sabato 25 gennaio 2014

Chlorella - Rimuovi il mercurio dal tuo corpo in poche settimane


Avete notato che praticamente tutti i giorni i media raccontano una nuova storia che riguarda gli effetti nocivi del vivere nel mondo moderno?

Agenti chimici e metalli pesanti sembrano essere nascosti ovunque...

I pesticidi ricoprono una gran parte del cibo fresco, le sostanze chimiche vengono immesse quotidianamente nell'aria e nell'acqua e gli amalgami nei denti possono rilasciare mercurio ogni volta che mastichiamo del cibo.

Il pesce negli oceani è pieno di metalli pesanti e mercurio e queste sostanze seguono la catena alimentare fino ad arrivare nel nostro piatto.

L'acqua del sottosuolo è inquinata da chimici e pesticidi di scarico delle fabbriche e dagli scarti delle nuove tecnologie.

In pratica, un livello accettabile di veleni viene fatto entrare nella nostra casa attraverso l'acqua che si utilizza per bere e lavarsi, inclusi fluoro, cloro e bassi livelli di metalli pesanti, non ci vuole molta immaginazione per vedere che il nostro corpo è sotto attacco dell'inquinamento ambientale ogni giorno.

Si può cercare di proteggersi e combattere questa situazione mangiando cibo libero da pesticidi e sostanze chimiche ma non si può rimuovere tutte le fonti di tossine dall'ambiente.
Il danno al mondo è diffuso e pervasivo. 
Si possono prendere misure personali per proteggersi dalla tossicità del mondo e una delle migliori risorse per rimuovere queste sostanze tossiche dal corpo è una alga verde chiamata clorella ... 




In breve:
La clorella, una micro-alga unicellulare, è uno dei più potenti strumenti di disintossicazione per l’eliminazione delle tossine accumulate nell’organismo, compreso il mercurio.

Il grasso corporeo accumula da 10 a 100 volte più tossine del sangue. Uno dei modi migliori per rimuovere queste tossine è l’utilizzo di cibi disintossicanti come i concentrati di proteine del siero del latte che contengono precursori del glutatione, esercizio fisico e l’utilizzo della sauna ad infrarossi.
La clorella integrale è assolutamente indigesta e quindi, per utilizzarla come disintossicante, bisogna romperne la membrana cellulare durante il processo di produzione.
La clorella contiene anche proteine complete, così che può essere utilizzata sia da vegani che da vegetariani, e aumenta l’apporto di vitamina B.

COME SI COMBATTE L'INQUINAMENTO SISTEMICO

L’organismo mette in atto un piano di protezione contro gli agenti chimici indesiderati e nocivi provenienti dal cibo, dall’aria e dall’acqua. Una delle parti più efficaci di questo piano è la disintossicazione dalle tossine già incamerate nel corpo.

Il corpo è naturalmente capace di rimuovere molti degli agenti patogeni, agenti chimici e veleni con i quali possiamo venire in contatto nell’ambiente.

Ma, nel 21° secolo, si sta assistendo a un’esplosione di malattie collegate all'accumulo di tossine come il cancro, le disfunzioni auto-immunitarie, disturbi cerebrali - come l’autismo, l’Alzheimer e il Parkinson - disturbi neurologici e problemi più comuni come depressione, difficoltà di apprendimento e fatica cronica. Così diventa relativamente facile sovraccaricare l’organismo riducendone la capacità di rimuovere queste tossine.

Alcuni sintomi di uno stato tossico dovuto a esposizione cronica di metalli:
- stanchezza
- problemi digestivi e ridotta abilità di assorbimento e utilizzo dei grassi
- dolori articolari
- depressione
- problemi di regolazione dello zucchero nel sangue
- problemi di infertilità femminile

Il mercurio è anche una potente tossina che può danneggiare il cervello, il sistema nervoso centrale e i reni; è particolarmente dannoso per i bambini, i nascituri, le donne incinte e in allattamento, per chiunque abbia alti livelli di mercurio. È evidentemente importante disintossicare l’organismo dalle tossine accumulate per migliorare lo stato di salute incrementando la capacità di rimozione delle tossine a cui si è esposti quotidianamente.

SAUNA AGLI INFRAROSSI

Nel grasso corporeo c'è un accumulo di tossine da 10 a 100 volte superiore rispetto a quello nel sangue perciò, uno dei modi migliori per rimuovere le tossine è perdere peso. Questa è la difesa principale. Scegliere il cibo giusto e fare attività fisica sono le chiavi per migliorare lo stato di salute. Dopo di ciò, uno dei metodi più efficaci che conosco è l'uso della sauna agli infrarossi che può essere fatta per circa un'ora al giorno per un mese. È molto importante idratarsi bene prima e durante il trattamento per evitare la disidratazione.

