lunedì 18 agosto 2014

Mestruazioni, effetto dell’intossicazione dell’organismo?

Pubblico questo interessante articolo riguardo all'ipotesi delle mestruazioni come risposta dell'organismo alle intossicazioni e senza collegamento con l'ovulazione. Non ho nessuna certezza sulla veridicità di questa teoria - del resto questo succede per tutte le ricerche alternative - ma offre degli ottimi spunti di riflessione. Posso soltanto segnalare, come poi viene specificato nell'articolo stesso, il riscontro seguente:
"Volume e durata della mestruazione dipendono sia dalla durata del ciclo che dal “profilo ormonale” della donna.
In alcune donne, le ovaie producono un po’ più di estrogeno che di progesterone. Queste donne hanno, in genere, il seno gonfio all’arrivo delle mestruazioni, che sono dolorose (anche l’utero si gonfia), abbondanti e lunghe. Sono infatti gli estrogeni a favorire l’ispessimento dell’endometrio.
Altre donne producono un po’ più di progesterone che di estrogeno. Queste donne hanno mestruazioni corte, poco abbondanti e poco dolorose. Il progesterone, infatti, riduce lo spessore dell’endometrio." (tratto da un fonte più "tradizionale")
Catherine

Dopo diversi approfondimenti e dopo aver osservato la reazione di donne fruttariane in perfetta salute, sono arrivato ad una conclusione che non vuole essere un dogma, ma vuole stimolare un approfondimento e delle domande: le mestruazioni non sono indispensabili alla donna.
E’ veramente normale che l’ovulo non fertilizzato sia eliminato dall’utero tramite emorragia delle arteriole uterine?

Il mio personale punto di vista è che il mestruo (la perdita di sangue) non sia la causa, bensì una fastidiosa seppur intelligente risposta del corpo all’intossicazione dell’organismo ...


Le mestruazioni corrispondono al provvidenziale intervento del corpo che fa di tutto per ripulirsi dalle tossine accumulate durante il mese. Grazie a questo drastico intervento di pulizia del corpo, la donna può così mantenersi fertile e in salute e difendere la sopravvivenza della propria specie.

Ma se non forniamo più tossine all’organismo della donna è chiara conseguenza che non ci sarà più bisogno di una pulizia mensile attraverso perdite di sangue fastidiose, accompagnate da dolori, gonfiori e stanchezza.

Nel caso di una donna attenta all’alimentazione (tendente ad un’alta percentuale di frutta e verdura) e con una costante attività fisica, bisogna fare attenzione a non confondere l’assenza di mestruo dovuta alla profonda pulizia del corpo con la perdita di ciclo: ciclo ovarico e flusso mestruale sono due cose ben diverse.
Qualcuno potrebbe controbattere “Ma mia madre da quando non ha più il ciclo (a causa della menopausa) ha artrosi, osteoporosi e si è gonfiata tantissimo”.
Quando la donna va in menopausa è perché il corpo si è saturato nel corso del tempo di una sostanza viscosa e densa (muco), prodotta dal corpo spesso in risposta a cibi cotti e iperproteici: l’endometrio passa quindi da uno stato emorragico ad uno stato atrofico.


Altre donne potrebbero dire “Ma prima della menopausa avevo molti più fastidi”… chiaramente il mestruo è un processo di pulizia e finché era attivo portava i classici dolori e fastidi da disintossicazione del corpo. La donna ignara di ciò, attribuisce la colpa all’”improrogabile” vecchiaia e in buona fede conserva le vecchie abitudini alimentari.
Viene quindi a mancare con le mestruazioni, la vitale pulizia mensile del corpo, in risposta all’insulto ricevuto da cibi inadatti alla razza umana.
Ecco perché da quel momento in poi molti sintomi peggiorano a meno che non si faccia sport e si sia attenti all’alimentazione.

Ecco spiegato il motivo per cui le donne Huntza riescono a proliferare fino a 90 anni e oltre.

