morire prima del suo "ritorno"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che sogna Ezechiele non é un ufo ma é la MERKABA... Il Carro... cioè il "mezzo" per arrivare a Dio... E' mistica ebraica. Fatti una ricerca se ti interessa.
      L'ufologia interpreta alla lettera senza sapere minimamente di cosa si parla in realtá. Oppure lo fa volutamente per allontanarti da certi insegnamenti.

      Elimina
    2. Chiamala come ti pare a me pare un classico avvistamento UFO descritto da un uomo di 2000 anni fa...PS: i veda avevano i vimana...strane coincidenze...

      Elimina
    3. Sono livelli di interpretazione diversi...

      UN BIMBO VEDE IL SOLE E DICE CHE E' UNA PALLA INFUOCATA.
      IL BIMBO CRESCE E DIVENTA SCIENZIATO. RIGUARDA IL SOLE E DICE CHE SONO GAS PRODOTTI DA REAZIONI NUCLEARI TENUTI INSIEME DALLA GRAVITA'...

      Elimina
  19. Per Stefano......Testimonianze certe e indiscutibili sull*esistenza o meno degli alieni almeno fino ad oggi non mi risulta che esistano,credo di non sbagliarmi e per questo mi chiedo se ci sono veramente o se è solo frutto della fantasia umana.Per quanto riguarda la figura di Gesù il discorso è ben diverso,perché su di lui esistono,basta informarsi,molte testimonianze storiche e attendibili da parte di chiamiamoli così Cronisti dell*Epoca,i quali ci dicono che egli è realmente esistito,vedi per citarne qualcuno,Tacito,Plinio il Giovane e Flavio Giuseppe, poi caro Stefano lo dici tu stesso che fino ad ora nessuno ha mai deciso di sacrificarsi per seguire un presunto alieno,ma molti e questa è Storia lo hanno fatto per seguire Cristo e proprio per questo un motivo alla fine ci deve pure essere.Gesu*tornera*stai tranquillo e non verrà per minacciare assolutamente nessuno,ma solo a portare un po’ di giustizia e a dividere i buoni dai malvagi di questo Mondo e però sappi che anche a coloro che hanno sbagliato egli darà fino all*ultimo istante la possibilità di pentirsi e di salvare quello che hanno di più prezioso........la loro Anima.Emilio

    RispondiElimina
  20. Diciamo che Gesu' e' un alieno e risolviamo il problema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se e' davvero esistito,mi pare ovvio...basta leggere con l ottica giusta cosa scrive la bibbia stessa..dalla cometa,alle modalità di concepimento,la resurrezione,la modificazioni della materia e via discorrendo...ma se alla gente piace la favola del bue l asinello e i re magi che gli devo dire...

      Elimina
    2. Sono simboli Stefano. Nient'altro che simboli...

      Elimina
  21. Allora basiamo una religione su simboli?Oppure crediamo che Dio(inteso comicamente come figura antropomorfa) abbia mandato suo figlio(cioé'....suo figlio sottolineo...)per riprendere e indirizzare sulla retta via l umanita'(strano che Dio non prevedesse che magari nella foresta boliviana sarebbe stato complicato venire a conoscenza delle imprese di suo figlio)e non possiamo accettare perché non ci sono prove,che magari una razza aliena,per qualche motivo(magari pure benevolo e disinteressato anche se ci credo poco)abbia mandato o abbia fatto partorire(o entrambe le cose)un loro rappresentante con ovviamente poteri non umani da sembrare All epoca una divinità!Spiegami perché qualcosa mi sfugge...divertente che l' entita' gesu' essendo ovviamente a conoscenza di altre civilta' che avrebbero potuto fare lo stesso(e molto probabilmente lo hanno fatto considerando le varie religioni che esistono tutt oggi...)abbia ben sottolineato di non credere in altri falsi profeti/dei(ma quanti figli ha avuto Dio...?)perché la vera parola e' la sua...le cose son due...o non crediamo a nulla(e lo posso accettare)o rivediamo quello che tutte le religioni ci raccontano...il bello è che molti hanno ucciso e tutt oggi uccidono in nome di queste bischerata ..chissa' che non sia il motivo di tette queste "visite" di "figli di Dio"...

    RispondiElimina
  22. Ecco per le tette questo e altro...😂😂😂😂😂😂 Catherine rendi possibili le correzioni perDi...Ana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahha!! Se mi dici come si fa ben volentieri!