In aggiunta si può fare esercizio fisico per 30-60 minuti immediatamente prima per liberare parte delle tossine contenute nelle cellule adipose.

Alcuni specialisti hanno scoperto che l'uso della niacina - del tipo NON a rilascio ritardato - aiuta a liberare le tossine dal grasso. Ma sono richieste dosi elevate: circa 5.000 mg. Queste dosi così elevate richiedono un’assunzione lenta e progressiva perché la niacina può provocare vampate. E, comunque, circa un quarto della popolazione non è in grado di tollerare le vampate da niacina. Evitate, quindi, la niacina a rilascio lento perché può potenzialmente portare a epatiti di origine chimica.

LA CLORELLA UN POTENTE STRUMENTO DI DISINTOSSICAZIONE

È una delle risorse nutrizionali disponibili dalle proprietà più sbalorditive che può aiutare il corpo a combattere naturalmente l'inquinamento ambientale è un integratore a base di un cibo integrale: la clorella. La clorella è uno degli integratori più utilizzato in Giappone dove più di 10 milioni di persone la usano regolarmente. I giapponesi usano la clorella molto più diffusamente di quanto i nord americani usano la vitamina C, l'integratore più popolare.

I giapponesi sanno qualcosa che non sappiamo?

Una delle ragioni per cui la clorella è così importante per i giapponesi è la capacità di disintossicare naturalmente. La clorella è un "alimento verde", una micro-alga unicellulare grande da circa 2 a 10 micron. È molto piccola con una proprietà unica: permette la chelazione di metalli, di sostanze chimiche e di alcuni pesticidi.

Quando la clorella è introdotta nell’organismo, agisce legandosi naturalmente ai metalli pesanti, alle sostanze chimiche e ai pesticidi che trova lungo il tratto digestivo che è la strada per arrivare al flusso sanguigno attraverso il quale queste pericolose tossine vengono trasportate e depositate nelle cellule.

La clorella, principalmente, aiuta l’organismo a eliminare i metalli pesanti e le tossine indesiderate. Ma fa molto di più.

La clorella non si lega ai minerali indispensabili per il funzionamento ottimale del corpo. Non si lega alle sostanze benefiche come calcio, magnesio o zinco. È come se la clorella sapesse quali metalli fanno parte dell’organismo e quali sostanze chimiche devono essere rimosse. L’integrazione con la clorella libera un piccolo esercito dentro l'organismo che combatte la battaglia della rimozione e dell’eliminazione delle tossine dai tessuti.

LA STORIA DELLA CLORELLA

La clorella e uno degli integratori alimentari più studiati nel mondo. Oltre ad essere oggetto di ricerca medica in USA, Russia, Germania, Giappone, Francia, Inghilterra e Israele la clorella è stata studiata a fondo come risorsa alimentare perché costituita da un 50% di proteine nobili ed è considerato un alimento a base di amminoacidi completo.

Anche la NASA ha studiato l’utilizzo della clorella come uno degli alimenti completi da utilizzare nella stazione spaziale internazionale.

Degli studi svolti in Giappone hanno dimostrato che la clorella può aiutare a ridurre la percentuale di grasso corporeo e può essere utile a combattere l’obesità e il diabete dipendente dal sovrappeso. Può aiutare anche a ridurre il colesterolo e l’ipertensione. L’azione purificante della clorella sull’intestino e sugli altri canali di eliminazione, così come l’azione epatoprotettiva, favorisce la purificazione del sangue. E un sangue puro fa sì che i rifiuti metabolici siano efficientemente eliminati dai tessuti.

La clorella disintossica così efficientemente perché è ricca di clorofilla, conosciuta per:
favorire il processo di ossigenazione del corpo
depurare i principali organi di smaltimento come intestino, fegato e sangue
aiutare la depurazione del sangue dalle tossine
favorire una pressione sanguigna ottimale
aiutare la neutralizzazione dell'aria "cattiva" respirata
promuove la crescita e la riparazione dei tessuti

Oltre all’effetto disintossicante la clorella ha numerosi altri effetti benefici sulla salute:
rinforza il sistema immunitario
migliora la digestione, specialmente se ci sono problemi di costipazione
fornisce Vitamina B di origine vegetale
migliora la capacità di concentrazione
aumenta il livello di energia
bilancia il pH del corpo
normalizza il livello di zucchero nel sangue e la pressione
riduce i rischi di tumore
rinfresca l'alito

Uno studio in doppio cieco sulla disintossicazione da metalli, durato tre anni, cosu un campione di 350 persone condotto in una fonderia russa, sono stati utilizzati più di 20 composti naturali per la rimozione dei metalli pesanti da persone esposte a livelli molto alti di quattro metalli principali: antimonio, piombo, cadmio e arsenico.