Gli animali selvatici non hanno mestruazioni, ma sono soggetti al periodo stagionale degli accoppiamenti, una o due volte l’anno.
Consideriamo inoltre che non esistono animali selvatici obesi, mentre gli animali domestici oltre ad esser sovrappeso tendono a presentare ciclo abbondante. Chissà cosa c’è nelle scatolette per cani/gatti e quanti processi di cottura e raffinazione hanno subito? Ma andiamo avanti.

Qualcuno potrebbe affermare “Il ciclo coincide con le mestruazioni. Prova ne è il fatto che la donna non ha piu’ le mestruazioni durante la gravidanza”
Nulla di piu’ falso!
Il sangue della donna in dolce attesa non rischia di intossicare quello del feto.
Difatti la placenta ha origine fetale e il passaggio di scarti nel sangue al massimo avviene dal bambino verso la mamma e non viceversa.
La placenta si comporta da filtro di tossine per il feto.
Purtroppo in alcuni casi il filtro non basta a causa dell’alimentazione materna così lontana dalla nostra vera natura di essere umano… e ce ne rendiamo conto quando ci troviamo di fronte alle tristi patologie/problematiche neonatali.
Credo che la lettura di molti fenomeni fisiologici sia piu’ semplice di quanto abbiamo creduto fino ad oggi, nel momento in cui vengono rispettate le leggi della natura.

Ora vediamo cosa dicevano decenni fa coloro che erano tra i più noti e di successo igienisti alimentari e medici naturopati.

“Non ci si può ammalare solo in una parte del corpo. In realtà è l’intero corpo ad ammalarsi.
Ogni donna dovrebbe fare di tutto per eliminare le condizioni morbose chiamate mestruazioni”


Cosa ha scritto Arnold Ehret:
“I grassi di ogni genere, compreso il burro ordinario, sono innaturali e quindi non dovrebbero essere consumati” (pag.99 Il sistema di guarigione della dieta senza muco).

“Se il corpo femminile viene perfettamente pulito con questa dieta, il ciclo mestruale scompare. (….) Ognuna delle mie pazienti ha riportato che le sue mestruazioni diminuivano sempre di più con intervalli di due, tre e quattro mesi ed infine svanivano completamente, e quest’ultima condizione veniva sperimentata da chi aveva fatto un perfetto processo di eliminazione con questa dieta. Le emicranie, i mal di denti, il vomito e tutti gli altri cosiddetti “disturbi della gravidanza” svaniscono. I parti indolori, con latte abbondante e molto dolce, e bambini che non piangono mai, bambini che sono puliti in modo differente dagli altri, sono fatti meravigliosi che ho appreso da una donna che è diventata madre dopo aver vissuto con questa dieta.” (pag.149 Il sistema di guarigione della dieta senza muco).

Ludovici scrive che le mestruazioni derivano in larga misura dalle diete super–proteiche a base di carne, propagandate dalla civiltà moderna, che, come Charles Watson ha dimostrato, tendono a causare uno stato infiammatorio della mucosa uterina. …..

Perciò una dieta tendente fruttariana/crudista riduce la quantità di tossine, l’infiammazione mestruale ed anche la pressione sanguigna, favorendo così la diminuzione e l’eliminazione della risultante emorragia uterina.

Cosa ha scritto il dottor Herbert Shelton, igienista alimentare:
“Non è difficile collegare l’emicrania alla funzione mestruale, alla congestione pelvica e ad altre condizioni anormali degli organi riproduttivi” (pag.206 Il digiuno può salvarti la vita)

“La malattia esiste solo quando è necessaria e dura finché ce n’è bisogno.” Shelton

Molti credono di dover mangiare carne per avere ferro a sufficienza. [...] Contrariamente alle insinuazioni dell’industria bovina, però, i vegetariani non sono soggetti a carenza di ferro più di chi mangia carne. (pag.199 John Robbins Sani fino a 100 anni).

Cosa dichiara il dottor George Starr White, autore di “The emancipation of women”

Le mestruazioni sono patologiche e innaturali. “Niente più della dieta influenza il flusso mensile di una donna. A volte, colei che ha un flusso molto abbondante può curarsi completamente riducendo la dieta e vivendo di cibi crudi. Spesso, quando passa dal cibo cotto a quello crudo, i cicli di tale donna saltano uno o due mesi, ma non deve per questo preoccuparsene.”