      Elimina
  23. Giusto Atunis mettiamola così,Gesù è un alieno e lo ha detto chiaramente a tutta l*Umanita*......Il mio Regno non è di questo Mondo,ma ciò non basta perché egli ha promesso all*uomo anche qualcosa che nessun altro alieno potrà mai donargli.........la Vita Eterna.Poi per il resto,ognuno di noi è libero di credere o non credere,la Fede in Gesù non si compra e non si vende,bisogna solo averla o rifiutarla.Tutti coloro che hanno ucciso servendosi del suo nome e qui è urgente e obbligatorio discernere non hanno nulla a che vedere con Cristo il quale rappresenta e rappresenterà sempre l*Essenza Sublime del Sentimento dell*Amore.Emilio

    RispondiElimina
  24. Allah mette sul piatto anche una ventina di vergini...quasi quasi mi tenta di più lui...

    RispondiElimina
  25. Sulle religioni e Dio la cosa migliore che ho sentito la dice lo sciamanesimo.

    La religione essendo basata sulla fede non conta nulla perchè è l'esperienza del mistico che ha fatto qualcun altro, una esperienza di seconda mano.
    L'esistenza di Dio è basata sul sentito dire non sul vedere Dio.

    Vedetela come volete, resta il fatto che le prove a sostegno dell'esistenza di Gesù sono zero, informatevi adeguatamente e lo vedrete da voi.
    Gli storici del tempo non hanno mai menzionato Gesù, questo è un fatto provato, ci sono i loro libri.
    E Giuseppe Flavio che cita Gesù?
    Il libro in questione è una copia dei monaci risalente all'anno mille, gli esperti del settore sono concordi nell'affermare che si tratta di una aggiunta.

    Gianni

    RispondiElimina
  26. Ma la partita un si guarda mai?
    Che casino!🤯🤯🤯

    Cominciamo dall'inizio...

    1.Le religioni si sono "degradate" per colpa dell'uomo che all'inizio le aveva inventate con tutti i suoi limiti, per veicolare insegnamenti e darsi delle spiegazioni

    2.i simboli e gli archetipi solo il miglior modo per veicolare dei messaggi perche' sono modelli standard che valgono in tutte le ere e che si svelano se ne acquisisci le chiavi di lettura (La scoperta personale é fondamentale)

    3.Le religioni sono locali perche' influenzate dagli usi e costumi e credenze dell'uomo in base al posto, ma vi si trovano fondamentali similitudini perche' all'origine il Messaggio era uno solo. Diciamo pure che l'essenza del messaggio delle religioni é lo stesso.

    4.Tutti i sacrifici e le guerre per la religione sono dovuti a travisazioni o all'ego dell'uomo, ma non alla religione stessa perchè nessuna insegna questo.

    5.Il Mio regno non é di questo mondo... significa che chi l'ha detto si trovava ad uno stato di coscienza (quindi vibrazionale)non riscontrabile sulla nostra terra. Regno di Dio = nirvana= pleroma .

    Mi fuma la testa...

    RispondiElimina
  27. Concordo con tutto e ti do 10,hai fatto un riepilogo della situazione razionale e perfetto allo stesso tempo.Bravo Atunis.Emilio

    RispondiElimina
  28. Con il Dio biblico e Gesù c'è un grosso problema

    Dio anzichè richiedere atti d'amore, ordina massacri, genocidi, olocausti di uccidere tutti donne, bambni e vecchi compresi parole sue, sacrifici umani (il primo genito), se si offende non punisce il reo ma uccide i figli eccetera.
    La bibbia descrive un autentico mostro e serial killer di masse.

    GESU'
    Non denuncia il mostro e i suoi orribili crimini ma lo sostiene.
    Per cui ne è complice, un lupo mascherato di agnello. Le sue belle parole solo fumo e specchi per nascondere l'orrore di cui ne è parte.
    Chi si gira dall'altra parte di fronte ad un crimine non è meno colpevole del criminale
    Daltronde dice che non è venuto a portare la pace ma la guerra.

    A leggere la bibbia si diventa atei.

    Gianni

    RispondiElimina
  29. A leggere la bibbia si diventa ufologi..