Quali sono stati i risultati del test della clorella come agente disintossicante per i metalli pesanti? Nello studio russo, utilizzando la clorella - con la parete cellulare rotta - combinata con il cilantro (coriandolo) ha eliminato TUTTI i metalli pesanti, incluso il mercurio! Senza segnalare effetti collaterali! Infatti, il fatto che i metalli pesanti si legassero con la polvere di clorella è stato scoperto per primi dall’industria mineraria. Mescolata con l’acqua, la clorella è pompata nei pozzi delle miniere per raccogliere i residui metallici alla fine del processo di estrazione.

NON TUTTA LA CLORELLA È UGUALE

Differentemente da molti integratori alimentari, la clorella, come supplemento, ha una caratteristica che rende problematico il processo di produzione. La clorella non è digeribile dagli esseri umani che, semplicemente, non hanno gli enzimi per rompere la membrana cellulare.

Masticare e digerire la clorella non permette di sfruttare i benefici di quest’alga perché la sua dura membrana esterna, indispensabile per il legame con le tossine, non può essere rotta dalle nostre risorse biologiche.

Perciò è assolutamente necessario che il processo di lavorazione spezzi la membrana cellulare della clorella rendendola così biologicamente disponibile e attiva nel nostro corpo.

Inoltre è molto importante che l'acqua dove cresce l'alga sia incontaminata.

Un altro aspetto che bisogna conoscere della clorella è che non viene sempre ben tollerata dalle persone.

È consigliato iniziare gradualmete, prendendo una piccola dose per vedere come il corpo tollera questo potente disintossicante. Alcune persone riportano benefici iniziando la disintossicazione assumendo prima piccole quantità di cilantro per pochi giorni. Il cilantro provoca una risposta di disintossicazione del corpo ma di minore intensità e questo può attenuare i disagi provocati dalla clorella.

Sono stati documentati ottimi risultati dall'uso di clorella mescolata con cilantro. Si raccomanda di usare una fonte naturale di cilantro in modo da essere sicuri di non introdurre altre sostanze chimiche indesiderate.

TROPPO FERRO?

Un’altra attenzione da porre nell’uso della clorella deriva dal fatto che questa alga verde contiene ferro in alta concentrazione. Il livello di ferro nella donna non dovrebbe rappresentare un problema data la perdita che avviene durante il ciclo mestruale ma, nell’uomo e nelle donne dopo la menopausa un eccesso di ferro può rappresentare un problema.

Quindi, per gli uomini che utilizzano la clorella, si deve controllare regolarmente che il livello di ferro nel sangue rimanga entro i limiti. L’indice più indicato è la ferritina che il cui livello dovrebbe essere compresa tra 20 e 80 ng/ml. Livelli più alti possono causare problemi e dovrebbero essere gestiti con donazioni del sangue o salassi terapeutici.

CLORELLA PER VEGETARIANI E VEGANI

La clorella è anche un’importante fonte di aminoacidi completi così sia i vegani che i vegetariani possono beneficiare non solo degli effetti detossificanti ma possono anche aumentare i livelli di proteine e del complesso vitaminico B.

Molti dicono che la clorella può essere una fonte di vitamina B12. Sebbene la clorella contenga questa vitamina, molte persone sviluppano carenze perché perdono la capacità di assorbirla. Infatti ingoiarla non dà gli stessi benefici dell’iniezione, dell’assunzione sublinguale o via spray.

Secondo quanto ho appreso, la clorella non è un’alternativa valida alla vitamina B12 di provenienza animale che può essere un problema per i vegani.

CONSIDERAZIONI FINALI

Qualche volta, vivere nel mondo moderno ci fa sentire come se fossimo in guerra con l’ambiente circostante e le fonti di inquinamento sono spesso silenziose e inevitablili. Ci si può sforzare per evitare inquinanti e tossine, mangiare solo cibi naturali salutari, bere solo acqua filtrata, evitare l’esposizione agli agenti chimici e ritrovarsi esposti, ogni giorno, a forti quantità di pericolosi inquinanti incontrollabili.