Dal libro di Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald

“La deduzione dei medici e dei ginecologi che si sono onestamente chiesti quale fosse la causa originaria delle mestruazioni, anziché accettare supinamente l’attuale punto di vista medico e di diffonderlo, conclude che le mestruazioni sono ereditarie (intere generazioni di abitudini sbagliate hanno prodotto donne sempre più deboli, rendendo sempre più difficile risolvere questa condizione). Le mestruazioni nascono specialmente come una condizione tossica del sangue e della conseguente irritazione catarrale cronica della mucosa uterina, che diventa periodicamente emorragica a causa della debolezza cronica dei capillari. Questi ultimi sono incapaci di contenere la pressione sanguigna nell’utero, dopo che il concepimento non si è instaurato” (Man, an indictment, Ludovici)

Il dottor Schroyer Nadine Forrest Mac Donald è del parere che…
“Le mestruazioni, al pari della leucorrea, sono una condizione di malattia anziché di normalità, come comunemente si intende; e che pertanto vanno sottoposte a regime ed a rettifica dietetici.” Asserisce che:“Quando si permette alle mestruazioni di continuare indisturbate, si favorisce dopo una certa età, lo sviluppo di proliferazioni patologiche nell’utero. Per questa ragione, giunte per lo più ai 35 anni di età, il 20% delle donne è affetto da miomi uterini (tumore del tessuto muscolare)[...]”.

Dopo la menopausa l’infiammazione passa dallo stato emorragico a quello atrofico (stato che comporta la diminuzione del volume dell’affezione tumorale per insufficienza di nutrimento); e questa è l’età in cui il cancro all’utero è molto diffuso. [...] Afferma: “Ho visto masse cancerose decrescere fino a metà in base solo ad una dieta fatta di frutta e verdura”

Si conoscono numerosi casi di donne che hanno partorito parecchi figli senza per questo aver mai avuto mestruazioni.

“Personalmente conosco una madre di cinque bambini che non ha mai avuto mestruazioni.

Mentre un altra, soggetta a mestruo da adolescente, sposò un uomo che aveva cambiato il suo regime di vita in un altro di autentico stile naturale. La donna condivise con lui il suo stile salutista, divenne anch’ella un perfetto esempio di salute vivente e cessò pertanto di mestruare. In seguito ebbe tre figli, tutti partoriti in assetto naturale e senza dolori, e non ebbe più mestruazioni. Nessuna funzione corporea dovrebbe essere accompagnata da emorragia. La perdita di sangue è sempre un fatto anormale.”

(Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald)

Fonte: dinai.weebly.com

14 commenti:

  1. L'argomento non mi affascina perché sono un ammiratore di Erode e non solo, questi sapeva che il Dio che sovrintende la sessualità è lo stesso degli ebrei e dei testimoni (Geova).
    Le consiglio di leggere (uffa!!! Sempre Steiner!) "Problemi di alimentazione".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok per Steiner, avevo già recepito (e anche dato un'occhiata ai suoi scritti sull'alimentazione), ahahahah! :P

      Trovo comunque interessante proporre questo tipo di argomento, anche se è tutto da verificare apre nuovi orizzonti, e siccome tengo molto anch'io al discorso alimentazione ..

      Elimina
    2. Non ho accennato solo ai "Problemi di alimentazione" ma ho citato Erode, gl'israeliti, i testimoni di Geova ed altro. Conosce come trattano la sessualità detta entità? O si è accontentata del prof. Antinori?

      Elimina
    3. Intende il concetto di "fornicazione", rapporti prematrimoniali o al di fuori del matrimonio? O altro?
      Anche Antinori non è da meno, ma non sono una conoscitrice di tale personaggio ..
      Accetto volentieri suggerimenti per rimediare alla mia ignoranza .. anche se dovesse citarmi di nuovo Steiner :D

      Elimina
  2. Salve signor Andretta!Vorrei approfittare della sua conoscenza di Stainer per porle una domanda che mi faccio da tempo(colpa mia non aver approfondito perche' sicuramente ci sara' una risposta):ma il sopracitato dove trova le certezze delle sue argomentazioni, che hanno dato vita all'antroposofia?anticipatamente grazie e buona serata!