    RispondiElimina
  30. La risposta a Gianni è semplice e scontata allo stesso tempo,il Dio della Bibbia mostro e serial killer non è il Dio di Amore di cui è figlio Gesù,ma rappresenta invece soltanto l*essenza del Male che purtroppo da sempre è la rovina di questo mondo.Gesu*e*solo e soltanto Amore che si è fatto carne ed egli è un abisso di Luce e di Misericordia nel quale è impossibile non precipitare.Per dovere di cronaca e sopratutto per chiarire un po’ meglio la realtà dei fatti.Emilio

    RispondiElimina
  31. "In effetti a noi fa un po' impressione - se non orrore - leggere certe pagine della Bibbia, e segnatamente la pagina di Giosuè 6 cui fa riferimento la lettera. Alla conquista di Gerico Giosuè ordina infatti: «la città con quanto vi è in essa sarà votata allo sterminio  per il Signore» (Gs 6,17); e l'ordine viene prontamente eseguito: «Votarono poi allo sterminio, passando a fil di spada, ogni essere che era nella città, dall'uomo alla donna, dal giovane al vecchio, e perfino il bue, l'ariete e l'asino» (Gs 6,21). Per accettarla anch'essa come Parola di Dio, occorre cercare di comprendere a fondo di che cosa si tratta. La prima cosa da dire è che non è una arbitraria distruzione totale, lasciata in mano ai singoli instinti di coloro che conquistano una città. È un voto al Signore. Quindi qualcosa considerato sacro. Il libro del Levitico dice infatti: «ogni cosa votata allo sterminio è cosa santissima, riservata al Signore. Nessuna persona votata allo sterminio potrà essere riscattata; dovrà essere messa a morte» (Lv 27,28-29).

    La seconda cosa da osservare è che il voto di sterminio riguardava solo il territorio promesso ad Israele da parte del Signore, non altro tipo di conquiste o beni di cui ci si appropriava. In terzo luogo la Bibbia ci testimonia una progressiva attenuazione della pratica fino alla sua scomparsa. Cosa significava tutto ciò? Era il modo - a imitazione di tanti popoli e culture - di affermare che la guerra e la conquista intercorsa era voluta da Dio, cosicché tutto il possibile bottino era riservato al Signore, nessuno poteva appropriarsene. Era un modo di rendere in qualche modo santa la guerra e le sue eventuali conquiste.

    Ma possiamo affermare che questo era realmente voluto da Dio? Ci sono buoni motivi per dubitarlo. Innanzitutto se si guardano bene i testi l'ordine di votare allo sterminio non è mai ingiunto direttamente da Dio, ma da coloro che guidano il popolo e le sue guerre.

    Occorre anche aggiungere che se si osserva l'intera rivelazione che ci è testimoniata dalle Scritture, oltre ad un sensibile progresso nelle questioni morali, ci sono anche alcune smentite clamorose di leggi e precetti. Le più famose ci vengono da Gesù stesso. Per sei volte nel vangelo di Matteo è riportato il detto di Gesù che suona: «avete inteso che fu detto, ma io vi dico» a correzione di alcuni atteggiamenti contro più sane esigenze morali (Mt 5,21-48). Ma il più famoso è quello riguardo al divorzio dove Gesù afferma che esso era stato stabilito da Mosé «per la durezza dei vostri cuori», ma che «da principio non fu così», dove il principio significa ciò che Dio voleva nel creare l'uomo e la donna (Mt 19,3-9).

    Con questo esempio in mente possiamo ritenere che la pratica del voto di sterminio fosse una concessione ad usi comuni ai popoli vicini e che fosse stata rivestita di sacralità inserendola nella Legge mosaica.

    La cosa più interessante è che Dio non ha avuto scandalo di tutto ciò, non ha avuto scandalo della fragilità umana, e l'ha accompagnata e l'accompagna al suo perfezionamento. Non ha avuto nemmeno scandalo di farsi uccidere dagli uomini. Questo ci fa comprendere che la Rivelazione divina non è una ingiunzione categorica dall'alto, ma la testimonianza dell'amorevole condiscendenza del Mistero divino alla nostra condizione umana per accompagnarla al suo destino di bene. Per questo dalle Sacre Scritture accolte dalla Chiesa come Parola di Dio non sono state eliminati alcuni passaggi più scandalosi. Il più grande scandalo in effetti è quello che offre di sé Dio stesso, immischiandosi in tal modo con la storia umana fino ad assumerne tutto il male per redimerlo". Don Filippo Belli


    Un conto é parlarne seriamente...
    Un conto é sparare a zero dopo aver letto un Biglino qualunque...