Mantenere il benessere ottimale comprende meccanismi di difesa per combattere questi assalti ambientali alla salute, invasivi e incontrollabili.

Applicando un programma di disintossicazione si può aiutare il corpo a rimuovere naturalmente i metalli pesanti, le sostanze chimiche e i pesticidi introdotti involontariamente. Ed è dimostrato che la riduzione del carico tossico migliora molti disturbi comuni come il calo di energie, l’insonnia, la digestione lenta, l’abbassamento delle difese immunitarie e l’affaticamento mentale.

Infatti praticamente tutto all’interno del corpo, compresi tutti gli organi, funziona meglio riducendo il livello delle tossine a livello sistemico.

La rimozione delle tossine, evitando l’accumulo a livelli pericolosi, può aiutare l’organismo a difendersi da cancro, diabete e ipertensione, oltre che ai comuni disturbi neurologici che possono manifestarsi a distanza di molto tempo.

È importante iniziare piano, magari usando prima il cilantro, e poi aumentare gradatamente l'assunzione di clorella in modo che il corpo riesca a tollerarla.

Ci è voluto molto tempo per accumulare nel corpo queste tossine e ora ci vorrà molto tempo per rimuoverle dal nostro sistema. Se l'assunzione della clorella provoca pesantezza nella digestione o altri fastidi, probabilmente, se ne sta prendendo troppa e troppo velocemente.

È fondamentale diminuire il grasso corporeo il più possibile, questo permette di eliminare una grande quantità di tossine dal corpo. Ci si può aiutare con la sauna agli infrarossi, in abbinamento all'esercizio fisico e alla niacina.

Bisogna essere pazienti, introdotta l’integrazione con la clorella, in poche settimane, è possibile iniziare a notare un miglioramento complessivo della salute come conseguenza della rimozione dei metalli pesanti, delle sostanze chimiche e pesticidi dal corpo.

Tratto da: http://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2012/02/01/is-this-one-of-natures-most-powerful-detoxification-tools.aspx?e_cid=20120201_DNL_art_1

CLORELLA CONTRO SPIRULINA

La Spirulina è un alga che viene spesso confusa con la clorella. Anche se hanno molte caratteristiche in comune, ci sono alcune differenze nutrizionali tra le due alghe.

La differenza più importante è che la spirulina non ha la capacità di chelare le tossine dei metalli pesanti come fa la clorella, la spirulina però viene usata per trattare avvelenamento da arsenico.

Nutrizionalmente parlando, spirulina è una buona fonte di proteine complete. Infatti contiene 65-70 proteine e batte Chlorella in termini di contenuto proteico. Essa ha anche una maggiore quantità di B12, acidi grassi essenziali e dell'enzima superossido dismutasi.

Chlorella, invece, contiene livelli più elevati di clorofilla, nucleotidi RNA e DNA e beta carotene.

Idealmente ha senso prenderle entrambe, difatti questa combinazione può trasformare il nostro corpo in una centrale elettrica nutrizionale.



ALTRI RIMEDI NATURALI PER DEPURARSI 
DAI METALLI PESANTI



1) Zeolite


La Zeolite è un minerale di origine vulcanica. E’ considerata un vero e proprio spazzino dell’organismo. La sua struttura microporosa permette l’assorbimento dei metalli pesanti e delle sostanze dannose che circolano nel nostro corpo. Viene spesso utilizzata negli apparecchi ionizzatori e alcalinizzatori per purificare l’acqua di casa. Per una vera e propria disintossicazione dai metalli pesanti, si consiglia di assumere 1 cucchiaino di zeolite in polvere 30 minuti prima dei pasti principali.


2) Clorella

L’alga clorella è una microalga unicellulare che vive nelle acqua dolci. La sua assunzione come rimedio naturale favorisce l’eliminazione dei metalli pesanti e l’espulsione delle scorie da parte dell’organismo. E’ in grado di ridurre le reazioni allergiche e gli stati infiammatori dovuti all’accumulo di metalli pesanti nel nostro corpo. Può essere acquistata in erboristeria sotto forma di integratore naturale alimentare in capsule.


3) Coriandolo

Il coriandolo, conosciuto anche come prezzemolo orientale o cinese, svolge un’interessante azione chelante nei confronti dei metalli pesanti. E’ particolarmente utile per la rimozione del mercurio che può essere presente negli spazi tra le cellule e nel nucleo cellulare. L’accumulo di mercurio può causare danni al Dna. E’ efficace anche contro cadmio, piombo e alluminiopresenti nelle ossa o nel sistema nervoso. Si consiglia di assumere il coriandolo accompagnato dalla clorella, in modo che le tossine non vengano riassorbite.