    RispondiElimina
  3. Forse lei, sig. Stefano, non ha certezze?
    Eventualmente chi non le ha?
    Se risponde affermativamente a questi miei quesiti si sarà già dato la risposta sul Dottore.
    Lei come tutti avrà la certezza che se libera una massa in aria inevitabilmente cadrà a terra, da dove scaturisce tale certezza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi permetta signor Andretta...la mia se non si fosse capito era una semplice domanda sensa nessun tipo di sarcasmo,perche' effettivamente non conosco da dove il signor Stainer abbia preso le informazioni sulle quali si basano le sue (anche affascinanti)teorie!Se pero' mi pone come paragone l'esempio della gravita' non posso non obiettare che quest'ultima anche se non scientificamente spiegata in modo esauriente,ha modo di essere continuamente verificata e quindi si puo affermare che in qualunque modo funzioni esiste,mentre a meno che qualche trapassato non sia tornato in questa dimensione a spiegara al signor Stainer cosa accade veramente quando muoriamo,non mi spiego come abbia fatto a verificare le cose che diceva...da qui la domanda che le ponevo in tutta tranquillita' e interesse!spero in una sua risposta,saluti

      Elimina
    2. Nella nostra realtà materialista è arduo affrontare il tema della spiritualità, ecco perché mi muovo cautamente quando si tratta di Steiner, infatti la mia esperienza nel web mi ha insegnato che il Dottore ha solo detrattori e dal momento che io non sono il suo avvocato difensore sono obbligato ad applicare dei filtri quando si parla di antroposofia.
      Detto ciò, sig. stefano, se lei avesse seguito il presente blog facilmente avrebbe concluso che il fondatore della scienza dello spirito è dotato di chiaroveggenza che gli permette di trascendere i limiti della fisicità.
      Dote che il Nostro ha ampiamente illustrato come conservarla od acquisirla nel suo libro "Iniziazione" da me in questo stesso albergo già citato.
      Sostengo conservarla perché quando nasciamo ce la portiamo come bagaglio talentuoso che lentamente lasciamo scemare via via che cresciamo nella fisicità.
      Se lei volesse passare del tempo in rete potrebbe evincere che altre persone godono, come Steiner, della stessa potenzialità o di qualcosa che le se avvicina.
      Tengo a precisare che non sono semplici teorie quelle dal Dottore indicate, ma empirismi che ognuno può applicare o sperimentare con la dovuta preparazione. Per trattare la precessione degli equinozi non è sufficiente avere un bagaglio nozionistico da scuola primaria, ma ci vogliono studi molto più approfonditi, purtroppo viviamo in una società che vuole tutto e subito senza alcun impegno personale.
      Spero di esserle stato esaustivo, comunque sono a disposizione per ogni altra ed eventuale.
      Ad majora.

      Elimina
    3. Se le ho posto questa domanda e' perche' sul web e sui libri di tempo ne hi passato e ne passo molto e come immagino lei,sono alla ricerca della MIA verita',dico mia perche' l'unica cosa della quale ormai posso dirmi certo,e' che in questo campo non c'e' ne c'e' stato mai nessuno che possa darci la verita' assoluta!Allora a questo punto(se avra' ancora voglia di proseguire questa conversazione)le chiedo:come fa ad essere certo che la chiaroveggenza di steiner fosse piu' veritiera(e per veritiera intendo in relazione ai contenuti rivelatogli no se fosse reale o meno)di quella che ha illuminato molte altre menti(e insieme ai chiaroveggenti includo anche contattisti,maestri ascesi,messia vari ecc ecc...)le quali tematiche differiscono spesso anche di molto da quelle di steiner??Sottolineo che non ho assolutamente niente contro quest'ultimo!Il mio dubbio e'(perche' anche io come credo quasi tutti son portato a farlo):non e' che lei ha sposato le idee di steiner invece di quelle chesso' di gesu?maometto?buddha....perche' semplicemente le tornano piu logiche e rispondono a qualche suo dubbio in piu' o semplicemente(ma non credo sia il suo caso)le piacciono di piu'?