    RispondiElimina
  32. La richiesta di Dio di farsi preparare degli "spiedini" di grasso con parti animali(parti richieste con sconcertante precisione anatomica degna di un esperto macellaio)e farli cuocere,non per mangiarli ma per assaporarne il "profumo",pratica che serviva per risalassarlo,come la "rigira" il signor Filippo belli?Pratica trall'altro gradita a parecchi "dii" di varie culture...strane coincidenze...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Nel paese di Avila, circondato da Pison, uno dei fiumi del Paradiso terrestre, oltre all’oro “si trovano pure il bdellio e l’ònice”: questo riferimento al “bdellio”, resina odorosa della misteriosa terra di Avila, è il primo che troviamo nel Vecchio Testamento.

      Il bdellio dovrebbe corrispondere a numerose specie di Commiphora, arbusti spinosi indigeni delle regioni che si estendevano dall’India occidentale all’Africa orientale. La loro resina si presentava in gocce sferoidali, rossastre o rosso-brune, dall’odore aromatico che ricordava la mirra.

      Viene poi citato l’ònice, termine che fa pensare alla “pietra d’ònice”, mentre invece potrebbe trattarsi dell’onichia, una misteriosa materia aromatica che compare anche fra gli ingredienti dei profumi da bruciare (timiati) prescritti a Mosè per il culto.

      L’episodio di Giuseppe, figlio di Giacobbe, venduto dai suoi fratelli agli Ismaeliti, testimonia dei commerci di materie aromatiche che si svolgevano nella regione della Mezzaluna Fertile, tra le quali resina, laudano e balsamo.

      La “resina” è forse il bdellio. Il “laudano” potrebbe essere identificato con un labdano del cisto cretico. Anche il labdano del cisto entrava nella composizione dei timiati, ovvero dei profumi da bruciare durante il culto religioso.
      Il “balsamo” – che nel mondo classico proveniva soprattutto dalla Giudea, portatovi dalla leggendaria regina di Saba – è invece una resina fragrante prodotta da arbusti di varie specie, tipo il balsamodendron gileadense"

      Ma sa un cavolo Biglino dei rituali dell'ebraismo antico!
      Era normale bruciare profumi nei rituali per gli Dei.

      Questo passo dimostra che Biglino interpreta come pare a lui (inventa).

      Elimina
  33. Stefano,usare il nome di Dio è solo una stupida e vile giustificazione dell*uomo per dare una spiegazione alle atrocità da lui commesse.Il vero Dio,quello di Gesù per capirci,non è stato e non sarà mai complice della malvagità umana.Cristo è venuto sulla Terra non per elogiare il Male ma al contrario per condannarlo e estirparlo.Anche se mi rendo perfettamente conto che il suo non è un compito facile,personalmente sono convinto che un giorno ci riuscirà e finalmente la Luce dell*Amore illuminerà per sempre Il Mondo.Emilio

    RispondiElimina
  34. Si fa presto a dire "il nome di dio" Emilio.... di quale dio stiamo parlando? Se ho capito bene a te piace la parola "cristica", benissimo e di tutto rispetto, ci mancherebbe, ma non serve scomodare un Gesù o chi per lui par sapere cosa vuol dire. Il compito di vivere nel rispetto, nell'amore e nell'armonia è un compito di tutti, non di qualcuno che ci deve dire come fare e che ci salverebbe nonostante noi :)
    Per quel compito, sicuramente Yahweh (come lo chiamano) non rappresenta certamente una buona figura di riferimento. Poi ognuno è libero di credere in qualche forma di intelligenza suprema, comunque la chiami, io ho solo il dubbio che essa sia onnisciente, cioè consapevole di noi, infime parti di quell'entità "suprema" che non siamo in grado di percepire, così come le nostre cellule non hanno la minima idea, cosciente, di quello che noi, esseri umani e senzienti (?) siamo.
    In ogni caso, per me, il "dio della bibbia" è bocciato, e da parecchio tempo anche! :)
    Eleviamoci, andiamo oltre, no?!
    ;)
    https://crepanelmuro.blogspot.com/2014/02/le-atrocita-della-bibbia.html