4) Curcuma

La curcuma è una spezia di origine orientale molto preziosa e ricca di proprietà benefiche. Tra di esse troviamo la capacità di purificare l’organismo dalle tossine, dai metalli pesanti e dagli agenti inquinanti. Purifica il sangue, facilita la digestione e la depurazione dell’organismo. Le proprietà della curcuma, come comprovato da recenti ricerche scientifiche, vengono attivate in abbinamento al pepe nero. Non dimenticate, dunque, di aggiungere ai vostri piatti un pizzico di entrambe le spezie. Per l’impiego della curcuma a scopo curativo, come integratore, è bene rivolgersi ad un erborista. Per potenziare gli effetti benefici della curcuma, si consiglia, infine, di abbinarla allo zenzero.


5) Aglio

L’aglio non è un semplice alimento, ma un vero e proprio medicinale naturale.E’ conosciuto e utilizzato fin dall’antichità come rimedio naturale per purificare il sangue e migliorare la circolazione. E’ in grado di respingere le tossine dal corpo per via del suo contenuto di zolfo. L’abbondante presenza di selenio bioattivo nell’aglio lo rende efficace per proteggerci dalla tossicità del mercurio. Lo zolfo, invece, contribuisce ad ossidare metalli pesanti come cadmio e piombo, rendendoli solubili in acqua.


6) Acqua e limone

Per ottenere acqua pura, libera dai metalli pesanti e alcalina, è possibile rivolgersi ad alcuni strumenti adatti a renderla alcalina e a depurarla dalle sostanze indesiderate. Bere acqua e limone la mattina presto permette di compiere una profonda pulizia del nostro organismo, favorendo l’eliminazione delle tossine e dei metalli pesanti. Questo rimedio naturale rafforza il sistema immunitario e regola il metabolismo.


7) Frutta e verdura bio

La frutta e la verdura coltivate industrialmente e con l’utilizzo di pesticidi e di fertilizzanti chimici possono rappresentare una delle fonti di metalli pesanti provenienti dalla nostra alimentazione. Scegliere frutta e verdura biologica, o comunque coltivata in modo naturale, permette di limitare la nostra esposizione ai metalli pesanti contenuti nei fitofarmaci. Il consumo stesso di frutta e verdura, ricca d’acqua, favorisce l’espulsione da parte dell’organismo dei metalli pesanti. I maggiori vantaggi, soprattutto dal punto di vista dell’eliminazione delle tossine da parte dell’intestino, si otterrebbero consumando frutta e verdura cruda e biologica.


8) Bentonite

La bentonite è una particolare forma di argilla conosciuta da secoli per le numerose proprietà curative. Viene impiegata da secoli sia come integratore alimentare che per il trattamento delle malattie. E’ ritenuta utile per assorbire virus e tossine. E’ considerata un vero e proprio chelante naturale, efficace per rimuovere i metalli pesanti accumulati nell’organismo. La bentonite, che contiene ioni negativi, sarebbe in grado di attirare le tossine, cariche positivamente. Per una cura disintossicante e chelante a base di bentonite, è bene rivolgersi ad un esperto.


9) Psyllium

Lo psillio, conosciuto anche come Plantago ovata o Plantago psyllium, è uno dei rimedi naturali più noti contro la stitichezza. L’accumulo di tossine e di metalli pesanti può essere dovuto ad un cattivo funzionamento dell’intestino. Per favorire la rimozione e l’espulsione delle sostanze indesiderate, è possibile assumere lo psillio sotto forma di integratore naturale o di decotto. Per una cura a base di psillio, personalizzata in base alla propria condizione di salute, è bene rivolgersi ad un erborista.


10) Omega-3

L’assunzione di integratori e di alimenti ricchi di omega-3 è considerata utile per aiutare il nostro organismo a depurarsi dai metalli pesanti. E’ però necessario porre particolare attenzione alle fonti da cui gli omega-3 provengono. Le tipologie di pesce più ricche di omega-3 possono presentare un elevato contenuto di metalli pesanti. Pensiamo, ad esempio, al salmone. E’ però possibile reperire in commercio integratori a base di acidi grassi essenziali di origine vegetale. Le sostanze necessarie al nostro organismo per la formazione degli omega-3 sono inoltre presenti nei semi di lino, nelle noci e nell’olio di lino.

Nessun commento:

Posta un commento