      Elimina
    4. Intervengo perché mi sento di poter dire che, per quanto mi riguarda, l'attenzione che porto (anche se troppo spesso in modo superficiale) a una serie di personaggi, compresi quelli che hanno una qualche forma di contatto con realtà diverse o più ampie, è dovuta al mio desiderio d'imparare e per stimolare il mio discernimento.
      Se leggo uno come Steiner, o Cayce, un Siragusa, un Adamski, o persino un Swedenborg o un Rael, giusto per citarne qualcuno di epoche e interessi diversi non lo faccio per "fede", ma perché c'è sempre qualcosa da assimilare. Ma i tempi devono essere quelli giusti ... ognuno ha i propri.

      Elimina
    5. E' quello che provavo a dire io!Ognuno deve trovare la PROPPRIA verita' perche' non ritengo sia logico poterla attribuire in maniera assoluta a nessuno!Molti di quelli che ha citato,come tanti altri,sicuramente erano/sono in buona fede(ovviamente non tutti,sensa fare nomi...)ma il fatto che ci siano cos'i' tante sfumature di un disegno che cmq a grandi linee sembra lo stesso,mi porta a pensare che non sia un caso e che la verita' sia stata data donata in piccole parti a svariati "prescelti",forse proprio per far capire a tutti gli uomini che davvero non e' tutto come appare e darci l'imput per iniziare una ricerca,che insieme diventa anche una ricerca interiore e che tende per forza di cose ad alzare le frequenze dei nostri pensieri,avvicinandole forse a quelle che ci sono nelle dimensioni che ci aspettano...forse lo scopo della "fede" e' proprio questo...chissa'...(nessuno....;-P)

      Elimina
  4. Nietzsche sosteneva che la verità non esiste perché in continuo cambiamento ed io condivido tale riflessione.
    Dopo aver letto i contro commenti vostri (Catherine e stefano) rilevo che vi è sfuggito il nodo della questione, infatti nessuno nemmeno Cristo di quelli che hanno segnato la storia, non vorrei sembrare blasfemo, ha realizzato quello che ha fatto Steiner.
    Ognuno di noi può sperimentare nella materia le indicazioni del Dottore e confrontarne i risultati in ogni aspetto dello scibile umano e vi sfido a propormi un nome che sia lontanamente paragonabile a detto empirismo.
    Io sono un contadino e perciò posso confrontare la conduzione del mio terreno con il metodo biodinamico, suggerito da Steiner, con qualsiasi altro, semplicemente dividendo l'appezzamento in parti uguali e piantandovi le stesse colture e coltivando ogni singolo settore con le modalità attualmente conosciute ed al momento del raccolto rilevarne le differenze.
    Il metodo biodinamico vince, in ogni aspetto, a mani basse la comparazione.
    Quindi non si tratta di fede ma di sperimentazione.
    L'esempio vale per l'agricoltura ma è riversabile in ogni campo della conoscenza umana e sono pronto a confrontarmi con chicchessia.
    Detto ciò sottolineo in grassetto ed a caratteri cubitali che non ho sposato il Dottore e se in futuro m'imbattessi in persona/e che fossero portatori di soluzioni più avanzate della scienza dello spirito non mi farei nessun scrupolo nell'adottarle, ma in considerazione della mia età anagrafica mi augurerei che succedesse abbastanza velocemente.
    Per favore, in futuro, risparmiatemi la teoria di nomi fino a qua propostimi, alcuni conosciuti anche personalmente, perché niente hanno in comune col Nostro.
    Vi prego di leggere l'"Iniziazione", dell'autore in questione, e poi ne riparleremo.
    Se qualcosa non fosse sufficientemente esplicativo resto a disposizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, non ho più scampo .. lo leggerò ben volentieri :)

      Elimina
  5. La semantica italiana sembra essere una materia davvero ostica.
    Dici loro che la conoscenza di Steiner proviene da esperimenti scientifici verificabili da chiunque, e loro rispondono che ognuno deve trovare la propria verità nel bazaar delle elucubrazioni.
    Potrei cominciare a pensare ad una inadeguatezza della lingua.

    RispondiElimina