    RispondiElimina
  35. Catherine, io con tutto il massimo rispetto per chi non la pensa come me,rimango nonostante tutto convinto che senza fare ovviamente di tutta l*erba un fascio,una parte della nostra Umanità,ha avuto ed ha ancora bisogno di qualcuno che come dici gli ricordi cosa vuol dire vivere nel rispetto,nell*amore e nell*armonia.E la prova lampante che ciò che dico è realtà la si può riscontrare nei tempi che viviamo,dove le guerre,l*odio e la violenza tra gli esseri di questo mondo,non solo non accennano a diminuire ma addirittura secondo le statistiche e purtroppo per noi sono in costante aumento.E quindi il Mondo,secondo il mio modesto parere,ha ancora urgentemente bisogno di una figura Cristica come tu la definisci come guida verso un futuro radioso di Amore e di Giustizia.Il vero Dio e sono d*accordo con te forse non è onnisciente ma è sicuramente messaggero di Amore puro e sincero e non ha nulla a che vedere con quello della Bibbia,bocciato senza appello anche da me.Eleviamoci dunque,andiamo oltre,seguiamo le orme di Cristo e non smarriremo mai la strada.Con la mia stima verso di te che come l*Amore di Gesù non può mai morire.Emilio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo rispetto anche da parte mia per le tue convinzioni, davvero, anche perché sono lodevoli e che condivido il messaggio che portano, ma nonostante il mio ottimismo incrollabile, il mio sano realismo mi sussurra all'orecchio che se, a quel messaggio, non ci arriviamo da soli, come specie, senza stampelle, senza un guru, senza un dio, senza quel falso e ipocrita modello incul(c)atoci da miseri umani che di amore conoscevano - e conoscono tutt'ora - solo quello per il potere e il denaro, allora non meritiamo di sopravvivere.
      E se ci fosse un dio (chissà) ...forse sarebbe d'accordo con me! :))

      Elimina
    2. Catherine ritieniti fortunata che vivi oggi.
      Un tempo saresti finita a rogo, frittura di Catherine.

      Gianni

      Elimina
    3. Ahahahaha! Lo so bene!
      Potrei passare per satanista addirittura! Peccato che il satanismo (che non sarebbe nemmeno tutto da buttare per quanto riguarda i suoi principi filosofici di base, e gettando un velo pietoso sulle sue varie e deformate estensioni, non dissimili a quelle della bibbia..) è solo nato per reazione alla religione cristiana, cioè qualcosa di cui non ho alcuna notizia certa. Per me è semplicemente il rovescio di una medaglia alla quale non do alcun valore.
      Ma zitto va, non si sa mai! :))))

      Elimina
  36. La risposta su Dio l'ha data lo gnosticismo alessandrino.
    E' un errore cercare Dio all'esterno perchè noi siamo Dio.

    Se poi ci si informa su Yahweh, si scopre che tutte le religioni sono una sola che ha preso nomi e vesti nuove conservando la cosmogonia, il simbolismo e i rituali.
    E' la religione dei popoli del mare che adoravano Baal, un dio che richiedeva sacrifici sia umani che di animali, le vittime spesso bruciate vive. Il

    Per cui alla fine tutte le discussioni sulla Bibbia si riducono a qualcosa di non ebreo che è stato ingegnerizzato con oculatezza.

    Gianni

    RispondiElimina
  37. Basta citare un prete e vi scatenate! Libera nos a malo!

    Vorrei dire a Gianni che lo gnosticismo NON dice che noi siamo Dio ... non ti montare la testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me risulta che gli gnostici hanno detto proprio così
      Comunque importa poco perchè è il suo significato che conta ed è di cercare dentro di se e non all'esterno.

      Gianni

      Elimina
  38. Solo per Entronauti, come li chiamava P. Scanziani: Dopo la lettura, ed eventuale rilettura, di questo testo non sarete più gli stessi...
    http://www.gianfrancobertagni.it/materiali/vedanta/iosonoquello.doc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giuseppe, l'ho salvato e lo leggerò. :)

      Elimina
    2. Buon viaggio Catherine, sarà uno dei viaggi più belli che tu abbia mai fatto.

      Elimina
    3. Grazie Giuseppe! Mi hai creato una certa curiositá... lo leggeró

      Elimina
    4. Giuseppe ha colpito ancora.
      L'ho scaricato e melo leggo
      Gianni

      Elimina
    5. Sono certo che questa curiosità vi porterà ad approfondire l'argomento centrale dell'esistenza, come è successo a me: la profondità e la raffinatezza psicologiche sono state molto intriganti, almeno per quanto mi riguarda.
      Mi piacerebbe sentire cosa ne pensate, grazie!

      Elimina